ImpREsa – Agenzia Immobiliare di Preganziol: Duplex e Ville Disponibili

ImpREsa immobiliare è leader del settore immobiliare dal 2012, in continua espansione ed innovazione. Conta 8 sedi distribuite su Treviso e provincia, fra le quali troviamo l’agenzia immobiliare di Preganziol. Qui è disponibile una vasta offerta di immobili in vendita o locazione a Preganziol, ma anche nei comuni di Quinto di Treviso, Casier e Casale sul Sile. Nei prossimi paragrafi vi presenteremo alcune delle miglior proposte dell’agenzia, visibili sul sito o direttamente in loco.

Se state pensando di trasferirvi a Preganziol e siete alla ricerca di un appartamento, allora questa Duplex potrebbe fare al caso vostro. Disposta su due livelli, con una metratura di ben 100 mq, l’appartamento è di recentissima costruzione (2010) e quindi in ottimo stato di conservazione. Dotato di 4 locali di cui 2 camere e 2 bagni, è così composto: sul primo livello troviamo una cucina abitabile con soggiorno, bagno, disimpegno e poggiolo; al secondo livello invece è collocata una mansarda di 84 mq divisa in tre stanze in aggiunta ad un bagno, il tutto decorato con splendide travi a vista. La Duplex è dotata anche di un garage singolo di circa 16 mq. Data la recente realizzazione, l’appartamento è dotato degli impianti energetici più moderni ed appartiene alla classe energetica B grazie al fotovoltaico e ai pannelli solari per l’acqua calda. Collocato all’ultimo piano del fabbricato, l’appartamento è dotato di ascensore, predisposto all’allarme, aria condizionata, zanzariere, riscaldamento a pavimento, portoncino blindato e infissi in vetrocamera. La posizione centralissima lo rende accessibile a tutti i servizi, distanti pochi passi dall’abitazione. Se siete interessati all’acquisto di questa fantastica Duplex è in vendita presso l’agenzia immobiliare di Preganziol a soli 195.000 €. Potete visualizzare tutte le foto e le informazioni sul sito di impREsaimmobiliare.com tramite il codice di riferimento I/EA345; alternativamente potete recarvi direttamente all’agenzia di Preganziol o telefonare al numero 041 454203.

Se invece avete una maggiore disponibilità e cercate qualcosa di più di un semplice appartamento, questa villa è ciò che potrebbe fare per voi. Si tratta di una casa di nuova costruzione i cui lavori saranno completati nel 2019, disponibile da subito. L’edificio si sviluppa su due livelli: al piano terra troverete un ampio ingresso con soggiorno, cucina abitabile, bagno e lavanderia; al primo piano troverete invece 3 camere e 2 bagni; la villa possiede anche un ampissimo garage doppio posizionato su dependance. Dotata di finiture di pregio e impianto di riscaldamento a pavimento, la casa appartiene alla classe energetica A1 ed è quindi ad altissima efficienza. Posizionata al centro di un lotto da 900 mq, la superficie dell’edificio è di 200 mq. Il progetto è ancora in fase di realizzazione, quindi è possibile attivare un servizio di progettazione personalizzata, fra cui la possibilità di realizzare una piscina di 45 mq. Acquistabile chiavi in mano a soli 438.000 €, potete visualizzare la piantina del progetto sul sito di impREsaimmobiliare.com tramite il codice di riferimento I/FR406. Per ulteriori informazioni non esitate a contattare il personale di impREsa all’agenzia immobiliare di Preganziol, saranno felici di illustrarvi il progetto.

Le migliori Serrature Antiscasso

In un mondo in cui la disoccupazione avanza, rubare è diventato un lavoro. Ormai i furti aumentano e li mette in atto anche chi non è esperto, è diventato quasi “facile” rubare in casa d’altri. Proprio per questo le case devono essere tenute in sicurezza, lontane da ogni pericolo, questo è l’unico modo per difendersi in caso di ladri. Per rendere possibile questo bisogna capire quali sono le migliori Serrature Antiscasso e chiamare un bravo Fabbro Torino che vi potrà aiutare nell’installazione della serratura che avete scelto. Ma ci sono tanti tipi di serrature.. quale modello scegliere per la nostra porta?

