Visitare Roma: storia, arte e… cucina!

Visitare Roma è un’esperienza davvero suggestiva, che vi permetterà di fare un tuffo nel passato, tra monumenti e siti archeologici di fama internazionale: le tracce della Roma repubblicana e imperiale si nascondono dietro ogni angolo e in ogni strada della metropoli di oggi.

Certo, visitare Roma può essere davvero impegnativo data la sua grandezza e la quantità di luoghi da visitare, ma niente paura: la sua cucina tipica vi darà le giuste energie per affrontare il vostro tour e addirittura visitare Roma a piedi!

Come arrivare a Roma

Il modo più semplice per raggiungere Roma è con l’aereo fino all’aeroporto di Fiumicino o di Ciampino, o con il treno, ma il nostro consiglio per girare la città è quello di utilizzare un servizio di NCC: in questo modo, avrete la comodità di spostarvi con un mezzo proprio, ma senza lo stress di guidare nel traffico romano e senza dover sottostare alle interminabili attese dei mezzi di trasporto pubblico.

Per richiedere un preventivo e concordare le modalità del trasporto, consultate il sito di noleggio con conducente Elite Cars.

Cosa vedere a Roma

I turisti di solito hanno poco tempo a disposizione per visitare una città e, anche se nella capitale i giorni non sono mai abbastanza, è importante fare una selezione delle cose principali da vedere a Roma.

I più importanti monumenti di Roma sono sparsi in giro per la città, tanto che questa può essere considerata un vero e proprio museo all’aperto.

Passeggiando tra le sue strade, potrete ammirare l’Anfiteatro Flavio, meglio conosciuto come “Colosseo”: lo storico anfiteatro voluto da Vespasiano, che ne ordinò la costruzione e che tutt’oggi resiste in un ottimo stato di conservazione.

Alle spalle del Colosseo, troviamo l’Arco di Trionfo di Costantino, monumento commemorativo delle imprese che ebbero luogo durante la battaglia di Ponte Milvio e l’ultimo delle grandi opere tramandateci dall’Antica Roma.

Poco distante, è possibile ammirare il Circo Massimo, i Fori imperiali, con i resti della Colonna Traiana, il Palatino e i Fori romani.

Altro simbolo di Roma è il Vittoriano, conosciuto anche come Altare della Patria, un monumento imponente, la cui struttura è costituita da tante statue quanti sono i valori della patria italiana: Pensiero, Azione, Diritto, Forza, Sacrificio e Concordia.

Una visita merita senza dubbio il Pantheon, un tempio dal nome greco, eretto in onore di tutti gli dei romani.

Ma non potete dire di aver visto davvero Roma se non avete gettato una monetina ed espresso il vostro desiderio avanti alla Fontana di Trevi

Mi raccomando, però, limitatevi alla monetina, senza entrarvi dentro: lasciamolo fare solo ad Anita Ekberg e Marcello Mastroianni in “La Dolce Vita”!

Il vostro tour non può ancora dirsi finito!

Dovete ancora visitare le tre basiliche, quella di San Clemente, di Santa Maria Maggiore e di San Giovanni in Laterano, Castel Sant’Angelo e il Vaticano, con il colonnato del Bernini, i  Musei Vaticani e la Cappella Sistina, che conserva uno dei tesori italiani più rinomati: l’affresco di Michelangelo Buonarroti, con il “Giudizio Universale”.

Tra una visita e l’altra, concedetevi una passeggiata e un po’ di shopping nei negozi tra piazza di Spagna e piazza Navona!

Cosa mangiare a Roma

Questa capitale, tuttavia, non ha solo storia, cultura e monumenti da offrire al turista, ma è anche una serie di specialità culinarie, che solo qui è possibile trovare: una cucina popolare, rurale e sostanziosa!

A farla da padroni sulla tavola romana sono senza dubbio i bucatini all’amatriciana, seguiti a ruota dalla carbonara e dalla classica cacio e pepe!

Per secondo, provate la romanaccia coda alla vaccinara, la trippa alla romana o la coratella all’abbacchio con i carciofi.

Diffidate dei ristoranti raffinati ed eleganti e dirigetevi verso trattorie e ristoranti a conduzione familiare, per provare la vera cucina romana, senza improbabili varianti!

Insomma, una Roma tutta da scoprire… e da gustare!

