Celle a combustibile: l’energia pulita del futuro

In un mondo sempre più propenso e a favore della produzione di energia rinnovabile, o più in generale di un approccio che non danneggi il territorio che ci circonda, le tecniche per produrre energia in un modo pulito sono sempre più indagate. Uno dei metodi che sicuramente si afferma tra i più efficienti è il sistema a celle combustibile: un modello che permette di trasformare l’energia chimica di elementi come l’idrogeno e l’ossigeno, direttamente in energia elettrica; il tutto senza bisogno di combustione termica, che è sempre un fattore negativo per l’ambiente, e solitamente corrisponde ad un minore rendimento dell’intera tecnologia poiché il processo per portare dalla materia prima all’energia elettrica, dovendo passare per un ciclo termico di combustione perde una quantità della sua energia, che non è possibile quindi convertire.

Questo sistema quindi è in grado di lavorare con un’efficienza veramente alta, garantendo un rendimento più che positivo.  Il sistema ha un andamento pressoché infinito, poiché funziona senza interruzioni fino a quando non viene meno la materia prima, in questo caso, idrogeno e ossigeno.

Gli scambiatori di calore a piastre saldo-brasati nickel riescono ad essere estremamente utili e performanti per gli impieghi che riguardano i sistemi a celle combustibile; gli scambiatori di calore sono infatti l’elemento principale dell’intero sistema, il tramite grazie al quale l’energia termica può essere trasformata da chimica ad elettrica. Gli aspetti che maggiormente sono influenzati dalla qualità degli scambiatori di calore vengono riscontrati nella gestione delle temperature operative, e cioè le temperature effettive del sistema durante la trasformazione, il controllo del grado di umidità e il recupero del calore una volta che il processo ha avuto luogo.

La trasformazione del sistema a celle combustibile può avere luogo secondo differenti modalità e materiali, che ne determinano la classificazione; in particolare, gli scambiatori di calore a piastre saldo-brasati nickel di Tempco sono perfetti per essere utilizzati nei sistemi che sfruttano la membrana polimerica (PEMFC), in quelli che prevedono una micro-cogenerazione ed anche nei cicli combinati freddo; risultano molto utili se impiegati anche nelle azioni di recupero del calore sviluppato durante il processo, aiutando a gestire e immagazzinare l’acqua calda prodotta, ed infine la loro utilità è riscontrata nella gestione dell’acqua riscaldata nella cella a combustibile, durante le fasi di pre-riscaldamento e deumidificazione, rispettivamente parte iniziale e parte finale dell’intero processo del sistema a celle combustibile.

E’ chiaro così, che in un sistema di produzione di energia basato su un processo termico senza combustione, la qualità dei suoi elementi è assolutamente determinante per garantire l’efficienza del sistema stesso. L’azienda Tempco propone i suoi prodotti performanti e dalla qualità elevata per questo tipo di sistema, garantendo così un ottimo risultato in termini di produzione di energia. Questo sistema a celle combustibili è diventato inoltre molto utilizzato nell’industria dell’automobile, più in particolare è sfruttato per la produzione di energia elettrica che serve ad alimentare le macchine elettriche, fenomeno sempre più studiato e promosso, al fine di una produzione generale di energia pulita e rinnovabile.