Vantaggi e Pericoli delle Serrature Antiscasso

Prima di valutare quali sono i migliori modi per difenderci e cioè quali sono le migliori serrature antiscasso, dobbiamo capire quali sono i pericoli. Prima di capire come aggiustare qualcosa, dobbiamo valutare come è stato rotto. I ladri sono furbi e cercano sempre di non lasciare traccia quando avanzano in case d’altri.

Una prova concreta lo è la chiave bulgara, questa chiave può aprire tutte le porte (anche le porte blindate) duplicando in poche mosse la chiave originale. In questo modo non vi sarà nessuna traccia, nessun segno di scasso. La chiave bulgara è costituita da una chiave morbida ovvero il grimaldello che legge i codici della serratura e di un tensore su cui viene copiata la forma della serratura.

Con questi piccoli passi si può ottenere la coppia perfetta della serratura ed entrare in casa sarà davvero facile. La chiave bulgara non funziona in tutte le serrature, ma per sicurezza è sempre meglio avere chiavi codificate, che non possono essere copiate. Tutto questo ci induce a chiederci: Quali sono le migliori serrature che possiamo installare nelle nostre case e quali dobbiamo assolutamente evitare?

Serrature Antiscasso: Le peggiori

Chiave seghettata: la prima chiave tradizionale, quella classica;

Chiave a doppia mappa: la prima versione di chiave per porte blindate;

Chiave punzonata: il secondo tentativo per porte blindate in seguito alla doppia mappa.

Se avete una di queste tre chiavi è importante sapere che vanno sostituite subito con una serratura più moderna e sicura. Queste chiavi sono tutte obsolete, potevano andare bene nelle vecchie porte e in altri tempi, ma ora è meglio cercare una serratura più adeguata in base alla porta che abbiamo.

Serrature Antiscasso: Le migliori

Cilindro europeo Anti bumping: modello innovativo del cilindro;

Serratura digitale biometrica: legge le impronte digitali;

Defender: monoblocco in acciaio temperato.

Queste serrature sono le migliori nel mercato perchè usano nuove tecnologie avanzate e più potenti. Il Cilindro europeo Anti Bumping può bloccare la chiave da urto (che si usa per aprire le serrature a cilindro) tramite delle molle interne. La Serratura digitale biometrica si basa sull’utilizzo delle impronte digitali, quindi solo chi è il proprietario della chiave può accedere all’edificio. Il Defender è un accessorio che protegge il cilindro europeo.

La sicurezza in casa è davvero importante, valutate bene se è arrivato il momento di sostituire la vecchia serratura con un modello più nuovo.

A Progettare l’arredo d’interni di pensa l’architetto online

A progettare l’arredo d’interni ci pensa l’architetto on line insieme ad un equipe di altri professionisti del web.

Parliamo di arredatori on line, designer on line e tantissimi altri esperti chiamati a fornire risposte concrete alle richieste di arredamento dell’utenza.

E queste richieste vengono inoltrate via web grazie a siti di progettazione d’interni sempre più innovativi e all’avanguardia, come ad esempio il famoso Facehome.it.

I migliori siti di Home Design hanno uno staff di progettisti d’interni, professionisti specializzati, a cui basta fornire poche informazioni, per avere in risposta un progetto d’interni personalizzato, realistico e discutibile punto per punto.

Progettare l’arredamento di una casa è un compito ad oggi affidato alla rete, perché con tutte le sue risorse, con il suo sapere in continuo aggiornamento e con la sua capacità di riunire professionisti provenienti da ogni dove, va incontro a risultati di grande successo.

