Ortodonzia per adulti: torniamo a sorridere serenamente

Grazie all’ortodonzia anche gli over 18 possono ambire ad un sorriso perfetto. Il mal posizionamento di uno o più elementi dentali può infatti essere curato anche in età adulta con l’applicazione del noto “apparecchio” ed altri innovativi trattamenti ortodontici. Chi non corre ai ripari si espone a danni rilevanti come alterazioni sull’estetica del volto o problemi nella masticazione, respirazione e fonazione. Vi sono molti professionisti del settore dell’ortodonzia che stanno sviluppando metodiche innovative e rivoluzionarie: è il caso ad esempio del dott. Lombardo, dentista di Bergamo, che sul sito www.massimilianolombardo.com offre una panoramica chiara e dettagliata sul tema e sui trattamenti più all’avanguardia come l’ortodonzia invisibile. Vergogna o imbarazzo sono spesso i motivi che tengono lontani i pazienti dalla risoluzione dei problemi ortodontici. Oggi però con gli apparecchi invisibili è possibile vivere senza disagio questa esperienza ed ottenere il sorriso che hai sempre desiderato. Tieni bene a mente questi dati: il 75% dei pazienti riferisce che l’ortodonzia ha migliorato la propria vita ed il 92% ne consiglia i trattamenti ad altri adulti. Dunque, non perdere tempo e torna a sorridere serenamente!

Quando ricorrere all’ortodonzia?

L’ortodonzia risolve principalmente due tipologie di problemi: estetici e funzionali. Nel primo caso si tratta di piccoli difetti che incidono sull’aspetto estetico dei pazienti e ne compromettono il sorriso. Accavallamento dentale o eccessivo spazio tra i denti (diastema) sono i motivi principali per i quali si ricorrere all’ortodonzia. Il malposizionamento dentale può spesso originare problemi funzionali che hanno ripercussioni non soltanto sulla salute dei denti ma anche su altri organi. Questi che seguono sono i difetti funzionali più frequenti e comuni:

  • carie causate dal posizionamento anomalo dei denti che rende difficile l’igiene orale quotidiana e facilita l’accumulo della placca e del tartaro;
  • problemi respiratori: apnee notturne o russamento;
  • bruxismo: ossia il digrignamento inconsapevole durante il sonno;
  • malocclusione dentale, morso crociato, aperto o profondo;
  • problemi di deglutizione e/o masticazione;
  • problemi di fonazione: difficoltà a pronunciare correttamente alcuni suoni

In tutti questi casi è importante ricorrere all’ortodonzia per correggere le anomalie dei denti o delle ossa mandibolari. Mediante i trattamenti ortodontici è possibile ripristinare la corretta posizione dei denti e la funzionalità degli stessi.

Dall’apparecchio tradizionale ai trattamenti attuali

Quando si pensa all’apparecchio o macchinetta tradizionale vengono subito in mente fili e placchette metalliche ben in vista. L’ortodonzia ha fatto però passi da gigante ed offre soluzioni molto più confortevoli e discrete dal punto di vista estetico rispetto al passato. Attualmente il trattamento ortodontico più richiesto dai pazienti è l’apparecchio Invisalign. Questa soluzione è stata messa a punto dall’ortodonzia invisibile che rispetto a quella tradizionale sfrutta la tecnologia 3D per studiare in via preliminare i possibili trattamenti ed elaborare una previsione virtuale del risultato finale. Un altro importante vantaggio per i pazienti che ancor prima di cominciare il trattamento hanno un’idea chiara di come cambierà il loro volto ed il sorriso. L’Invisalign consente di allineare i denti mediante l’applicazione di mascherine realizzate in plastica trasparente che sono praticamente invisibili. Le mascherine o aligner sono create su misura per il paziente e vengono sostituite ogni 7/14 giorni. La durata del trattamento dipende ovviamente dalla situazione specifica. A differenza degli apparecchi ortodontici tradizionale l’Invisalign offre numerosi vantaggi:

  • sono facili da applicare;
  • possono essere rimosse in completa autonomia;
  • non sono previste restrizioni per l’alimentazione: durante i pasti infatti le mascherine vanno rimosse temporaneamente. Non dovrai mai rinunciare ad un panino croccante!
  • la manutenzione è semplice: bastano acqua, spazzolino e dentifricio per pulire le mascherine e rimuovere la placca. Un consiglio: non utilizzare dentifrici aggressivi e con microgranuli in quanto potrebbero graffiare e/o rovinare le mascherine;
  • conosci il risultato del trattamento ancor prima di cominciare;
  • consente di raggiungere più velocemente gli obiettivi: rispetto all’apparecchio tradizionale le mascherine trasparenti agiscono in modo simultaneo su più denti;
  • più confortevole soprattutto rispetto all’apparecchio tradizionale costituito da fili e placche in metallo che provocano maggiore fastidio in bocca.

Invisalign: costa di più dell’apparecchio tradizionale?

Assolutamente no. Il nuovo metodo Invisalign non è più costoso di un apparecchio ortodontico fisso o mobile. Anzi in alcuni casi un apparecchio fisso può costare anche di più delle mascherine trasparenti soprattutto quando si utilizzano particolari leghe di metallo o resine pregiate per realizzarlo.

I casi in cui non si può utilizzare l’ortodonzia invisibile

Seppur efficaci ed innovative le mascherine non possono essere utilizzate per le malocclusioni più complesse che richiedono una pressione maggiore per l’intrusione e/o l’estrusione degli elementi dentali. In questi casi solitamente si ricorre all’apparecchio ortodontico fisso tradizionale.

Come trovare il centro di ortodonzia più vicino a te

Se stai cercando un modo per individuare il dentista di fiducia più vicino a te ti consigliamo senza dubbio di ricorrere ad un portale per dentisti iscritti all’albo. E’ sinonimo di garanzia e sicurezza.