San Mauro Mare, una località perfetta per chi desidera passare giorni in totale relax

San Mauro Mare è un comune molto interessante, si trova in Emilia Romagna, non molto distante da San Mauro Pascoli, insomma, se dobbiamo essre sinceri, ad oggi rappresenta una meta turistica molto importante, merito sicuramente anche della sua posizione strategica.

Si trova nella riviera romagnola, quindi è praticamente impossibile sbagliarsi e non molto distante, a circa 7 Km è possibile trovare anche San Mauro Pascoli; a dire il vero anche quest’ultimo posto, ricco di storia e strettamente legato al celebre poeta, si trova tra Savignano a Mare e Bellaria Igea Marina, mete da scoprire assolutamente.

Scegliere di arrivare in un posto del genere non è mai sbagliato, molti turisti infatti optano per una sistemazione che gli assicuri tutti i confort, come ad esempio l’Hotel Paglierani di San Mauro Mare, ma il punto forte è senza dubbio la vicinanza con la spiaggia principale.

Oggi si possono notare molti stabilimenti balneari, sono anche ben attrezzati, ideali quindi per chiunque desideri trascorrere giorni di assoluto relax anche in famiglia; la spiaggia si estende per circa 700 m, non è quindi grandissima, ma riesce pur sempre a fare la sua bella figura, merito anche di sabbia finisssima, senza dimenticare i fondali molto bassi, quindi perfetti e sicuri anche per i bambini che vogliono divertirsi.

Arrivando in estate si potrà godere di un clima perfetto, molto probabilmente ci sarà un po’ di umidità, ma tutto sommato questo è un parametro sopportabile, quel che conta è passare giornate indimenticabili, potendo contare anche su tutta una serie di servizi di ottimo livello.

Un po’ di storia ed alcuni luoghi da visitare!

San Mauro Mare in questi ultimi anni è cresciuto soprattutto da un punto di vista demografico, ma stiamo pur sempre parlando di un paese ricco di storia, attraversato da avvenimenti importanti, che inevitabilmente hanno lasciato il segno.

Ad esempio nel 1928 è stata creata la Statale SS16 e questo significa crescere ulteriormente, grazie al collegamento con tutta la costa adriatica; stiamo parlando di un ottimo traguardo, tanto che ad accorgersene è stato anche il Touring Club Italiano che già ai tempi descriveva questo paese come una meta interessante, semplice, non molto popolata, ma estremamente tranquilla.

San Mauro Mare è sempre stato un paese che ha fatto dell’agricolutura il suo punto di forza, poi però le cose sono cambiate, si è aggiunta anche la pesca costiera e sono comparse le prime imbarcazioni, il punto è che ci fu un coinvolgimento anche durante uno dei conflitti più violenti di sempre, vale a dire la Seconda Guerra Mondiale.

Ne sono rimasti alcuni segni, come ad esempi la torretta, chiaramente riconducibile ad un bunker tedesco, si trattava di una costruzione nata per difendersi, un ricordo che resta indelebile e che rende questo posto anche estremamente caratteristico; dai primi anni 50 c’è stato poi uno sviluppo turistico importante, sono stati creati quindi servizi su misura, così come anche alberghi.

Esistono anche alcuni punti d’interesse che meriterebbero sicuramente una visita, infatti se volessimo far riferimento alle architetture religiose, consigliamo sicuramente di fare un salto alla Chiesa di Santa Maria Goretti, mentre tra le architetture civili degne di nota, non si può certo dimenticare il Parco Stefano Campana.

Oggi il territorio di San Mauro Mare fa parte di un’area naturale protetta molto importante, quale quella dell’Oasi costiera dei 4 Comuni, ma non è tutto, perchè qui non mancano certo le bellezze naturali da ammirare.

Tra queste segnaliamo sicuramente il Parco Benelli che è senza dubbio uno dei più estesi, al quale poi si andrà ad affiancare il Parco Mare Blu, insomma, punti interessanti in cui si potranno passare anche momenti di assoluto relax, quindi perchè non farci un salto?

San Mauro Mare è una località molto interessante, a soli due passi dal mare!

Come preparare un viaggio fotografico?

Quando ci si appresta a viaggiare una delle parti più noiose è quella della preparazione del viaggio stesso. Scaduta l’adrenalina della scelta della destinazione, ci si stanca nella ricerca del volo al giusto prezzo, dell’albergo secondo le proprie esigenze e nella ricerca delle giuste esperienze da svolgere in loco.

