Il percorso da intraprendere per la cessione di un attività commerciale

Quando un imprenditore decide che è giunto il momento di cedere la propria attività commerciale, i passaggi da seguire sono parecchi e la strada non sempre è tutta in discesa.

La cessione di un’azienda non è altro un processo la quale l’imprenditore cede a terzi la sua attività commerciale, tutta o in parte.

Ai sensi dell’ articolo 2555 del codice civile l’azienda viene rappresentata come: “un complesso organizzato di beni a disposizione dell’imprenditore per l’esercizio della sua impresa”

Il primo passo per l’imprenditore: stimare il valore della propria azienda

Il primo passo che l’imprenditore deve intraprendere è di stimare il valore di mercato.

Il valore di mercato è rappresentato dalle consistenze iscritte nello Stato Patrimoniale sommate all’avviamento commerciale, in poche parole: il maggior valore attribuibile al complesso aziendale rispetto alla somma dei valori di mercato dei beni che lo compongono.

Possiamo quindi dire che l’azienda che sta per essere ceduta non è altro che un complesso di beni materiali, che non vengono organizzati e collegati tra loro e questo aumenta il valore dello stabilimento.

L’avviamento commerciale è quindi la capacità dell’azienda di produrre reddito che a sua volta dovrà essere stimato in sede di cessione.

Acquirente e venditore, quali sono gli obblighi da rispettare

Una volta che il valore dell’azienda sarà stato deciso e una volta che l’acquirente è stato trovato, l’atto di cessione dovrà essere obbligatoriamente redatto per iscritto.

L’atto così redatto sarà opponibile a terzi e dovrà essere annotato al Registro delle imprese entro e non oltre i trenta giorni dalla firma.

A seguito del contratto di cessione dell’azienda nasceranno una serie di obblighi sia da parte dell’acquirente sia da parte del venditore.

Acquirente:

l’obbligo principale dell’acquirente è quello di saldare l’importo di acquisto nel momento della stipulazione dell’atto notarile, però possono essere presi accordi diversi tra le parti, in caso di richiesta potrebbe autorizzare il venditore a permanere nell’immobile ceduto o di ritardarne il trasferimento, in questo caso è anche possibile che l’acquirente decida di non saldare interamente il prezzo di vendita.

Potrebbe invece avvenire che il pagamento avvenga integralmente ma senza consegna, specificando una concessione al venditore di un termine ultimo per il rilascio dell’immobile.

Potrebbero essere previste penali nel caso in cui il venditore non rispettasse i tempi di consegna stabiliti.

Venditore:

in questo caso, l’obbligo principale è quello di consegnare l’immobile nel momento dell’avvenuto pagamento.

L’immobile deve essere consegnato libero da persone o cose (a meno che non ci siano stati accordi) nel momento della stipulazione del contratto di compravendita.

Una scelta poco consigliata è quella di far entrare l’acquirente prima del vero e proprio passaggio di proprietà, anche se essendo ancora il proprietario dell’azienda in caso di qualche tragedia o problema sarà lui a rispondere sia dal punto civile che dal punto penale, amministrativo e fiscale,

il venditore ha l’obbligo di consegnare a chi decide di prendere in carico la sua azienda tutti i titoli dell’immobile, nonché la sua completa liberta da ipoteche, pignoramenti e ogni altro genere di vincoli o limitazioni.

Il venditore ha infine l’obbligo di comunicare con apposito modulo all’autorità locale della polizia di stato, entro 48 ore dalla consegna, la cessione della proprietà del fabbricato, indicando le generalità dell’acquirente.

Affidarsi ad un azienda professionista quando si decide di cedere la propria attività commerciale

Uno dei aspetti più importante in questo genere di pratiche è: a chi affidarsi?

Sicuramente di agenzie in questo settore ce ne sono a bizzeffe, ma non tutte sono adatte a te, i responsabili di Immobiliare2000, azienda specializzata nella vendita di attività commerciali ci hanno raccontato perché è importante affidarsi ad aziende specialiste:

Affidarsi ad aziende capaci di capire le esigenze del cliente non è per niente facile, ma un azienda specializzata deve essere in grado di soddisfare tutte le esigenze, garantendo ai propri clienti riservatezza, correttezza e professionalità.

Un’azienda in grado di fornire un adeguato supporto per quanto riguarda:

  • determinare l’esatto valore dell’azienda
  • individuare un acquirente serio ed affidabile