Arredare casa con l’architetto on line

Arredare casa online diventa dunque sempre più appassionante e divertente. Un’impresa che coinvolge sempre più utenti, desiderosi di “toccare con mano” la casa dei propri sogni, via via che prende forma, sotto i propri occhi.

I progetti d’arredo casa on line sono, infatti, realistici, tridimensionali, colorati, accattivanti.

Su questi progetti è possibile tornare infinite volte, finché le nostre idee non saranno completamente chiare, finché l’arredo che appare sullo schermo non è proprio quello che desideriamo per il nostro habitat.

È possibile richiedere per il progetto dell’architetto on line ogni cambiamento vorremmo apportare. Dal semplice cambiare i colori delle porte di casa, tenendo fermi stile e materiali; alla decisione di rivedere l’arredo di casa, facendosi ispirare da uno stile nettamente diverso.

L’architetto on line e la sua equipe di esperti sono chiamati a lavorare costantemente al nostro progetto d’arredo interni, finché tutte le nostre esigenze non siano pienamente soddisfatte.

Evidentemente con questi professionisti del web si instaura un rapporto di scambio di idee, di dialogo e di fiducia che risulta difficile da stabilire nella vita quotidiana.

L’arredamento d’interni con la progettazione on line

Al web possiamo accedere ogni volta che ne abbiamo voglia e, consultando i siti di Home Design potremmo in ogni momento formulare nuove richieste di consulenza d’arredo, senza vincoli di orari, di calendario, di tempo.

Arredatori, designer ed architetti on line a loro volta potranno rispondere alle nostre richieste stabilendo delle priorità, in ogni caso il prima possibile, fuori da ogni rigido schema impiegatizio.

Anzi, c’è da dire che alla maggior parte delle questioni d’arredo poste in essere attraverso i siti di progettazione on line, le risposte arrivano con immediatezza.

Parliamo infatti di portali all’avanguardia, di ultima generazione che hanno i loro punti di forza nella massima fruibilità e nella tempestività della risoluzione dei problemi.

L’arredamento d’interni on line non è stato mai così sicuro, preciso e coinvolgente. Arredare casa on line è diventato un gioco appassionante tra le parti: professionisti da un lato e utenza dall’altro.

Oggi, a progettare l’arredo d’interni ci pensa l’architetto on line, in un costante dialogo con ogni utente, per rispondere ad ogni sua esigenza e per presentargli un progetto che lo soddisfi a pieno.

Guasti Caldaia come Fare per risolverli

a caldaia, quella che usiamo per riscaldare la casa o produrre acqua calda, spesso e volentieri si blocca. Si va da semplici malfunzionamenti che possono essere risolti spingendo il tasto giusto, basta dare un’occhiata al manuale, a situazioni che richiedono di perderci un po’ piú tempo. Oggi abbiamo realizzato una guida ai guasti della caldaia, un piccolo vademecum da consultare prima di chiamare definitivamente un tecnico.

Ci è venuto in aiuto Massimiliamo di Calored che si occupa di riparazione caldaie Roma. La sua esperienza è stata utile per averci chiarito il funzionamento di questo apparecchio così importante nella vita di tutti i giorni.

Le caldaie smettono di funzionare per una vasta gamma di motivi. I nuovi modelli sono piú sofisticati di quelli del passato e proprio per questo,oppure per il fatto che i prodotti recenti sono realizzati in “economia”, si rompono piú facilmente. Ovviamente questa guida non interessa chi ha il riscaldamento centralizzato, la cui cura della caldaia è demandata a tecnici specializzati del condominio. Ci rivolgiamo a tutti coloro che hanno caldaie a gas murali, scalda acqua, scaldabagni a gas o con altro combustibile.