Tutto questo viene meno soltanto quando si organizza un viaggio fotografico. In questo caso organizzare il viaggio è avvincente dall’inizio alla fine in quanto non ci si sposta per pura vacanza, ma con l’intento di dare sfogo a una propria grande passione. La fotografia.

Proprio per questo motivo l’aspetto avvincente è rappresentato da quel minimo di studio delle comunità e della cultura locale che si andrà a visitare e ritrarre. Meglio conoscere le abitudini dei locali se li si vuole fotografare senza problemi e senza rischiare di fare qualche brutta figura.

Come ci si prepara al meglio?

Il primo passo è cercare di informarsi attraverso la lettura. Qualsiasi materiale potrà essere d’aiuto, dai libri alle riviste, ma anche internet non fa differenza. I materiali possono poi essere anche visivi e incentrati sulla storia, le tradizioni, le idee e i luoghi della nazione dove ci si appresta ad andare.

Una buona idea può essere quella di procurarsi delle immagini sull’oggetto del viaggio, magari quelle provenienti dai maestri della fotografia che hanno già intrapreso qualche viaggio fotografico in certi luoghi. Tutto questo può aiutare a capire la realtà con la quale ci si va a confrontare.

Attenzione a non esagerare. Non ci sarà bisogno di pianificare minuto per minuto il proprio viaggio e programmare ogni minimo dettaglio. Viaggi di questo tipo sono noiosi! Bisogna solo sapere quello che è presente sul posto e che potrà piacere ritrarre con il proprio obiettivo fotografico.

Detto questo si può partire con diversi obiettivi. C’è ad esempio chi si reca in un luogo allo scopo di fare un reportage fotografico generico sul Paese che si va a visitare e allora bisognerà variare il tema degli scatti il più possibile. Persone, paesaggi e monumenti. Tutto questo potrà fare al caso nostro in questo genere di esperienza fotografica.

Le fotografie rappresentano uno spazio e un tempo, ogni istante e ogni luogo è diverso dall’altro e starà alla bravura di chi tiene in mano la macchina riuscire a ottenere i risultati desiderati cercando di esprimere al meglio il proprio stile senza snaturare la cultura e i tratti caratteristici del luogo.

Infine, meglio da soli o in gruppo? Meglio optare per un viaggio in solitaria, contando solo sulle proprie capacità (anche linguistiche, ovviamente), oppure optare per un viaggio organizzato? Nel secondo caso si potrà contare su un tutor, fotografo professionista, che potrà supportarci nella scelta della migliore inquadratura. Nonché, naturalmente, individuare i momenti e i luoghi migliori per lo scatto perfetto. Qualche esempio? Date un’occhiata ai viaggi proposti da VIAGGIEMETE, in Europa e in tutto il mondo. Prezzi competitivi e tutor d’eccezione sono gli ingredienti alla base di tutto.

Le Bellezze di Siena: una città ricca di tesori

L’atmosfera, l’arte, la storia, i sapori: Siena è davvero una città ricca di tesori che riesce sempre a stupire anche chi già la conosce bene. Rappresenta una delle città più note e visitate della toscana che si distingue per le sue strutture medievali in mattoni, un luogo ricco di arte e forti tradizioni legate principalmente al famoso palio di Siena.

Per vivere questa città in tutte le sue sfumature e visitare i suoi tesori sarebbe suggestivo soggiornare in un agriturismo a Siena ed organizzarsi per vedere tutte le attrazioni principali, apprezzando a pieno il fascino e l’atmosfera di cui gode questa cittadina.
Fin dalla storia l’ospitalità per i senesi è sempre stata una vera e propria filosofia di vita, deve infatti il suo sviluppo all’accoglienza di mercanti e pellegrini che andando per la via Francigena potevano ristorarsi nelle varie locande che offriva la città. Oggi molte di queste strutture sono rappresentate da meravigliosi e confortevoli agriturismi che caratterizzano tutto il territorio toscano.

