Manutenzione predittiva dei ventilatori industriali

02La manutenzione periodica e predittiva dei ventilatori industriali permette di evitare il più possibile degli imprevisti e rispettare le norme di sicurezza sul lavoro. Un programma di manutenzione può essere fondamentale in questo passaggio per non incorrere in ingenti spese di budget.

I controlli periodici e predittivi della macchina permettono di tenere sotto controllo e aggiornati tutti i dati di funzionamento, con lo scopo di conoscere in ogni dettaglio il ciclo di vita di tutta la componentistica degli strumenti. Una soluzione che evita guasti e pericolosi incidenti, molto spesso imprevisti.

La conservazione e l’inutilizzo di un macchinario, come il ventilatore industriale, deve essere accurata, perché la trascuratezza comporterebbe una disfunzione dell’attrezzatura. La tua responsabilità, dunque, non si esaurisce con la conservazione, ma essa deve essere sempre controllata, per fare in modo che i ventilatori sfruttino al massimo le loro potenzialità.

Per evitare il fermo dell’impianto non previsto devi attuare un piano di manutenzione corretta per i ventilatori installati nello stabilimento.

Ecco quali sono i controlli da eseguire, per evitare di perdere tempo e budget, soprattutto di seguito trovi alcuni consigli per evitare disastrose rotture causate da un ventilatore tenuto fermo per un lungo periodo. Come non spendere budget inutilmente nell’acquisto di ricambi, che poi rimangono dismessi per lunghi periodi, durante i quali le deformazioni e la ruggine fanno il loro corso causando rotture e malfunzionamenti?

La soluzione? Evitare di tenere fermi gli strumenti. Quindi se hai acquistato un ventilatore industriale nuovo di zecca e sai che dovrai conservarlo in magazzino per un periodo di tempo abbastanza lungo prima di installarlo, un consiglio utile è quello di non tenerlo all’aperto, evitando di sottoporlo alle intemperie.

Meglio evitare che subisca grossi sbalzi di temperatura, perché sono la principale causa delle deformazioni. Ma come evitare i problemi causati da un lungo inutilizzo? Ecco altri indicazioni interessanti:

  • appena puoi gira il motore a mano, bastano dieci giri;
  • registra su una scheda in che giorno hai effettuato questa operazione;
  • ripeti questa procedura ogni due settimane.

Come vedi è molto semplice avere un po’ di cura della strumentazione e fare manutenzione, per evitare deformazioni e ruggine.

Nel caso in cui dovessero verificarsi altri tipi di guasti, mostrando al fornitore la tua scheda di registrazione della manutenzione, potrai dimostrare che non hai effettuato una errata conservazione del ventilatore industriale (scopri su ventilazionesicura.it tutta l’assistenza per i ventilatori industriali).

Cosa fare se il ventilatore è già installato, ma viene acceso solo al momento opportuno?

In questo caso non è possibile girare a mano le ventole, ma anche in questo caso esiste una soluzione ed è più semplice di quella descritta prima, ovvero, ti basterà accendere di tanto in tanto la macchina, già collegata alle tubazioni e alla rete elettrica.

Quindi, metti in azione le ventole ogni due settimane e utilizza il ventilatore di scorta al posto di quello principale, puoi richiedere al tuo fornitore di automatizzare questa procedura. In questa maniera i due ventilatori dureranno più a lungo e potrai evitare spiacevoli inconvenienti in caso di urgenza.

Rispettando queste procedure riscontrerai subito dei vantaggi interessanti, quali:

  • diminuzione dei costi di manutenzione, in tal caso, infatti, verranno sostituiti solo i pezzi che nell’ultima ispezione sono risultati non idonei;
  • riduzione del fermo dei ricambi, quindi, per i ventilatori che non presentano uno stato critico, i pezzi di ricambio verranno ordinati solo in caso di necessità, evitando lo stoccaggio;
  • riduzione del fermo impianto imprevisto;
  • riduzione dei controlli da effettuare e memorizzare;

Quando avrai completato il piano di manutenzione appunta tutte le scadenze in agenda, preferibilmente un’agenda digitale condivisa, come quella di Google Calendar o di Outlook, in questo modo avrai il promemoria al momento opportuno per tutte le attività che bisognerà svolgere.