Tecniche SEO: come ottenere un buon posizionamento per il proprio sito

Coloro che hanno realizzato un nuovo sito web e si avventurano, da principianti, nel mondo delle tecniche SEO (Search Engine Optimization) possono riscontrare alcune difficoltà nel comprendere il concetto di posizionamento nella rete Internet. Innanzitutto, prima di addentrarci nell’argomento saliente, occorre fare una distinzione tra indicizzazione e posizionamento. Un sito web si può dire indicizzato quando le sue pagine sono visibili sui primari motori di ricerca (ovviamente più pagine sono presenti negli indici dei motori di ricerca, maggiore indicizzazione ha l’intero portale). Lo stesso sito si può dire ben posizionato, invece, quando le sue pagine compaiono tra i primi risultati delle ricerche effettuate sugli stessi motori di ricerca.

Elementi essenziali per un buon posizionamento

Il posizionamento dei siti web, seguendo le tecniche SEO, risulta fondamentale in quanto, da una statistica recente, sembra che la stragrande maggioranza degli utenti di Internet non vada aldilà delle prime tre pagine di risultati delle ricerche effettuate. Capiamo quindi quanto sia importante prima di tutto indicizzare correttamente il nostro sito e poi fare tutto il possibile affinché i nostri contenuti “salgano in classifica”.
I fattori fondamentali per ottenere un buon posizionamento sono:
– la struttura del sito, partendo dal nome del dominio che dovrebbe già contenere almeno una parola chiave distintiva e caratterizzante l’argomento base del portale stesso;
– la piattaforma di hosting che dovrebbe sempre essere della stessa nazionalità del dominio; sarebbe ancora più produttivo poter contare su un IP dedicato;
– l’ottimizzazione delle pagine con contenuti di alta qualità (i testi devono essere ragionevolmente lunghi, corretti ortograficamente e grammaticalmente, ben strutturati e ben impaginati con un corretto utilizzo del grassetto, dei titoli e dei sottotitoli H1, H2 e H3; le immagini e la grafica generale del sito devono essere di buona qualità ed accattivanti; è inoltre molto apprezzata dai motori di ricerca la presenza di video e di contenuti audio; i PDF contenuti nel sito devono essere ottimizzati prestando attenzione a titolo, autore, oggetto e keyword; il menu di navigazione è preferibile che includa anche delle immagini di anteprima);
– la presenza delle parole chiave (i titoli devono essere precisi, descrittivi, lunghi non più di 70 caratteri e con almeno una keyword; la metatag description deve essere mirata e deve incuriosire gli utenti e deve contenere almeno un paio di parole chiave; le keywords nel testo non devono superare il 3-5% del totale delle parole presenti su una pagina web e non devono stravolgere il senso del testo che deve rimanere intellegibile e comprensibile; al fine di un buon posizionamento è preferibile che le parole chiave siano posizionate più vicino possibile tra loro, senza congiunzioni o locuzioni intermedie, e nella prima parte del testo; anche nell’alt text delle immagini, nei link interni della pagina e nei titoli è consigliabile inserire almeno una keyword);
– i link interni che se ben inseriti facilitano la navigazione e l’interconnessione dei contenuti;
– la qualità dei link in uscita, che devono essere coerenti con i contenuti e gli argomenti del nostro sito;
– l’utilizzo di URL corrette affinché non ci siano pagine di errore o pagine non trovate;
– la velocità di risposta del server, sia nel caricamento dei testi che delle immagini;
– alcuni fattori off page quali i link in entrata (ovvero gli inbound link); più sono autorevoli i blog, i forum o i siti che rimandano al nostro sito più c’è la possibilità di vedere aumentare il suo peso specifico nei motori di ricerca;
– l’aggiornamento costante delle pagine web e la pulizia del codice HTML con la relativa cancellazione dei tag non chiusi;
– l’inserimento nel footer dei dati aziendali o personali e di un riferimento al trattamento dei dati personali nel caso l’utente si possa registrare al sito (ovvero la Privacy).

Tempo ed esperienza, fattori imprescindibili

Pur avendo seguito tutte le regole base per un buon posizionamento, non si può pretendere che il nostro sito sia già in vetta alla classifica delle ricerche sui motori di ricerca dopo poche settimane o dopo pochi mesi dal debutto. Risulta infatti fondamentale la stabilità del sito web e l’attività da esso rappresentata. È quindi consigliabile non cambiare spesso dominio, bensì, se possibile, acquistarne uno già attivo da anni.”