Sono davvero poche nel mondo le aree geografiche che possono vantare un ambiente come quello che possiamo ammirare intorno a Siena. Verso nord è possibile ammirare la prosperità del paesaggio del Chianti con i suoi oliveti e le sue vigne. Scivolando verso sud la valle dell’ Arbia conduce alle colline di Montalcino, famosa per la produzione del celebre Brunello. Spostandosi ad ovest andiamo verso i paesi costieri vicino al mare, dove tra le località più note è abbiamo Castiglione della Pescaia fino alla riserva naturale della Maremma. Per descrive Siena non si può non partire da Piazza del Campo che ne rappresenta sicuramente lo spirito, proprio dove si svolge il Palio, evento per cui i senesi nutrono una passione che trascende la mera complicità sportiva, in realtà si tratta di un appuntamento così legato alla vita cittadina che rimane difficile capirne l’importanza per chi non è nato in toscana. La struttura di questa piazza è armoniosa con la sua caratteristica forma di conchiglia, in lieve pendenza. Al centro è possibile ammirare l’edificio più importante, il Palazzo Comunale, dalla forma ricurva, perfettamente inserito tra gli altri monumenti.

L’autunno è una stagione speciale per visitare la città di Siena. Forse per i suoi colori caldi, temperatura tiepida, i profumi allettanti della sua cucina, è proprio un momento perfetto per godersi una delle città più belle della Toscana e trascorrere dei bellissimi giorni ritrovando la sua autentica bellezza e scoprendo scorci nuovi e suggestivi grazie alla preziosa compagnia dei suoi abitanti. Quello che colpisce subito di questa città è il meraviglioso contrasto tra il verde delle colline che la circondano ed i magnifici edifici gotici del tipico color “Terra di Siena” del centro storico.

Assolutamente non può mancare una visita al Museo Civico, che rappresenta un punto strategico della vita sociale di questa città, per immergersi nella cultura cittadina e contemplare alcuni degli affreschi più belli dell’arte senese, come la Maestà di Simone Martini nella Sala del Mappamondo o le opere di Ambrogio Lorenzetti sul buono e cattivo governo nella Sala dei Nove. Adiacente sorge la famosa Torre del Mangia, una delle torri civiche più alte d’Italia che si può risalire muniti di pazienza per la lunga fila. Dalla sua cima la città si mostra in tutta la sua bellezza ed eleganza, che lasciano davvero senza fiato.

L’edificio che più spicca osservando il panorama dall’alto è senza dubbio il Duomo, costruito in marmo bianco e nero, come i colori della bandiera cittadina con il suo maestoso interno, l’affascinante Cripta con le stupende pitture del Duecento, il Battistero con il fonte battesimale in marmo e il Museo dell’opera Metropolitana che contiene gli originali delle 12 statue di filosofi e profeti scolpite da Giovanni Pisano, che ornavano la facciata della chiesa.

Cosa fare a marina di grosseto

Una delle località marine più rinomate della Toscana non può che essere Marina di Grosseto, la perla della Maremma: ecco perciò una dettagliata guida con le cose da vedere e anche da fare in questo posto.

Lo splendido Forte di San Rocco
In gran parte dell’anno ci sono tantissime persone che decidono di trascorrere le proprie vacanze in una meravigliosa località balneare come Marina di Grosseto. Un paese che si caratterizza per essere molto antico e perciò un riferimento storico importante non solo per la Maremma, ma anche per la Toscana intera. Il Forte di San Rocco è una tappa obbligata per chi si trova in questa zona. Prende il suo nome dall’antico villaggio dei pescatori. Era una base logistica di grandissima importanza durante il periodo della bonifica in Maremma. Ovviamente non bisogna dimenticare che nei tempi antichi era un punto strategico in quanto fungeva da fortezza per il controllo di tutta la costa. Col passare degli anni questo luogo è finito per essere una cruciale base militare, molto utile soprattutto per via della dislocazione.

Un’altra tappa per i turisti: il Forte delle Marze
Il periodo della bonifica è stato di fondamentale importanza per lo sviluppo di un territorio come quello della Maremma. Vale la pena considerare che ci sono diversi punti nevralgici che a quell’epoca fungevano da luoghi molto strategici. In primis bisogna considerare il Forte di San Rocco, precedentemente annoverato. Ma un’altra bellezza di Marina di Grosseto che vale la pena visitare è il Forte delle Marze. Anch’esso è diventato una fondamentale base militare al giorno d’oggi. Sorge in un punto molto suggestivo visto che si trova al confine tra due bellissime località della Maremma, ovvero Marina di Grosseto e Castiglione della Pescaia. D’altronde qui sorgevano le saline della Torre della Trappola vicina e perciò i contadini erano soliti raccogliere il sale proprio qui. La torre è ancora ben visibile e si trova immersa nel verde: uno scenario da sogno che per chi ha prenotato un Hotel Marina di Grosseto vale la pena vivere.

