L’ascesa del settore dei fiori a domicilio a Milano

Velocità e varietà

La motivazioni che stanno dietro alla rapida ed apparentemente inarrestabile ascesa del settore dei fiori a domicilio sono facilmente intuibili. Se è vero, infatti, che i ritmi frenetici che rivestono la quotidianità impongono a ciascuno di dover ottimizzare nel migliore nei migliore dei modi possibili il tempo a disposizione, è altrettanto vero che virare su tale specifica opzione permette di far pervenire direttamente a casa della persona amata un regalo che quest’ultima apprezzerà senz’altro. Chiunque, nel giro di poco tempo, avrà l’opportunità di dar forma tangibile ai gusti ed ai desideri floreali più diversi, da quelli più tradizionali fino ad arrivare a quelli più bizzarri.

Le ricorrenze

La consegna di fiori a domicilio a Milano attraverso siti come FloraQueen potrebbe rappresentare una soluzione funzionale anche nell’ottica di una ricorrenza che, per valore simbolico o intrinseco, richiede un dono altrettanto caratterizzato da una buona pregevolezza. Tanto per citare un caso prettamente esemplificativo, uno di questi giorni speciali potrebbe essere rappresentato dal Capodanno, una ricorrenza nella quale poter fare gli auguri per mezzo un mazzo di fiori che, nella sua impronta stilistica, non può non tenere conto né del destinatario né di chi opta per un dono di questo genere. Tra le varianti opzionabili vi è quella dei fiori secchi che, per caratteristiche, risultano essere certamente più duraturi se paragonati a quelli freschi. Altra occasione nella quale poter inviare fiori a domicilio potrebbe essere rintracciata nella festa degli innamorati per eccellenza: San Valentino. Una simile eventualità potrebbe richiedere di buttarsi su un classico ed intramontabile mazzo di rose rosse, emblema di un amore che tramite questo viene simboleggiato nel migliore dei modi. Altrettanto valide alterative potrebbero essere delle rose di colore differente, tra cui quelle gialle o blu. Riguardo al giallo, è bene tuttavia sapere che codesta tonalità incarna anche la gelosia.

I vantaggi

Come facilmente si potrebbe intuire, la consegna di fiori a domicilio porta con se una vasta e variegata gamma di soluzioni selezionabili. Dai bouquet ai fiori singolarmente selezionati fino alle composizioni floreali, ognuna di queste scelte andrà incontro a qualsiasi topologia di richiesta. Successivamente ad aver optato per l’una o per l’altra alternativa, non bisognerà fare altro che indicare sia le proprie generalità sia quelle del destinatario al quale far recapitare il regalo, insieme all’indirizzo di quest’ultimo. Nella fattispecie in cui si scelga di sorprendere la persona amata, cosa buona e giusta è anche specificare la fascia oraria nella quale far pervenire il tutto, in maniera tale che il beneficiario del regalo possa trovarsi nella propria abitazione nell’attimo in cui avviene la consegna. Contrariamente a quello che si potrebbe credere, la spedizione di fiori a domicilio a Milano attiene sia uomini che donne, di qualsiasi fascia di età. Indifferentemente dal fatto che si sia in presenza di una ricorrenza, di festività natalizie o pasquali, di un battesimo, di un esame universitario andato bene o di una laurea appena conseguita, molteplici risultano essere le motivazioni per le quali far recapitare a casa un dono floreale, il quale rappresenta sempre e comunque una bella idea. Qualunque sia il dubbio scaturente da una scelta che non mai facile, a correre in soccorso ci sono delle figure il cui scopo è quello di consigliare la migliore opzione per il singolo caso. Che si tratti di mandare un bouquet dalle dimensioni importanti o un qualcosa che invece appare come molto meno voluminoso, la consegna di fiori a domicilio a Milano fa della puntualità e della funzionalità due aspetti dai quali non è possibile prescindere.

Risarcimento danni, a chi rivolgersi?

Nel nostro ordinamento giuridico, vige il principio secondo il quale ciascuno si deve comportare in maniera tale da non ledere l’altrui posizione. Per danno si intende il pregiudizio proveniente da un comportamento colposo, causato da negligenza, imprudenza o imperizia, oppure doloso di un altro soggetto. Se il danno è ingiusto e non vi è alcuna norma che regolamenti qual determinato comportamento, subentra la legge, la quale impone l’autore del danno a risarcirlo. I casi in cui il pregiudizio arrecato può essere risarcito sono diversi: in caso di legittima difesa, qualora sia considerato ingiusto; in caso di sinistro stradale; in caso di inadempimento contrattuale. Chi intende richiedere il risarcimento del pregiudizio arrecato, deve dimostrare che il danno è in rapporto di causa-effetto rispetto al comportamento dell’agente, con il cosiddetto nesso di causalità.
Il giudice, dunque, procederà secondo una valutazione equitativa del danno. Occorre fare una distinzione tra danno patrimoniale e danno non patrimoniale.

