Trasformare il box doccia in un ambiente di benessere e relax

È una cosa che sarà capitata a chiunque.
Una giornata dura, un lavoro che ci ha visti concentrati, qualche problema imprevisto, e una soluzione che stenta ad arrivare. Torniamo a casa, entriamo nella doccia, l’acqua inizia a scorrere sulla nostra testa, sulla nuca, sul nostro corpo… ed ecco la soluzione arrivare come per miracolo! Chissà come mai non ci avevamo pensato prima?

Il fatto che le intuizioni migliori ci vengano sotto la doccia non è un caso: c’è ottima probabilità che arrivino in concomitanza con tutte quelle azioni che ci fanno rompere i ritmi della quotidianità. Lo possiamo provare anche con azioni semplici, come camminare, leggere un libro, parlare con un amico o guardare il paesaggio dal finestrino del treno.

Il bagno può essere un ambiente puramente funzionale, o può servire a risollevare lo spirito: è per questo che, se stai ristrutturando il bagno, vale la pena di investire sul box doccia.

Nella scelta di un box doccia è bene privilegiare robustezza e praticità. La vetratura trasparente di un box doccia in cristallo contribuisce a dare luminosità all’ambiente, e a rendere ancora più piacevole il momento della doccia.

La scelta del box doccia

La cabina doccia deve adattarsi al tuo spazio, a quello che vuoi dalla tua casa: dovrebbe accentuare le sensazioni che trasmette l’arredamento del tuo bagno.

Le ante della cabina doccia possono essere battenti, possono aprirsi in entrambe i versi (porta saloon), scorrere o aprirsi a soffietto. La maggior parte dei box doccia sono costruiti su di un piatto doccia, ma ci sono configurazioni che si sviluppano direttamente sulle piastrelle del pavimento.

È inoltre necessario decidere lo spessore del vetro che desiderate per la vostra cabina doccia. Gli spessori standard sono da 4 mm, 5 mm, 6 mm e 8 mm. Ovviamente, spessore maggiore comporta peso maggiore, ma anche maggiore qualità percepita.

Conformazioni dei box doccia

Come abbiamo detto precedentemente i box doccia sono disponibili in moltissime conformazioni. La decisione su quale possa essere il migliore per te dipenderà dalle dimensioni e dal design del tuo bagno e dalle tue preferenze di stile.

Cabina doccia semicircolare/angolare
Ha una facciata curva, progettata per adattare la cabina doccia alla conformazione di un piatto doccia della stessa forma e misura. Viene utilizzata per la definizione di ambienti doccia ad angolo. La facciata curva offre inoltre molti vantaggi per chi ha spazi ridotti, e offre un aspetto moderno e accattivante.

Box doccia quadrati
Anche le cabine doccia quadrate risultano eleganti e moderne. In caso di porte o telai già presenti, diviene la soluzione ideale.

Box doccia rettangolari
Ideali per ci ha più spazio, e per chi ama la libertà.

Box doccia a nicchia
Le pareti laterali, qui, sono in muratura: il box doccia si compone unicamente dal suo ingresso. Sono una soluzione funzionale ed economica, ma al tempo stesso elegante. Sono inoltre più facili da tenere puliti

Doccia walk-in
Potete anche rinunciare del tutto alla porta della doccia, e optare per una parete fissa in vetro che circonda un lato dell’area della doccia, lasciando aperto l’altro. Se l’area doccia è una nicchia, il lato in vetro definirà l’area della doccia solo parzialmente.

Copertura della vasca
Nelle case dove il bagno è veramente piccolo, in cui vi sia una vasca da bagno e nelle quali si vogliano ridurre al minimo le spese di ristrutturazione, una soluzione davvero ottima è quella di combinare vasca e doccia installando un’anta in vetro temperato ad apertura battente sul lato della vasca, che manterrà l’acqua all’interno della vasca, proprio come se fosse un box doccia chiuso.