Materasso in memory foam VS materasso a molle: chi vince?

Tra i materassi in memory foam e quelli tradizionali a molle ci sono un sacco di differenze. Molte persone, interessate a cambiare il supporto sul quale dormono, non sanno come fare per scegliere, vista la quantità di proposte, offerte e materiali presenti sul mercato. Affidarsi alla tecnica di ultima generazione e scegliere il memory foam o rimanere legati alla tradizione con un buon materasso a molle?

Le differenze tra i due diversi tipi di materassi sono molteplici. Per prima cosa il supporto offerto dai due tipi di prodotti è molto differente. I materassi in memory riescono ad assicurare una distribuzione uniforme del peso corporeo su tutta la superficie del supporto. È come poter contare su tantissime particelle capaci di supportare ogni millimetro del corpo, al quale si adattano grazie alla facoltà di ricordare propria del memory foam. I materassi a molle, dal canto loro, forniscono comunque un ottimo supporto, a patto che siano insacchettate e indipendenti. Se le molle hanno tutte la stessa forza di supporto, non si avrà la differenziazione di cui il corpo ha bisogno per riposare in maniera salutare e ottimale.

Quando dobbiamo riposare dopo un’intensa giornata lavorativa, richiediamo dal nostro materasso la giusta dose di stabilità. Il memory foam assicura un’ottima sensazione di sostegno poiché, adattandosi alle forme naturali del corpo, permette alla schiena, alle articolazioni, ai fianchi e alla testa di ricevere il sostegno necessario per un riposo sano. Addirittura i materassi memory riescono a seguire il movimento notturno del corpo, adattandosi di volta in volta alla posizione assunta dal corpo. Un buon materasso a molle è in grado di assicurare un’ottima dose di supporto per favorire un riposo corretto, a patto che abbia delle buone molle ammortizzate.

Chi soffre di caldo durante il sonno, probabilmente, potrebbe percepire, però, il memory foam come troppo riscaldante specialmente nei mesi più caldi dell’anno. Tuttavia, a differenza di quelli a molle, possono adattarsi alla temperatura corporea cercando di portarla a un giusto equilibrio in circa 30 minuti. Sia per i materassi a molle che per quelli in memory si possono adottare dei topper supplementari realizzati in materiali freschi, come il freshgel, per rendere il sonno più fresco e più piacevole.

Chi vince, dunque, nel testa a testa tra materassi in memory e materassi a molle? Ovviamente non possiamo dare una risposta univoca, entrambe le tipologie hanno vantaggi e svantaggi e sono più o meno indicati per diversi tipi di utenti. Se dovessimo, tuttavia, decretare lo svantaggio principale del memory foam, sicuramente il fattore del costo dovrebbe essere quantomeno menzionato. Questo rivoluzionario materiale, inventato dalla NASA per i suoi astronauti, ha un costo più elevato rispetto ai materiali tradizionali. È importante sempre acquistare prodotti certificati, realizzati con schiume di qualità per poter contare su un supporto perfetto e ideale sul quale dormire per molti anni.

I materassi a molle non indipendenti, invece, non assicurano la giusta ammortizzazione né il giusto supporto differenziato per le diverse parti del corpo. Per questo motivo è consigliabile scegliere sempre materassi a molle indipendenti e insacchettate.

Puoi approfondire le informazioni sui memory foam visitando il sito materassimemoryfoam.org