Acquistare un monitor da gaming: ecco qualche consiglio 

Siete alla ricerca di un monitor da gaming ma nella giungla delle offerte non sapete proprio scegliere quello che fa per voi? Se siete neofiti del tema, è abbastanza comprensibile che non siate a conoscenza delle caratteristiche ottimali che un monitor da gaming deve possedere per regalare un’alta esperienza di gioco.

Chiunque sia appassionato di videogiochi e voglia cominciare a impegnarsi su questo tipo di attività sa bene che è molto importante poter contare su un monitor di qualità, che abbia una risoluzione abbastanza alta e che sappia soddisfare le aspettative del gamer.

I modelli presenti sul mercato sono davvero tanti e fortunatamente c’è scelta per tutti, sia per chi cerca una soluzione abbastanza economica, sia per chi non bada a spese pur di ottenere il meglio. Bisogna però considerare che non è il costo a definire la qualità di un monitor da gaming, ma il fatto che le sue caratteristiche si avvicinino al tipo ed alla modalità di gioco scelti.

Vediamo quindi assieme alcune delle caratteristiche più importanti per la scelta di questo prodotto, assieme a utili consigli sulla scelta di un monitor da gaming.

Caratteristiche del monitor da gaming

Il monitor da gaming deve avere delle caratteristiche ben precise che siano adeguate rispetto alla soluzione ricercata.

  • Grandezza dello schermo. La grandezza dello schermo è una variabile importante quando si sceglie un monitor da gaming, tuttavia non bisogna necessariamente puntare al grande per ottenere una buona qualità. La dimensione al di sotto della quale consigliamo di non scendere, per avere un compromesso di comodità e prezzo, è quella di 27 pollici; se comunque avete poco spazio, sappiate che si gioca bene anche con un 23-24 pollici. Nella scelta della grandezza, tenete anche conto della distanza dalla quale giocate o rischierete affaticamento della vista e mal di testa.
  • Risoluzione. Un aspetto fondamentale nella scelta del monitor da gaming è la risoluzione. Ce ne sono di tre tipi: i monitor full HD, che sono quelli meno costosi ma garantiscono comunque una buona qualità (1920×1080 pixel) come standard. I Monitor 2K sono connotati da una risoluzione da 2560×1440 pixel. Infine i Monitor 4k, ultra HD, sono caratterizzati da un’altissima qualità della risoluzione ma devono essere accompagnati da un processore grafico potente.
  • Tipo di display. Il classico monitor da gaming è caratterizzato da un monitor piatto, ma ci sono anche quelli curvi che costano di più ma dovrebbero anche garantire un’esperienza di gaming più intensa e coinvolgente.
  • Tempo di risposta. Il tempo di risposta consiste nella capacità di ogni pixel dello schermo di cambiare colore, ed è una caratteristica importante quando si gioca: per i più esigenti tenete in considerazione una variabile da 1-2ms, ma anche 5 ms è buona.
  • Refresh Rate. La frequenza di aggiornamento consente alle immagini di scorrere più fluide.
  • Contrasto. Un contrasto elevato è soprattutto indicato quando si gioca agli horror game che sono caratterizzati da tinte molto cupe.
  • Luminosità. La luminosità del monitor da gaming consente di poter giocare bene anche in presenza di una luce esterna non eccellente: quella standard è di 250cd/m2, ed attenzione ad aumentare perché potrebbe infastidire la vista.

Infine, attenzione anche ad alcune funzionalità aggiuntive che possono essere utili anche per tutelare la salute degli occhi. La tecnologia Low Blue Light è caratteristica dei monitor da gaming più recenti, e consente di ridurre le frequenze di luce blu, così stare di fronte al pc risulterà molto meno stancante per gli occhi: si tratta di un accorgimento che consigliamo soprattuto se trascorrete molto tempo di fronte al vostro monitor da gaming, per evitare mal di testa e fastidi.