Guasti elettrici

In alcuni casi, le caldaie smettono di funzionare a causa di piccoli problemi elettrici. E’ banale dirlo ma controllate che non sia “scattato” il contatore elettrico se la caldaia non parte oppure se non siano scariche le batterie in quei modelli che le utilizzano per fa scattare la scintilla della fiamma pilota.

A volte, un “soft reset” può risolvere malfunzionamenti elettrici in una caldaia. Un ‘soft reset’ comporta semplicemente l’interruzione della caldaia, quindi la sua riaccensione. Attenzione se la caldaia è montata all’ aperto, poco protetta da pioggia e neve, l’umidità potrebbe creare problemi alla parte elettrica. Purtroppo in quel caso potrebbe essere richiesto anche il cambio della scheda madre o della parte dell’ accensione. Problema tipico di scalda acqua economici ad esempio di Vaillant.

Guasti a causa del gas

Se senti un forte odore di gas proveniente dalla caldaia chiama subito un tecnico oppure i tecnici del gestore del gas del tuo comune. Chiudi il rubinetto del gas, la manopola gialla e attendi il loro arrivo, non cercare di smontare nulla.

Nel corso del tempo, la fuliggine e altri detriti possono formarsi all’interno del tubo iniettore pilota del gas, intasandolo. La fiamma pilota si accende ? In caso negativo potrebbe essere sporco il tubo. Se ti senti in grado di farlo , rimuovi il tubo del gas pilota, prendi un piccolo oggetto appuntito e spingilo attraverso il tubo per rimuovere tutte le sostanze al suo interno.

Problemi idraulici

Sebbene si tratti di problemi che spesso possiamo risolvere da soli è meglio chiamare un tecnico. Il piú delle volte, se la caldaia non ha il decalcificatore, si tratta del calcio che ha intasato i tubi oppure di una membrana rotta o bucata che non fa scattare il relè dell’ accensione.

I tuoi tubi sono congelati? Se la temperatura esterna è scesa sotto lo zero, allora potrebbe essere questo il caso. Quando fa molto freddo è bene lasciare aperto il rubinetto con un filo di acqua che goccia per evitare il ghiacciamento.

Alcune caldaie smetteranno di funzionare del tutto e non si accenderanno se la pressione dell’acqua è troppo bassa. Le caldaie domestiche dovrebbero tipicamente avere una pressione dell’acqua ad 1 BAR. Date un’occhiata al manometro e verificate. Se è troppo bassa c’è una manopolina blu che va girata per far salire la pressione. Se è troppo alta dovete far sfiatare i termosifoni facendo uscire dell’ acqua dal circuito.

Carte da parati e design delle pareti

Arredare o rimodernare casa è sempre un’esperienza emozionante e totalizzante. Significa cambiare aspetto ai propri ambienti, al proprio nido, creare le atmosfere che più si adattano a se stessi e che seguano i propri cambiamenti. Per questo motivo è importante non focalizzarsi unicamente su mobili e complementi d’arredo ma fare attenzione anche alle pareti: vera scenografia di ogni stanza.

La progettazione di una casa: si inizia dai muri

I muri sono importanti. Le quattro pareti che delimitano una stanza andrebbero viste un po’ come la scenografia di un set cinematografico. Discrete presenze che valorizzano, integrano e illuminano i pezzi forti, creando suggestioni e incanti senza mai diventare protagoniste o invadenti. Negli ultimi anni, i più famosi e importanti interior designers, hanno puntato molto sul colore dei muri. Non va più di moda il bianco, come fino a qualche anno fa, ma si tende a far interagire attivamente il colore e le fantasie delle pareti con l’arredo circostante.

Oggigiorno non è più considerato trasgressivo mettere un tocco di colore vivace ed eccentrico sulle pareti: dal verde lime al fucsia, dal blu elettrico al giallo canarino, dal rosa shocking al viola ametista, tutto è concesso. L’importante è saperlo contestualizzare con coerenza, garbo e buongusto. Per centrare l’obiettivo è quindi molto intelligente rivolgersi agli esperti del settore, che sapranno stupire con proposte tanto azzardate quanto originali e seducenti, eleganti e raffinate. Perché casa propria non dovrebbe mai essere il risultato di schemi e regole dozzinali e ripetitive ma la creazione di un ambiente unico, che ricalchi sapientemente tutte le sfaccettature della propria personalità.