Danno Patrimoniale

È la lesione che un determinato soggetto subisce al suo patrimonio e che, dunque, va valutato subito in termini monetari.

Danno Non Patrimoniale

È rappresentato dalla lesione di un bene della vita, che non può essere quantificato in termini economici. Il danno non patrimoniale ricomprende il danno biologico, morale ed esistenziale. Il danno biologico è la lesione temporanea o permanente all’integrità psicofisica della persona, suscettibile di accertamento medico legale, che esplica un’incidenza relativa sulle attività quotidiane e sugli aspetti dinamico relazionali della vita del danneggiato, indipendentemente da eventuali ripercussioni sulla sua capacità di produrre reddito (art. 139 co.2 del codice delle assicurazioni private). Il danno esistenziale è il pregiudizio arrecato all’esistenza, un peggioramento della qualità della vita, pur non rientrando tra i danni alla salute. Alcuni esempi di danno esistenziale sono: il danno alla vita di relazione, il danno estetico, il danno da compromissione della sessualità e il danno da perdita parentale. Il danno morale è un pregiudizio legato alla lesione fisica o alla perdita di una persona cara. La Cassazione definisce il danno morale come “la sofferenza morale, senza ulteriori connotazioni in termini di durata, integra il pregiudizio non patrimoniale. Deve trattarsi di un turbamento dell’anima, di un dolore sofferto, che non abbia generato degenerazioni patologiche della sofferenza”.

Esistono diversi criteri utilizzati nel risarcimento del danno: il risarcimento per equivalente, in via equitativa ed in forma specifica. Il primo è la forma classica del risarcimento del danno che si configura mediante il riconoscimento di una somma di denaro. Il risarcimento in via equitativa viene utilizzato per quantificare il danno quando sia certo nella sua esistenza, ma non nella sua entità. Infine il risarcimento del danno in forma specifica consente di ripristinare esattamente la situazione prima che si verificasse il pregiudizio, la cosiddetta reintegrazione.
Per chiedere il risarcimento del danno occorre recarsi in uno studio legale specializzato in risarcimento danno, al fine di ottenere ciò che spetta di diritto. Giova menzionare alcuni studi italiani presenti nelle principali città: lo studio legale Petroncini di Roma, offre assistenza e consulenza competitive, al fine di soddisfare al meglio le esigenze dei propri clienti. È uno studio che garantisce una prestazione personalizzata ad alto valore aggiunto, ed è certificato ISO 9001:2015, norma che indica i requisiti di un sistema di gestione di qualità, riferendosi soprattutto all’efficienza dei processi. Svolge attività di responsabilità medica, diritto immobiliare, infortunistica stradale e focus compravendita.

Lo studio legale Jerkunica, con sede a Milano, offre un’assistenza legale volta ad ottenere il pieno risarcimento del danno da infortuni sul lavoro, incidenti stradali e responsabilità medica.
Lo studio legale Iannitti, sito a Napoli, anch’esso specializzato in risarcimento del danno, offre una consulenza completa, garantendo maggior tutela al proprio cliente.

3 suggerimenti per scegliere il catering per il proprio matrimonio

Il giorno del proprio matrimonio è, senza dubbio, uno dei più importanti nell’arco di tutta la vita. Ecco, quindi, che si deve organizzare il tutto al meglio, senza tralasciare alcun dettaglio. Di sicuro il sol pensiero dell’organizzazione di un matrimonio può far sudare freddo: niente paura, però, perché grazie a dei consigli e alla figura di professionisti del settore si potrà fare tutto in poco tempo, in maniera organizzata, senza stress e senza intoppi.

Un primo aspetto che va preso in considerazione, che molti reputano essere il più importante in assoluto, è quello che concerne il come scegliere il catering per il proprio matrimonio. Questo perché nella nostra cultura il cibo è al primo posto e, pertanto, è importantissimo che tutto sia scelto in base ai propri gusti e a quelli degli invitati, così da rendere ancora più speciale un giorno di festa. 

Come scegliere il catering per il matrimonio: consigli e suggerimenti

Chi è alle prese con l’organizzazione del matrimonio perfetto prenda carta e penna: questi sono tre consigli che possono cambiare le carte in tavola. Se si vuole allontanare lo stress organizzativo, la cosa più importante è sapere come muoversi.

