Barbecue: dove in Toscana

Molti nella fase estiva, prediligono provare, quella che è la piacevolezza del campeggio, visto che è in grado di poter regalare, quelle che sono emozioni uniche, per la propria vacanza. Difatti questo, ha molto da offrire a intere famiglie, ed è anche adatto ai più piccoli. Oggi infatti, esistono diversi camping, dotati di qualsiasi tipo di comodità, che sono quindi in grado, di paragonarsi a qualsiasi hotel di prestigio.

Questo permette poi, di poter avere, un notevole risparmio di tipo economico, visto che vengono a costare, molto meno rispetto a quelli che possono essere gli hotel. Questo offre poi anche, il notevole vantaggio, di essere immerso completamente nella natura, quindi può farci vivere, quella che è un’esperienza particolarmente emozionante, esplorando meglio, quello che è il territorio. Si possono svolgere diverse attività, come ad esempio, quella del barbecue, che sicuramente, allieterà quelli che sono nei nostri pranzi e le nostre cene.

Come preparare un buon barbecue
Tramite il barbecue, si possono adottare diverse tipologie di cottura, che variano, in base alla tipologia di carne, che viene utilizzata e al tipo di prodotto finale, che si vuole ottenere.

Un primo metodo di cottura è quella diretta, cioè quando la carne, viene appoggiata direttamente sulla griglia, sopra al fuoco, con la brace, che raggiunge una temperatura particolarmente elevata, che va anche a superare i 250 gradi. In questo caso, ci vuole molta bravura, per girare la carne al momento giusto, aromatizzandola con spezie, così che possa evitare di bruciarsi.

Per questa tipologia di utilizzo del barbecue, si adattano molto bene, carni magre, ma anche quelli che sono pesce e verdure. Difatti i tagli di carne più sottili, necessitano di un elevata temperatura, per poter cuocere al meglio, mentre quelli più spessi, è meglio adagiarli, ad una temperatura un po’ più bassa, così che possano cuocere tranquillamente, anche all’interno, senza che l’esterno vada a bruciarsi. Questo permette, di avere una carne particolarmente morbida e ricca di gusto.

Una seconda tipologia di cottura è quella indiretta, particolarmente lenta e adatta, per quella che è una cottura di carni, come il pollo o il tacchino. Questa va a cuocersi per convenzione, con una temperatura che di solito si aggira, attorno ai 130 gradi, proprio come se stesse in un forno. Dovrà essere coperta, con il coperchio a disposizione del grill, mettendo le braci da un lato, mentre la carne all’esatto opposto.
Volendo si può anche aggiungere, quella che è una bacinella d’acqua, così da mantenere, il giusto grado di umidità. Questo metodo di cottura, permette di cuocere la carne in maniera particolarmente delicata, evitando il rischio, che possa bruciare. Per questo tipo di servizio, si necessità di diverse ore di cottura.

Ultimo metodo in cui utilizzare il barbecue a legna è quello per affumicare la carne. Per raggiungere questo obiettivo, è importante scegliere, la giusta tipologia di legno, con un tempo di cottura adeguato. La griglia va preparata, proprio come se fosse, una cottura di tipo indiretto, con la carbonella, che verrà posizionata solo da una parte della griglia, aggiungendo quello che è un contenitore di acqua al suo fianco, che regolerà la temperatura, in modo che si possa mantenere bassa.
Sopra le braci poi, si dovranno mettere de pezzi di legno, che dovranno essere in primis, imbevuti di acqua, perché saranno in grado di dare, la classica affumicatura, a quella che è la carne. Durante le fasi di cottura, il coperchio del grill, va tenuto esclusivamente chiuso. Per questa tipologia di cottura, possiamo utilizzare, qualsiasi tipo di carne, ed è bene scegliere come legno, quello di ciliegio, il melo, l’acero, nonché anche, quello di quercia.

In questo ambito la sicurezza è particolarmente importante, in quanto dovremmo dotarci, di qualsiasi mezzo, per poter spegnere, un eventuale incendio, come può essere acqua, o anche un estintore. Per poter svolgere quelle che sono le operazioni, è bene farle, in uno spiazzale, dove non ci siano oggetti che possano prendere fuoco, o facilmente infiammabili, evitando che altre persone, soprattutto i bambini, siano troppo vicini all’aria di cottura.

Campeggi ideali della toscana
Sulla costa della Toscana, possiamo trovare, quello che è il camping Maremma Sans Souci, che si trova a pochissimi passi dal mare e ci permetterà, di essere a stretto contatto, con quella che è l’acqua marittima, in un ambiente particolarmente giovanile. Troviamo poi, in quella che è la zona di Grosseto, anche il Camping Village Rocchette, anche questo è situato a pochi passi dal mare, presentando al suo interno, anche zone di piscina, dove sarà possibile rinfrescarsi. Di quelli invece, che troviamo di tipo collinare, c’è il camping le Pianacce, che è situato nella zona di Livorno, a circa 200 metri di altezza, con 90000 mq, che permetteranno di avere, notevole divertimento, con diversi giochi, anche per bambini.

Il campeggio dunque è in grado di dare, quella che è una notevole esperienza di puro divertimento e di libertà, visto che permette di poter ottenere, tutte quelle che sono le comodità, di una vacanza tipica di albergo, potendo però unire insieme, quello che è un notevole risparmio economico, ma anche diverse attività, come quella del barbecue.

Sicuramente farà divertire molto i bambini, che potranno rimanere all’aria aperta, permettendo anche ai grandi, di potersi rilassare in estrema tranquillità, in un ambiente privo di preoccupazioni, ma ricco solo di divertimento. Questo garantirà sicuramente, di poter rendere quella che è la nostra vacanza, la più indimenticabile possibile e adatta a tutta la famiglia.