Stampante per ufficio: meglio inkjet o laser?

I principali modelli di stampante disponibili sul mercato si dividono in due grandi categorie: stampanti a getto d’inchiostro (inkjet) e laser. Andiamo a scoprire insieme le differenze tra queste categorie di stampanti cercando di capire quale sia la tipologia da acquistare per l’utilizzo nel proprio ufficio.

Se invece vuoi dei suggerimenti specifici su marche e modelli ti consigliamo di leggere questo articolo su wizblog.it dedicato alla stampante multifunzione per ufficio.

Differenze stampante inkjet e laser

Come abbiamo detto le due grandi macrocategorie in cui si dividono le stampanti sono: a getto d’inchiostro, anche dette inkjet e laser. I nomi con cui vengono contraddistinte fanno riferimento alla tecnologia alla base di questi strumenti utilizzata proprio per stampare.

Ogni macrocategoria ha i suoi pro ed i suoi contro, andiamo a scoprire nel dettaglio quali sono in modo da poter analizzare, nel paragrafo successivo, quale sia la stampante migliore da acquistare per il proprio ufficio.

Per capire la differenza tra stampante laser e stampante inkjet, in termini di resa, vi diciamo subito che le stampanti laser sono ideali per stampare dei testi mentre quelle inkjet sono più versatili. Queste due tipologie utilizzano delle tecnologie molto diverse tra loro e quindi uno dei motivi per preferirne una rispetto all’altra è certamente identificare cosa e quanto si dovrà stampare.

Se abbiamo bisogno di utilizzare la stampante per file di testo in bianco e nero, certamente le stampanti laser sono l’ideale poiché sono molto veloci ed il costo medio per pagina è nettamente inferiore rispetto a quello delle stampanti inkjet. L’altro risvolto della medaglia è che tuttavia una stampante laser costa in media molto di più di una stampante a getto d’inchiostro e questo ragionamento vale anche per le cartucce di ricambio (toner).

Le stampanti inkjet sono per loro natura molto più flessibili perché possono stampare indistintamente testi in bianco e nero come fotografie a colori. I costi per acquistare una stampante inkjet sono decisamente inferiori rispetto a quelli da affrontare per una stampante laser. Le stampanti inkjet sono ormai tutte multifunzione, cioè integrano le funzioni di fotocopiatrice, scanner e fax.

Detto in parole povere una stampante inkjet sarà certamente da preferire se non è necessario stampare molti documenti e soprattutto se si dovranno stampare foto o immagini. Andiamo a vedere insieme quale tipologia di stampante è preferibile per l’uso in ufficio.

Stampante per ufficio: quale scegliere?

Eccoci arrivati al punto focale della nostra guida: nel vostro ufficio è meglio utilizzare una stampante laser o una stampante inkjet? Anche in questo caso, per rispondere a questa domanda, è necessario andare a prevedere l’uso che se ne farà.

Tutto dipende infatti dalla tipologia di ufficio in cui lavorate. Se ad esempio siete architetti, pubblicitari, designer, molto probabilmente una stampante laser non è quello che fa al caso vostro poiché vi ritroverete senza dubbio a dover stampare numerose immagini e foto dei vostri lavori o dei vostri progetti da mostrare al cliente. In questo caso è consigliabile orientarsi verso una stampante inkjet di ultima generazione che utilizzi inchiostri solidi, in modo da diminuire la tossicità rispetto agli inchiostri e hanno bisogno di una minore manutenzione.

Se invece avete bisogno di stampare, nell’ufficio in cui lavorate, una grande mole di documenti ogni giorno, come e-mail, contratti ecc e non siete interessati alla resa cromatica delle immagini a colori, allora una stampante laser è quello che fa al caso vostro. Le stampanti laser infatti sono estremamente veloci e consentono di stampare documenti composti anche da molte pagine in pochi minuti. Questo comporterà un gran risparmio di tempo. Vi consigliamo di prestare attenzione alle stampanti laser con tecnologia led che migliorano sia la risoluzione che la velocità della stampa.