Il primo consiglio è quello di affidare il catering a professionisti del settore come Fiorenta.it. In questo modo si potranno avere delle soluzioni pensate appositamente per le proprie esigenze. Sarà possibile scegliere esattamente ciò che si desidera, così da andare a soddisfare le proprie voglie. Del resto, il giorno del proprio matrimonio deve essere ricordato per tutta la vita ed è per questo che lasciare che se ne occupino dei professionisti è il primo passo per un successo assicurato. C’è chi ama il pesce, chi la carne, chi vuole un menù vario e abbondante, chi invece decide di optare per un qualcosa di più sobrio ed elegante. Le esigenze delle coppie sono tante e sono molto eterogenee. I professionisti del mondo della ristorazione per matrimoni sapranno consigliare solo il meglio, venendo incontro a quelli che sono i gusti e i desideri delle coppie.

Il secondo consiglio è strettamente legato al primo. Quando si organizzano dei banchetti per tante persone è importante anche prestare attenzione a quelle che potrebbero essere le esigenze, ma anche le intolleranze degli invitati. Proprio per questo motivo, se ci si affida a dei professionisti del mondo del catering si deve fare attenzione che questi siano in grado di gestire ogni tipo di situazione. Solo in questo modo, quindi, non si avranno problemi, perché si potrà trovare la soluzione migliore per ogni tipo di problema. Tutto ciò è un bene per la coppia che, quindi, non dovrà avere sulle proprie spalle lo stress di dover pensare a questi dettagli che tutto sono fuorché irrilevanti.

Il terzo e ultimo consiglio per un catering perfetto è quello di scegliere delle portate in grado di stupire. LItalia è il paese dei matrimoni e questo è valido soprattutto all’estero, oggi come oggi. Ecco, quindi, che preferire dei piatti che richiamano la tradizione culinaria italiana è una scelta sempre vincente. Nella scelta dei professionisti che penseranno a un dettaglio importante come il catering, quindi, non si potrà in alcun modo sottovalutare questo aspetto. Sarà importante inserire tra i piatti presentati e serviti grandi classici della tradizione culinaria del posto in cui ci si sposa. 

Alla luce di questi pochi e semplici consigli, scegliere il catering perfetto per la propria giornata speciale è cosa facile. Non resta che iniziare a sognare e finire di organizzare tutto. Questo giorno rimarrà per sempre nel cuore e nella memoria, non solo degli sposi ma anche di tutti gli invitati. 

Il mercato delle traduzioni professionali a Roma

Roma città eterna”, “Roma caput mundi”, culla della civilità antica, centro della cristianità e capitale politica, Roma è tutto questo e molto altro ancora.

Dall’ambito turistico all’ambito lavorativo, Roma à senza dubbio una delle città italiane più frequentate.

Ogni anno attira persone provenienti da ogni parte del mondo grazie ai suoi meravigliosi monumenti e alle opportunità che offre in ambito lavorativo.
In questo clima dinamico ed in continuo fermento, non si fa fatica ad immaginare l’importanza delle agenzie di traduzione.

Anche se solitamente si tende ad associare le traduzioni alla traslazione in lingua straniera di libri e brochure, in realtà, come sottolinea il team di Espresso Translations, il ruolo di un’agenzia di traduzioni è molto più ampio.

Cerchiamo quindi di inquadrare il ruolo delle agenzie di traduzioni, in quali casi è conviene rivolgersi ad esse ed i consigli di Espresso Translations per scegliere l’agenzia più adatta alle proprie esigenze.

Traduzione e turismo a Roma

Essendo Roma una delle città italiane più gettonate a livello turistico, le agenzie di traduzione che operano in zona hanno giustamente sviluppato all’interno della propria offerta tutto ciò che riguarda le traduzioni turistiche.

L’ambito delle traduzioni turistiche è un settore piuttosto ampio che spazia dalla traduzione dei menu dei ristoranti, fino ad arrivare alla rielaborazione dei messaggi pubblicitari di modo che possano risultare efficaci anche su di un pubblico straniero.

Impossibile infatti per un’attività posizionata nel centro di Roma non prendere in considerazione le possibilità di guadagno derivate dal turismo.

L’attrattiva turistica rappresentata da Roma influenza difatti fortemente alcuni settori in particolare, tra cui la ristorazione, i siti di interesse culturale ed artistico, la moda ed il design.

Il consiglio per cui, quando si deve decidere a quale agenzia di traduzioni affidare un lavoro, è di verificare le competenze specifiche dell’agenzia stessa.

In questo caso, nello specifico, bisognerà verificare che ci sia un team specializzato in traduzioni turistiche e, qualora fosse necessario, di marketing.