Un’esperienza turistica all’insegna del verde
Con le varie bonifiche del territorio maremmano è stato possibile renderlo una zona altamente vivibile e molto piacevole. Ecco perché tante persone decidono di trascorrere le proprie vacanze a Marina di Grosseto. Chi ama la natura potrebbe anche concedersi un’esperienza particolare presso la Riserva Naturale Diaccia Botrona. Qui i risultati positivi della bonifica sono alquanto evidenti: anni e anni fa si trattava di una zona assolutamente paludosa e che non offriva nulla. Oggi invece è un’immensa distesa di verde, ideale anche per le famiglie che hanno prenotato una vacanza in hotel Marina di Grosseto. Simbolo importante dello sviluppo di questa zona della Toscana e che rende tutto molto più suggestivo è anche la Casa Rossa Gimenez che prese il nome dal responsabile dei lavori. Vicino si trova una piccola pineta, ideale per immergersi nella natura e godersi qualche attimo di puro relax. La Maremma ha perciò tanto da offrire e proprio questo la rende una delle zone più ambite per vacanze in Italia.

Il Parco Naturale della Maremma
Chi decide di trascorrere un periodo di riposo a Marina di Grosseto potrebbe scegliere di godersi una tappa presso il Parco Naturale della Maremma. Attrazione di assoluto livello per tutti gli italiani e non solo visto che ogni giorno ci sono turisti che provengono da svariate parti del mondo. La particolarità di questa zona è che la natura è assolutamente incontaminata: è possibile scorgere gli habitat degli animali e soprattutto c’è una cura della vegetazione che rispetta del tutto i ritmi della natura. Tutto ciò dimostra quanto questa possa essere un’esperienza da fare e che piacerà ai più grandi e ai più piccini. Si passa dalle zone che si trovano a ridosso della montagna, i Monti dell’Uccellina, fino ad arrivare ai boschi. E non mancano anche delle spiagge attrezzate con ottimi servizi che permettono di trovare sempre il posto giusto dove riposarsi e prendere un po’ di sole. Nell’arco delle varie stagioni ci sono animali molto rari: il gatto selvatico, la puzzola o anche la martora sono alcuni degli esempi di abitanti di quest’ampia area di vegetazione.

Gli splendidi itinerari etruschi
Gli estruschi hanno popolato quest’area dell’Italia. E non mancano le tracce storiche di una certa rilevanza che risalgono a quell’epoca e che i turisti potranno ammirare. Chi risiede a Marina di Grosseto infatti visitare l’area archeologica di Vetulonia, poco lontano da questa località marina maremmana. Qui ci sono diversi resti di una imponente necropoli. Inoltre è possibile osservare una delle tombe monumentali più celebri ed importanti per quanto riguarda questo territorio: il Tumulo di Poggio Pelliccia. Inoltre sempre spostandosi a pochi minuti da Marina di Grosseto c’è un’altra zona archeologica dove si può fare un salto indietro nel tempo. Si tratta del Parco Archeologico di Roselle. Questo dimostra quanto la Maremma sia una zona italiana ricca di testimonianze storiche e che offre tantissime attrazioni sia per chi ama la vacanza all’insegna della cultura, sia per chi vuole unicamente rilassarsi. Prenotare un hotel Marina di Grosseto potrebbe perciò rivelarsi la soluzione ideale.

Viaggi da sogno: i prezzi delle Seychelles

Mare da cartolina, spiagge incantevoli, estate tutto l’anno. Cosa volere di più? Le vacanze alle Seychelles rappresentano il sogno di molti. Un sogno che spesso rimane chiuso nel cassetto.
L’idea più diffusa è che i prezzi delle Seychelles siano sempre altissimi e in molti rinunciano prima ancora di aver verificato la fondatezza di queste voci. Concedersi una vacanza in questo angolo di paradiso non è impossibile: basta trovare il tour operator giusto. Affidarsi ad un’agenzia di professionisti garantisce il controllo e l’ottimizzazione dei costi, con la possibilità di disegnare una vacanza su misura che valga tutti i soldi spesi. L’arcipelago delle Seychelles conta 115 isole e isolette nel cuore dell’Oceano Indiano, a Nord Est dell’estremità settentrionale del Madagascar, in prossimità della linea dell’Equatore. La latitudine delle isole varia dai 4° ai 10° sud, regalando a questi luoghi un clima tropicale e un’estate di 365 giorni. La temperatura è sempre piacevolmente calda e oscilla tra i 26° e i 28° gradi in tutti i mesi dell’anno.