Un personal designer per tramutare i sogni in realtà

Si vedono, sulle più importanti riviste patinate, soluzioni accattivanti che fanno sognare. Si pensa, spesso ed erroneamente, che siano scelte di puro e mero appannaggio di chi può permettersi budget importanti, di chi ha a disposizione case spaziose e hollywoodiane. Non è così. Affidandosi a un bravo personal designer, è possibile tramutare in realtà anche il sogno più grande e fantasioso. Illuminare gli ambienti domestici con pareti colorate e originali non è esclusività dei Vip, ma è una scelta stilistica adattabile a qualsiasi tipo di appartamento, anche il più piccolo e semplice. Le soluzioni sono tantissime, per tutte le tasche e per tutti i gusti. Spendendo poco e affidandosi all’occhio esperto di chi ha fatto del design la sua passione e la sua professione, sarà un gioco da ragazzi ottenere la casa dei sogni, con tanto di muri colorati, originali e inimitabili.

La carta da parati: una scelta d’arredamento

È tornata di moda la carta da parati. Una scelta che permette di avere, a costi accessibili, la possibilità di decorare le proprie pareti in maniera divertente, elegante, raffinata, colorata a seconda della fantasia scelta e del concept che si vuole creare. A differenza di altre tecniche decorative, come ad esempio lo stucco veneziano o i graffiti, è meno costosa e meno impegnativa, ma offre innumerevoli possibilità di espressione artistica. Le carte da parati moderne sono prodotti di elevatissima qualità, in grado di durare nel tempo senza che la loro bellezza si appanni. Ne esistono diverse tipologie, in modo da poter scegliere quella che, per rifinitura e colori, meglio si adatta ai propri ambienti domestici, al proprio arredamento, all’idea che si ha della propria casa ideale. Si parte con semplici carte da parati a tinta unita, con effetti satinati, patinati o addirittura metallizzati fino ad arrivare a quelle più esclusive che possono sembrare mosaici, quadri o affreschi. Naturalmente passando per una serie infinita di scelte stilistiche: fantasie geometriche, astratte, connubi cromatici, effetti scenografici. La carta da parati è una scelta molto versatile, adattabile a tutte le tipologie di case e appartamenti. È l’ideale da applicare sulle pareti di piccole dimensioni ma può essere stesa anche su ampie superfici, è perfetta per chi vuole una rifinitura importante e raffinata ma non vuole accollarsi la spesa di piastrelle o rivestimenti in legno. Inoltre, è una delle scelte migliori per la cucina e le camerette dei bimbi: le carte da parati, infatti, sono quasi sempre lavabili.

Affidarsi a un esperto per realizzare un sogno

Per scegliere la carta da parati ideale a valorizzare e illuminare le proprie stanze, è importante affidarsi ad un interior designer di esperienza. Quando si decide di superare il confine del classico muro bianco, infatti, è necessario scegliere con gusto e coerenza, per evitare opzioni troppo chiassose o, al contrario, timide, che tendono a sparire nel contesto arredativo. La riuscita di un progetto dipende da una serie infinita di particolari e mette a disposizione dei clienti il suo team di esperti, in grado di consigliare anche la decorazione delle pareti, in base ai mobili e all’arredamento scelto. Il risultato finale sarà strabiliante: esattamente come quello sognato, se non ancora meglio, perché corretto e perfezionato dall’esperienza e dalla competenza.