Traduzioni in ambito giuridico a Roma

Quando si parla di Roma sarebbe sbagliato non prendere in considerazione il fatto che, oltre ad essere una città che attira moltissimi turisti ogni anno, attira anche molte persone provenienti da ogni parte del mondo che decidono di trasferirsi nella capitale.

Che si tratti di un soggiorno studio, oppure di un’esperienza lavorativa, tutti devo in fin dei conti fare i conti con la burocrazia italiana.

In questi casi le agenzie di traduzione si rivelano essere dei preziosi alleati, in quanto nella maggior parte dei casi offrono anche servizi di traduzione giurata o asseverata, assolutamente indispensabili per ottenere la legalizzazione dei propri documenti in un’altra lingua.

Difatti, quando bisogna presentare la traduzione di un documento, sia questo un titolo di studio oppure dei documenti d’identità necessari per ottenere un visto, è importantissimo che la traduzione del documento mantenga il proprio valore legale.

Nello specifico, la traduzione asseverata è una traduzione ufficiale di un documento legale la quale, tramite l’asseverazione del documento finale, mantiene lo stesso valore legale dell’originale.

Le traduzioni nel mondo del lavoro

Nonostante Roma sia generalmente associata all’ambito turistico, in realtà si tratta di una città che presenta uno dei contesto lavorativi più importanti a livello europeo ed internazionale.

Le agenzie di traduzione, in questo contesto, collaborano principalmente con le grandi aziende, sia per quanto riguarda lo sviluppo di progetti a livello nazionale, sia per quanto riguarda la comunicazione marketing e giuridica dei progetti di esportazione.

Il recente sviluppo delle telecomunicazioni ha sicuramente facilitato e incentivato le esportazioni.

Questo per una compagnia significa da un lato ampliare il proprio bacino di utenza, dall’altro però significa anche dover affrontare tutti gli iter burocratici necessari per mettersi in regola.

In questo tipo di operazione le agenzie di traduzione risultano essere un valido alleato in quanto si occupano della traduzione di tutta la documentazione necessaria per presentare le pratiche.

Fondamentale in questi casi quindi verificare le competenze dell’agenzia di traduzioni sia per quanto riguarda la traduzione dei documenti legali, quindi la possibilità di svolgere traduzioni asseverate, sia per quanto riguarda la traduzione della strategia di marketing.

Di cosa si occupano le agenzie di traduzione

Per capire quando conviene rivolgersi ad un’agenzia di traduzioni è innanzitutto importante capire come funziona e di cosa si occupa.

Nello specifico, l’agenzia di traduzioni altro non è che un organo formato da un team di professionisti, ognuno dei quali specializzato in un diverso ambito tematico, i quali si suddividono il lavoro in base alle richieste del cliente.

Esistono poi le agenzie di traduzione classiche, in cui tutto il team opera da una stessa sede, oppure le agenzie di traduzione online, come per esempio Espresso Translations, le quali hanno una sede fisica principale, ma operano prevalmentemente online sia con i propri clienti che con i propri collaboratori, queste agenzie si appoggiano difatti a team di traduttori freelance, i quali operano in remoto.

Vediamo ora di chiarire cosa aspettarsi da un’agenzia di traduzioni e quali richieste è possibile avanzare.

Uno dei compiti che non spettano all’agenzia di traduzioni, a meno che non sia stato concordato preventivamente, troviamo la correzione del testo originale, che non è mai di competenza dell’agenzia di traduzioni nemmeno in caso di semplici errori grammaticali.

Stesso discorso vale anche per i testi mal tradotti, sia perchè elaborati tramite traduttori automatici sia perchè tradotti in maniera casalinga, la cui correzione non spetta all’agenzia.

Un altro punto fonte di disguidi riguarda l’impaginazione del testo, che è un compito che generalmente va affidato ad un grafico.

Come scegliere l’agenzia di traduzione

In ultima analisi non esiste quindi un’agenzia che si possa ritenere generalmente migliore di un’altra.

Bisogna sempre verificare che le competenze specifiche del team di traduttori si adeguino alle proprie necessità e la serietà dell’agenzia di traduzioni stessa.

Dare un giusto prezzo poi a questi servizi è molto difficile, in quanto dipende da moltissimi fattori e dalle singole richieste, ma in generale si può dire che i prezzi di un’agenzia di traduzioni online tendono ad essere un pò più vantaggiosi rispetto ad un’agenzia con sede fisica.

