Manutenzione del Condizionatore, i tre consigli fondamentali

Al fine di garantire un buon e duraturo funzionamento del nostro impianto di condizionamento, sono necessari una serie di accorgimenti. Una volta installato il condizionatore dobbiamo mantenere la sua efficacia nel corso degli anni, tutto questo attraverso una manutenzione periodica che ci permetterà di affrontare la stagione calda o quella fredda con un impianto al massimo dell’efficienza.

Come fare la manutenzione del condizionatore

Partiamo dall’importanza della manutenzione al nostro impianto di condizionamento, così come spiegato sul sito di Emilia Impianti, azienda che si occupa della vendita e manutenzione di condizionatori Mitsubishi a Modena, una manutenzione periodica oltre a garantire una lunga durata al nostro impianto, è fondamentale per garantire che l’aria emessa sia sempre salubre. L’unità interna del condizionatore è soggetta all’azione della polvere e di agenti inquinanti potenzialmente rischiosi per il nostro organismo, quando il nostro impianto entra in funzione, questi batteri si diffondono nell’aria, provocando anche seri problemi respiratori.

Inoltre, la manutenzione periodica garantisce l’efficienza energetica del condizionatore stesso.

Manutenzione condizionatore: tre consigli fondamentali

Non aspettare che si manifesti un guasto. La manutenzione del condizionatore andrebbe eseguita almeno un paio di volte all’anno. Non dobbiamo aspettare che il nostro apparecchio dia segnali di malfunzionamento per intervenire, perché, anche se sembra che tutto funzioni correttamente, potrebbero esserci delle anomalie e la macchina potrebbe funzionare sotto eccessivo sforzo consumando molta più energia, di conseguenza: bollette più care. Attraverso una periodica manutenzione possiamo evitare danni più gravi.

Mantenere una buona qualità dell’aria. Nell’ambiento domestico c’è una quantità infinita di sostanze potenzialmente pericolose per la nostra salute. Acari, sostanze tossiche rilasciate da detersivi o dalla cottura dei cibi, fumo di sigarette e pelo di animali domestici, sono solo alcune delle sostanze che possono generare allergie o disturbi all’apparato respiratorio, fino ad arrivare alla Legionella, un batterio che vive molto bene all’interno del nostro condizionatore, approfittando dell’ambiente caldo-umido. La pulizia dei filtri e dell’intero apparato è un’operazione fondamentale per evitare il diffondersi di virus e batteri che inquinano l’aria della nostra casa. Da questi elementi viene filtrata l’aria che respiriamo, è quindi importante mantenerli sempre puliti e sostituirli qualora risultassero troppo usurati.

Chiedi aiuto ad un professionista. Il nostro impianto di condizionamento, non richiede grossi interventi di manutenzione, ma è consigliabile affidarsi ad un tecnico specializzato. Attraverso il “fai da te”, possiamo limitarci esclusivamente a pulire i filtri, ma la polvere, come i virus e i batteri possono annidarsi anche nei componenti interni della nostra macchina. Per questo motivo consigliamo di rivolgersi ad un professionista che possa intervenire con attrezzatura specifica per garantire una totale pulizie a sanificazione di tutto l’apparecchio, attraverso l’utilizzo di prodotti specifici e alla competenza per ridurre al minimo i rischi per la vostra salute. Di solito, il costo per un intervento di manutenzione programmata varia dai 30 ai 50 euro per ogni singolo split, una spesa che vi garantirà un intervento professionale che possa assicurarvi di respirare aria pulita all’interno della vostra casa.

Se volete invece optare per una manutenzione “fai da te”, vi consigliamo comunque di seguire i consigli degli esperti e di non prendere iniziative. Sul web ci sono diversi video su come pulire un condizionatore, molti consigli possiamo trovarli anche sui portali web delle case costruttrici.