Come curare mobili in legno

I mobili in legno sono un grade classico dell’arredamento, e sono senza tempo. Possono stare bene in ogni tipo di casa, con ogni genere di arredo. Si tratta infatti di beni di grande pregio ed eleganza: tuttavia richiedono anche una certa cura per poter essere sempre belli e splendenti nel corso del tempo. Il legno, infatti, deve essere costantemente nutrito e curato, pulito e protetto da tarme ed altre minacce alla sua integrità.

Ma quali sono i segreti per prendersi correttamente cura dei mobili in legno? Vediamo alcuni consigli pratici per prendersi cura dei propri mobili di legno al meglio.
Innanzitutto la collocazione è fondamentale. Il legno è un materiale vivente e quindi anche molto sensibile alla presenza di umidità nell’aria e agli sbalzi di temperatura. Bisogna quindi posizionare i mobili di legno in luoghi ben ventilati, salubri ed asciutti. L’esposizione diretta al sole, che secca il legno e lo scolorisce, è del tutto sconsigliata.

Ma soprattutto, è di fondamentale importanza cercare di non esporre i mobili di legno all’umidità, che temono molto. Se vivete in una zona umida, potete installare in casa un deumidificatore per supplire al problema.

In secondo luogo è importante tenere i mobili ben lucidi e ben puliti, per evitare che il legno degradi e che proliferino muffe, tarme o funghi. Ovviamente ogni tipo di legno richiede una cura particolare a seconda anche della finitura. Alcuni mobili hanno bisogno semplicemente di essere spolverati tutti i giorni, perché attirano molta polvere, con un panno di lana o di microfibra poco inumidito o con gli appositi panni anti-tarme che oggi si trovano in commercio. Il legno verniciato può essere pulito solo con acqua calda con sapone di Marsiglia, e viene molto lucido se si usa un panno intinto in una soluzione di olio di oliva e vino rosso (per i mobili scuri) o vino bianco (per quelli chiari).
Il legno antico va sempre spolverato con un panno di microfibra e poi lucidato, periodicamente, con appositi prodotti a base di pasta di cera vergine.
Tuttavia tutto questo per alcuni tipi di mobili non è ancora sufficiente, bisogna anche tenere il legno nutrito e lubrificato.
Alcuni mobili non trattati hanno bisogno di essere nutriti con la cera, di tanto in tanto, per avere sempre un aspetto migliore. Ci sono diversi tipi di cera nutriente per mobili, a seconda della qualità del legno e dei trattamenti subiti.

La manutenzione giornaliera del tappeto passo passo

Manutenzione tappeti: la pulizia dei tappeti per una casa impeccabile

Il tappeto rappresenta senza dubbio uno dei complementi d’arredo più amati ed apprezzati all’interno di un’abitazione. Esso infatti contribuisce a rendere una stanza immediatamente più calda, ospitale ed accogliente. Per tale ragione sono sempre di più le persone che scelgono di inserirli all’interno delle proprie case. Non tutti sanno però che il tappeto necessita di una manutenzione costante ben precisa in quanto il più delle volte tende a trattenere lo sporco e la polvere. Per avere dunque una casa impeccabile è necessario provvedere frequentemente al lavaggio dei tappeti e alla loro pulizia.

Ma come si fa a lavare un tappeto? Molte persone, per paura di rovinare e danneggiare il tappeto indelebilmente, rinunciano a questa operazione o si affidano a delle persone competenti. Tuttavia non sanno che è possibile effettuare la manutenzione dei tappeti anche a casa propria in maniera molto semplice, rapida ma soprattutto efficace. Tutto quello che bisogna fare è seguire dei fondamentali accorgimenti per non sbagliare.

Manutenzione tappeti: come farla in modo rapido e funzionale

La prima operazione da compiere quando si vuole eseguire la pulizia dei tappeti è senza dubbio quella di passare l’aspirapolvere. Con questo passaggio infatti si elimina gran parte dello sporco e della polvere accumulatasi all’interno. Pertanto ogni volta che si deve passare l’aspirapolvere in casa è consigliabile utilizzarla anche su tutti i tappeti presenti nelle stanze.