Delpho: tutte le informazioni sui corsi di informatica

Un’adeguata qualifica nella tecnologia dell’informazione, oggi più che mai, aiuta a garantire un elevato standard qualitativo del lavoro in una vasta gamma di settori. Studiare la tecnologia informatica con Delpho significa avere fin da subito gli strumenti essenziali per poter raggiungere questo elevato standard qualitativo. L’offerta è ampia e spazia dagli elementi di base dell’informatica ai sistemi di innovazione più sofisticati per l’attività professionale. Il tutto curato dall’attenzione al raggiungimento del risultato che il partecipante ricerca e si aspetta dal proprio percorso di studio.

Imparare ad usare il web e gli strumenti essenziali come Office ed il social advertising

Tra i vari corsi messi a disposizione da Delpho, non potevano mancare i corsi per apprendere come sfruttare al meglio i programmi Office. Conoscere per ottenere il meglio da questi programmi consente ad esempio, di poter impostare al meglio un documento importante per lo studio o per il lavoro per ottenere la migliore formattazione e la migliore resa grafica anche per i documenti istituzionali. Scoprire tutte le potenzialità di Excel significa poter applicare gli strumenti del foglio di calcolo per le proprie statistiche, i propri report e molto altro come calcolatori automatici e sistemi al servizio della contabilità. Anche Power Point ed Access non avranno più segreti, con il corso si avranno a disposizione le conoscenze adatte a creare presentazioni efficaci con Power Point ed una ottima gestione di database con Access. Ma non solo, Delpho eroga corsi per chi ambisce alla progettazione ed allo sviluppo di siti web. In questo modo verranno approfondite le nozioni essenziali per affrontare il montaggio di un sito internet con HTML e CSS, la programmazione JavaScript e molto altro di specifico come i software di fotoritocco o i corsi pensati appositamente per conoscere il Social Media Marketing, la piattaforma WordPress ed i sistemi di advertising dei social network.

Acquisire competenze professionali in termini di grafica e programmazione, anche per Android

I corsi di informatica offerti da Delpho comprendono percorsi di apprendimento dedicati particolarmente anche alla grafica pubblicitaria ed a tutti gli elementi ivi compresi come Adobe InDesign ed Illustrator. Un mix di proposte che danno l’opportunità di apprendere il mondo della grafica 3D ma anche le tecniche di montaggio dei video. Tutto quanto necessario per il tuo lavoro di professionista nel campo della comunicazione ma anche per chi voglia scegliere un approccio self-made ed acquisire competenze specifiche per adoperarle nel proprio business con padronanza degli strumenti ed in modo autonomo. Inoltre è possibile scegliere corsi di formazione in ambito di programmazione in C# ma anche progettazione e sviluppo di moderne applicazioni adatte ai sistemi operativi Android. Una vastissima scelta di opportunità per incrementare le proprie competenze o quelle del proprio team con centinaia di moduli dedicati ad ogni aspetto della grafica e della programmazione per uno studio efficace e mirato al raggiungimento del risultato. Pr ogni corso sono anche previste delle esercitazioni per valutare il livello di apprendimento e le capacità acquisite durante il percorso di studio.

Formazione specifica per un business più innovativo e poi corsi per conoscere tutto di SAP ma anche per saper muoversi nella struttura hardware

Le sfaccettature di un business, soprattutto se moderno, toccano vari aspetti del mondo dell’informatica. Ecco perché Delpho risponde prontamente a questa esigenza con corsi specifici anche sulla gestione dell’installazione, della configurazione e dell’amministrazione di un pacchetto client-server di Linux ma anche Unix. Un corso che affronta anche le tematiche di networking di Linux studiando il sistema per l’utente finale così come per l’amministratore di sistema. Un’offerta di corsi che comprende anche un percorso formativo volto a focalizzare lo studio anche sulla parte hardware dell’informatica, ovvero l’assemblaggio dei pc, la struttura delle reti LAN ed uno studio sulle soluzioni integrate tra hardware e software. In questo modo, chi sceglie un corso Delpho potrà essere in grado di progettare e realizzare una infrastruttura di rete che sia basata sul sistema Windows. L’offerta di formazione è vasta e particolarmente indicata per tantissime tipologie di business, Delpho propone un corso specifico per acquisire tutte le competenze dell’attività di segreteria, dell’amministrazione condominiale o della tenuta della contabilità, compreso tutto quanto necessario a comprendere il funzionamento e gli aspetti pratici della fattura elettronica ed del sistema di fatturazione e gestione magazzino SAP.

Delpho si dimostra una realtà che attraverso la metodologia del learning-by-doing, ovvero imparare facendo, ha orientato i propri percorsi di formazione al mondo dell’informatica per la propria attività imprenditoriale o per l’attività professionale incontrando l’interesse di tante categorie, dagli studenti agli enti pubblici passando per i commercianti e, le grandi aziende e gli insegnanti oltre che i liberi professionisti.