I prezzi delle Seychelles variano a seconda della tua idea di vacanza

Quando si parla di viaggi alle Seychelles, la vacanza-tipo che viene in mente è quella in modalità all inclusive, all’interno di Resort o Hotel di lusso. Ma questa non è l’unica vacanza possibile. Ci sono molti modi di vivere queste magnifiche isole, con soluzioni in grado di soddisfare tutti i gusti.

Se siete amanti del lusso e delle comodità, i fantastici resort disseminati nelle varie isole non deluderanno le vostre aspettative. Se invece siete alla ricerca di un’esperienza a contatto con la natura, il mare e la gente del posto potete scegliere B&b, guest-house e piccoli hotel.

Considerata la varietà di opzioni a vostra disposizione, diffidate di quelle agenzie che non hanno di meglio da offrirvi dei soliti pacchetti preconfezionati e uguali per tutti, i prezzi per le Seychelles in quel caso saranno spesso altissimi. Cercate tour operator in grado di venire incontro alle vostre esigenze e al vostro carattere e in grado di preparavi un’offerta personalizzata. Solo così potrete avere delle vacanze uniche…proprio come voi!

Conoscere i segreti di un posto è la chiave per viverlo pienamente

Sono molte le persone che, pensando di risparmiare, cedono al fascino del fai-da-te nella convinzione di sapersi districare autonomamente nella selva di offerte e prezzi delle Seychelles. Molto spesso queste decisioni non si rivelano particolarmente vincenti. Alcune mete per essere vissute a pieno necessitano di un’attenta pianificazione e una conoscenza approfondita dei luoghi che si programma di visitare. Per godersi pienamente le bellezze che questo arcipelago offre, infatti, è bene conoscerne i segreti e le particolarità. Se non si hanno contatti sul posto o una conoscenza diretta dei luoghi in cui soggiornerete, è meglio affidarsi all’esperienza di professionisti del settore.

Pianificare per tempo per abbattere i prezzi delle Seychelles

 Non sempre il last-minute premia. Non nel caso di mete così ambite come le Seychelles. Prenotare per tempo, in questo caso, è la scelta migliore.  Avrete la possibilità di valutare i periodi più vantaggiosi ed economici per viaggiare e sfruttare le eventuali offerte speciali delle compagnie aree. Mai come in queste situazioni è il caso di rispolverare il vecchio detto popolare “chi prima arriva, meglio alloggia!”. Le offerte con i migliori prezzi per le Seychelles, infatti, sono ovviamente limitate e muoversi con anticipo aumenta le possibilità di poterne usufruire.

Ora non vi resta che immaginare la vostra vacanza da sogno. Buone Seychelles a tutti!

Australia: terra di animali straordinari

Se pensate che in Australia ci siano da vedere solo canguri e koala vi sbagliate. Questo territorio che si estende per quasi 8 milioni di chilometri quadrati racchiude una grandissima varietà di specie animali e vegetali endemiche che si possono trovare solo in questo paese. Un’immenso zoo a cielo aperto dove scoprire, grazie anche all’aiuto di Australia-Eta.com creature straordinarie come l’echidna, i wallaby e il diavolo della Tasmania.