È invece sconsigliabile utilizzare un battipanni per colpire il tappeto e rimuovere la polvere: questa operazione infatti, oltre ad essere estremamente faticosa, risulta anche molto dannosa per il tappeto che potrebbe rovinarsi. In alternativa è invece possibile posizionare il tappeto in verticale e scuoterlo delicatamente con le mani per far andare via tutti i residui presenti all’interno. Dopodiché è possibile disporlo nuovamente in posizione orizzontale e passarvi sopra una scopa dalle setole non troppo dure.

Ma cosa fare invece quando sul tappeto sono presenti delle fastidiose macchie? In questo caso la situazione diventa più complicata perché non è facile smacchiare un tappeto. Per ovviare al problema bisognerebbe intervenire immediatamente utilizzando una spugnetta umida e bagnando il più possibile la zona. In alternativa è possibile provare a rimuovere la macchia con un panno pulito per cercare di assorbire la macchia, cercando di non allargarla. Durante questa operazione è consigliabile comunque prestare la massima attenzione per non rovinare il tappeto. Nel caso dovessero esserci macchie difficili da togliere rivolgiti presso un centro specializzato nel lavaggio tappeti e non agire di tua iniziativa, potresti ulteriormente danneggiare il tuo prezioso manufatto.

Pellicola a specchio per vetri, soluzione ideale per privacy e risparmio energetico

Quando un locale presenta vetrate esposte per diverse ore al giorno ai raggi diretti del sole, qualunque sia la loro dimensione, la temperatura interna tende ad aumentare di diversi gradi centigradi obbligando a tenere accesi più del dovuto gli impianti di condizionamento, con una spesa elettrica indiscutibilmente più alta ad ogni bolletta. In molti casi, inoltre, la presenza di ampie vetrate riduce il comfort e la privacy di chi è presente nell’edificio oltre che scolorire tendaggi ed arredamenti che sono sottoposti all’azione diretta dei raggi solari per molto tempo.

Per ovviare a tutti questi problemi ed ottenere in breve tempo un ambiente protetto da sguardi indiscreti e con un notevole risparmio energetico, la miglior soluzione è rappresentata senza dubbio dalla pellicola a specchio per vetri, un particolare tipo di realizzazione adesiva che può essere applicata ad ogni tipo di vetrata per ottenere in men che non si dica un ambiente più fresco e con una maggiore privacy, senza per questo dover rinunciare alla luminosità delle stanze.

La pellicola a specchio per vetri è realizzata con un sottilissimo strato di poliestere trasparente cui viene aggiunto un secondo strato, altrettanto sottile, di alluminio vaporizzato ed infine una terza parte a copertura, sempre in alluminio, lavorata con una particolare tecnologia antigraffio che rende il prodotto durevole nel tempo.

La sinergia di questi materiali e la loro particolare lavorazione permette così di ottenere un abbattimento del calore in ingresso di circa l’87%. La conseguenza diretta di un simile risultato è un impiego decisamente inferiore dei condizionatori con una spesa mediamente più bassa in bolletta addirittura del 30%. Tutto questo senza considerare che l’utilizzo di poliestere ed alluminio per la creazione di queste pellicole a specchio permette di ottenere inoltre una riduzione dell’abbaglio (ideale per evitare di sovraccaricare gli occhi fissi al monitor di un pc per diverse ore al giorno) ed un maggiore comfort abitativo. I vostri ambienti risulteranno così al riparo dagli sguardi dei vicini proteggendo la privacy diurna.

E non è tutto: trattandosi di una schermatura solare passiva, la pellicola a specchio per vetri rientra nel DRP 59/08 relativo al rendimento energetico con tutte le agevolazioni che da esso derivano e delle quali sarà quindi possibile usufruire scegliendo di applicarla in casa presso la propria azienda.