Trattamento per la depurazione delle acque reflue

Il trattamento per la depurazione delle acque reflue riveste grande importanza poichè queste, prima di essere reintrodotte in circolo attraverso corsi d’acqua, mari o laghi, necessitano di essere trattate e purificate. Il controllo e la decontaminazione delle sostanze provenienti dalla rete urbana civile o industriale, sono processi utili non solo per la qualità dell’acqua, ma anche per salvaguardare il terreno e i suoi organismi.

Il trattamento per la depurazione delle acque reflue consiste in un complesso sistema di filtraggio che ha lo scopo di purificare la parte liquida da sostanze indesiderate e trattenerle all’interno di filtri appositi. Si creano dunque fanghi e residui che non vengono immessi nella normale rete idrica, rendendo così compatibile l’acqua con il terreno e con i bacini idrici. La depurazione avviene attraverso una combinazione di più processi di natura chimica, biologica e fisica, ma la miglior depurazione deve essere ottenuta nel modo più simile a quella tipica dei naturali processi biologici tipici dei corpi idrici.

Tipi di impianti di depurazione delle acque reflue

La depurazione della acque reflue provenienti da usi civili e industriali si verifica tramite gli impianti di depurazione.

Generalmente vengono previsti trattamenti differenti per acque domestiche e per acque industriali, ma in entrambi i casi è possibile vedere una vera e propria linea acque e una  linea fanghi, a seconda dello stato di “purezza” del liquido.

Sono 3 i passaggi previsti per la linea dell’acqua:

  • Il pretrattamento: è il processo che consente la rimozione parziale delle sostanze contenute nel liquame che tendono a sedimentare. Il processo comprende la grigliatura, la sabbiatura, la sgrassatura e la sedimentazione primaria.
  • Il trattamento ossidativo biologico: permette la rimozione di sostanze organiche che possono sedimentare e che non sono contenute nelle acque reflue. L ’areazione e la sedimentazione secondaria sono le due fasi tipiche di tale passaggio.
  • Trattamenti aggiuntivi: quest’ultimo trattamento prevede la rimozione delle sostanze che restano inalterate in seguito ai passaggi precedenti.

La linea dei fanghi, invece, ha come principale obbiettivo quello di separare l’acqua dai fanghi, annientando gli organismi patogeni presenti. Il liquame trattato viene successivamente convogliato all’interno di una condotta che viene definita “emissario“, la quale trasporta l’acqua, ormai ripulita, all’interno di corsi d’acqua, laghi, mari e canalizzazioni per irrigazione.  A seconda del grado dei trattamenti di depurazione delle acque reflue e delle caratteristiche finali dell’acqua, questa può essere impiegata anche in campo agricolo o per usi industriali.

Acque reflue urbane e industriali, le differenze

Nei normali impianti depurativi,  vengono convogliate le acque intese come scarichi di comparti civili o industriali.

Le acque reflue urbane provenienti dalla rete o da scarichi civili

Questa categoria comprende le acque di scarico di tipo civile e le acque che fuoriescono impianti di ruscellamento.

Le acque definite di tipo civile derivano dalle quotidiane attività domestiche mentre quelle che vengono chiamate ” di ruscellamento” sono caratterizzate da una provenienza pluviale o da strade. L’acqua, proveniente dall’una o dall’altra fonte, contiene inevitabilmente residui inquinanti come microparticelle di rifiuti solidi (gomma, plastica, legno, polveri metalliche), schiumogeni e detergenti. Lo scopo dei depuratori e degli appositi filtri è di fermare questi inquinanti, impedendo che possano essere introdotti in natura.

Le acque di rifiuto industriale

L’acqua proveniente dagli scarichi industriali presenta una composizione che varia a seconda del settore da cui deriva. Uno scarico di acqua inteso come rifiuto di un’azienda meccanica, comporterà, ad esempio, la presenza di residui diversi rispetto all’acqua che invece proviene da lavorazioni farmaceutiche o derivanti da un’industria alimentare. Come tali il trattamento di depurazione di acque reflue deve essere obbligatoriamente diverso. Gli impianti di depurazione tradizionale possono trattare solo liquidi industriali che possono essere assimilati a quelli di tipo domestico. Molti sono i campi di applicazione dei trattamenti di depurazione delle acque reflue.

Il primo step di filtraggio e depurazione dovrebbe eseguirlo la stessa azienda attraverso l’installazione di filtri che possono fungere da sistema di pretrattamento prima dello scarico nella fogna, allo scopo di eliminare le sostanze non compatibili con il processo di depurazione naturale. Ciò vale a maggior ragione se le acque di scarico industriali contengono sostanze tossiche le quali possono essere indifferenti ai trattamenti e proprio per questo necessitano di un trattamento diverso direttamente nel sito di produzione.