Preparazione al viaggio con Australia-Eta.com

Prima di partire per il vostro viaggio in Australia, avrete bisogno di richiedere e ottenere il visto turistico eVisitor valido per i cittadini europei (quindi anche italiani). Per i cittadini americani invece il visto necessario per poter entrare in questo paese è il visto Eta. Grazie a Australia-Eta troverete indicazioni su come ottenere il visto e potrete trovare altre notizie riguardanti il turismo in Australia. Il visto è obbligatorio ed è necessario, sia che il vostro sia un viaggio di piacere che di lavoro. Tutte le informazioni necessarie per ottenere questi o altri tipi di visto possono essere consultati sulla pagina www.australia-eta.com

Marsupiali e Monotremi

I più famosi animali australiani sono sicuramente koala e canguri e i loro cugini più piccoli chiamati wallaby ma esistono anche altre specie da vedere e, in alcuni parchi naturali, anche toccare e accarezzare. Nel sud dell’Australia farete sicuramente la conoscenza di marsupiali come i vombati, simili a dei castori, i quokka, detti anche gli animali più felici del mondo per il muso che sembra sempre sorridente e infine i diavoli della Tasmania, abitanti dell’omonima isola.
Altri animali particolari sono l’echidna e il più famoso ornitorinco che fanno parte della famiglia dei Monotremi, essi hanno la particolarità di essere mammiferi che depongono le uova.

Rettili e Ragni

Se nel sud dell’Australia si possono trovare animali teneri e simpatici nel centro e nel nord di questo paese le cose cambiano drasticamente. Gli abitanti più comuni di queste zone sono infatti rettili e ragni, alcuni dei quali molto pericolosi. Nella parte settentrionale tra Darwin e Cairns si possono avvistare coccodrilli e serpenti, più o meno velenosi, come varie specie di pitoni e vipere.
Nelle zone desertiche centrali si possono trovare iguana e lucertole come i draghi barbuti e i diavoli spinosi, piccoli rettili ricoperti di spine molto appuntite.
Altri animali da cui stare alla larga, ma che molte persone trovano affascinanti, sono sicuramente i ragni anche questi si possono trovare soprattutto nelle regioni più a nord e si differenziano dimensioni che per pericolosità. Tra i più velenosi la famosa vedova nera e il meno rinomato ragno dei cunicoli che vive però nel New South Wales.

La tua vacanza a Lampedusa: info utili

L’isola di Lampedusa è una delle mete più amate dai turisti italiani. È una delle perle dell’arcipelago delle Pelagie ed è anche la più grande con i suoi 20 chilometri quadrati; situata nel mezzo del Mediterraneo, è facilmente raggiungibile nella bella stagione grazie ai voli che la collegano a tutti i principali aeroporti italiani. L’isola gode di una fama mondiale tant’è che le sue spiagge sono state ricomprese tra quelle più belle del mondo superando le concorrenti caraibiche.

Come muoversi a Lampedusa

Una volta raggiunta l’Isola, nonostante non sia grandissima nelle sue dimensioni, un mezzo di trasporto è essenziale, poiché col caldo, col sole e con i servizi pubblici che sì ci sono, ma che non sono paragonabili a quelli delle grandi città rischiate di rimanere sotto il sole per tanto tempo ed è poco consigliato visto che in estate si sfiorano picchi di 40 gradi e soprattutto se avete bambini al vostro seguito.
Uno tra i tanti noleggio a Lampedusa vi permetterà di sopperire a questo bisogno in modo da essere indipendenti durante tutta la vostra vacanza.
Per una coppia va bene anche uno scooter, altrimenti anche in auto vi potrete muovere tranquillamente su tutta l’Isola.

Cosa fare e cosa vedere a Lampedusa

Le spiagge sono il fulcro dell’isola ed è per questo che non potete non vedere la spiaggia dei Conigli che prende il nome dall’isola vicina, l’acqua è bassa e la sabbia bianchissima; perfetta per le immersioni è Cala Pulcino o ancora Cala Greca bellissima spiaggia circondata da scogliere, qui la strada per poterla raggiungere è un po’ impervia ed per questo che uno scooter è la migliore soluzione per evitare ogni imprevisto e non precludersi la possibilità di visitare ogni angolo di questa splendida isola. Una caletta imperdibile è Cala Maluk : molti preferiscono bagnarsi in queste acque e quelle delle calette vicine servendosi delle barche, dal mare si gode di una vista spettacolare e a Lampedusa l’escursione in barca è d’obbligo.
L’intrattenimento serale si concentra sul corso principale, la via Roma,  dove troverete bar, ristorantini, negozi di souvenir e tanto altro.
Le passeggiate al porto dopo il calar del sole offrono ristoro grazie alla leggera brezza marina che si avverte.
Arrivati su quest’isola i lampedusani vi accoglieranno benissimo! Non vorrete mai più adare via da questo paradiso terrestre.