Come spedire alimenti all’estero

Quando si effettua una spedizione pacco non sempre avviene per singoli oggetti ma anche ad esempio per tipologie di alimenti. Per fare questo però bisogna seguire delle regole soprattutto quando bisogna effettuare delle spedizioni all’estero, questo perché ci sono delle normative per ogni tipo di nazione e soprattutto dei controlli doganali che è necessario anzi, obbligatorio rispettare.

Ovviamente gli alimenti sono in percentuale tra gli oggetti più spediti in assoluto, soprattutto quando si tratta di Italiani all’estero che poco apprezzano la cucina dei luoghi in cui si trasferiscono e non intendono soprattutto cambiare le proprie abitudini alimentari. Spedire all’estero alimenti ovviamente non è previsto solo per i singoli privati, ma anche per trattamenti di import ed export ed è soprattutto quando si tratta di questo che bisogna prestare molta ma molta attenzione.

Ci sono come detto in precedenza dei limiti e delle restrizioni e tutte diverse tra le varie tipologie di alimenti, questo perché bisogna appunto suddividere il cibo in grandi cluster in base alle sue caratteristiche per poi applicare le norme previste dalla legge in materia. Ad esempio se si tratta di prodotti da frigo è necessario dover scegliere una spedizione pacco specifica, questo perché il corriere espresso deve essere dotato del giusto mezzo di trasporto e soprattutto deve prestare attenzione.  Quando invece si tratta di altri tipi di prodotti, questi possono tranquillamente viaggiare con corriere a patto che però siano imballati con cura e soprattutto rispettando le norme di sicurezza.

Tutto quello che c’è da sapere riguardo la spedizione degli alimenti all’estero

Spedire all’estero degli alimenti non è poi tanto diverso dallo spedire degli oggetti, ovviamente salvo le situazioni sopra citate. In primis dunque bisogna inserire dei dati tra cui il peso del primo pacco ed eventuali altre scatole e specificare tutte le caratteristiche richieste. Bisogna poi passare all’inserimento dei dati del mittente, del destinatario ed infine compilare gli spazi destinati alla fattura, al tracking code e all’eventuale trattamento particolare per la conservazione e il trasferimento di oggetti e merce.

Fatto questo il preventivo spedizione sarà calcolato da SpedireSubito.com e dunque si dovrà semplicemente scegliere il corriere più adatto alle proprie esigenze per poi proseguire con il pagamento, l’inserimento dell’etichetta con i dati, disponibile tramite mail dopo il pagamento; e poi non resta che attendere comodamente il ritiro del pacco e controllare in qualsiasi momento l’andamento grazie al tracking code. Per quanto riguarda invece l’assistenza è sempre disponibile per la risoluzione di qualsiasi problema o per chiarimenti ed eventuali domande riguardo la propria o eventuale spedizione pacco.

Ovviamente i migliori corrieri che collaborano con SpedireSubito mettono a disposizione delle ottime offerte che consentono di spedire un pacco in qualsiasi parte del mondo e a prezzi sicuramente convenienti, questo perché si vuol garantire al cliente sempre il massimo delle prestazioni e del servizio, in modo tale da fidelizzarlo e soprattutto accontentarlo nelle sue richieste.

Spedire cibo all’estero e i divieti da rispettare

Effettuare una spedizione pacco estera per alimenti comporta quindi a delle regole e divieti da rispettare e questo perché si cerca di tutelare e soprattutto far funzionare bene le comunità. Ad esempio il vetro deve avere un trattamento particolare in quanto non solo rischia di rompersi ma soprattutto potrebbe danneggiare altri pacchi da spedire.

Altra cosa da considerare è quella che riguarda la spedizione di alimenti già aperti, questo ovviamente non è possibile in quanto si rischia di compromettere anche la salute di persone, soprattutto quando si tratta di carichi import o export. Qualora infatti alla dogana o dopo altri tipi di controlli ci si trova dinanzi ad alimenti avariati o addirittura aperti è necessari andare ad eliminare il problema vietando poi il trasporto di quegli oggetti oppure alimenti.

Quindi tutto questo è fatto solo ed esclusivamente per garantire sicurezza dei clienti e soprattutto per non andarsi poi a trovare in situazioni spiacevoli che ovviamente non possono risolversi, in quanto non possono essere fatte eccezioni soprattutto quando si parla di cibo. Per quanto riguarda determinati tipi di alimenti inoltre sono previste delle modalità di spedizione pacchi particolari, questo perché si parla si bottiglie o contenitori fragili che bisogna trasportare con massima sicurezza, oppure di carichi che devono subire un certo tipo di trattamento particolare.

Disinfettare la casa dopo aver effettuato la disinfestazione dai topi

Hai appena avuto topi in casa! Se hai appena sfrattato i roditori da casa tua, e sei un amante delle cose fai date la pulizia è all’ordine del giorno.

Pulire è importante

Un ospite indesiderato come il topo e i suoi amici lasciano dietro di sé ricordi più che brutti. I topi carini e pelosi possono sembrare fragili e innocui, ma possono essere portatori di malattie potenzialmente letali come leptospirosi, virus della coriomeningite linfocitaria, peste, febbre da morso di ratto e salmonellosi. I germi possono rimanere nelle urine e nelle feci di ratto anche dopo che i topi sono stati scacciati, quindi è importante un’attenta pulizia. Per un ulteriore approfondimento vi invitiamo a consultare gli articoli scritti in merito da questa azienda di disinfestazioni a Roma su www.prontodisinfestazioniroma.it.

Iniziamo a disinfettare casa

Prendi un paio di guanti di gomma e disinfettante. Non cercare di pulire le aree macchiate dai topi a mani nude. Anche se una superficie può sembrare relativamente pulita, probabilmente non lo è.

I topi urinano quando si spaventano. Possono anche camminare occasionalmente in zone sporche di urina, portando con sé germi sui loro piedini piccoli e sporchi. Prima di iniziare la pulizia, se non li hai, procurati un paio di guanti in lattice, vinile o gomma e indossa i guanti durante il processo di pulizia. Per evitare di contaminare altre superfici, spruzza periodicamente i guanti con disinfettante, in particolare prima di toccare superfici pulite come le maniglie delle porte e le maniglie dell’armadio.

Consigli dal CDC Americano

L’urina dei topi e gli escrementi si asciugano in tempi relativamente brevi, ma la semplice rimozione dell’umidità non uccide i germi. Se passi la scopa e l’aspirapolvere, raccogli la maggior parte dello sporco, ma sollevi nell’aria parti microscopiche che possono essere inalate e diffondere malattie. Pessima idea! Invece, il Centro Americano per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) raccomanda di trattare escrementi di topi, nidi e qualsiasi area in cui i ratti sono stati, con una miscela disinfettante che uccide i germi al contatto.

Sebbene sia possibile utilizzare un disinfettante da banco per svolgere il lavoro, il CDC consiglia di utilizzare una miscela composta da un bicchiere e mezzo di candeggina in un litro di acqua (con un rapporto di 1:9). Spruzzare bene le aree interessate e lascia agire la candeggina o il disinfettante per 5-10 minuti.

Getta i residui dopo aver disinfettato

Una volta che le aree che si desidera pulire sono impregnate di disinfettante, raccogli i residui e mettili in una busta di plastica per lo smaltimento. Sii sistematico e completo. I topi sono creature curiose. Se scopri dei topi nella tua cucina, non pulire solo le aree in cui vedi le prove dei loro spuntini. Probabilmente sono stati sui tuoi controsoffitti e nei tuoi armadietti. Pulisci tutte le aree in cui pensi possano essere andati facilmente.

Guarda sotto i tuoi elettrodomestici e arredi e anche dietro di loro. Usa una doppia busta, per gettare i residui indesiderati, una grande in un’altra più piccola e legale entrambi strette. Metti poi le buste all’aperto per il ritiro non appena possibile, dopo la pulizia.

Ultime operazioni

Dopo aver raccolto residui come i nidi dei topi, pulisci i ripiani dell’armadio, i controsoffitti e le altre aree con la miscela disinfettante. Spazza anche i pavimenti nelle aree interessate. Usa una scopa monouso e asciugamani di carta o spugne che puoi buttare subito dopo. Abbonda con il disinfettante, ricorda, più è bagnato (impregnato) e meglio è. Shampoo o vapore Pulisci e tappezzeria interessati con Shampoo o Vapore.

Disinfetta i tuoi guanti prima di toglierli e lavati accuratamente le mani quando hai finito di pulire. Ciò significa lavarli in acqua tiepida e sapone per almeno 20 secondi. Lavare vigorosamente le mani per eliminare i germi in modo che l’acqua possa poi trasportarli nello scarico. Insaponare è una precauzione per combattere i germi. Hai mai visto i medici della TV farlo prima di un intervento chirurgico? Ora tocca a te.

Infine, dopo esserti lavato le mani, cambia i vestiti e lavali in acqua calda e detersivo.