Vacanze a Roma troppo care? Dormite in provincia!

Roma è senza dubbio la città più bella del mondo. Non lo dico io. Lo dicono le statistiche e i sondaggi. Sicuro, vista la gran quantità di opere d’arte, musei, siti archeologici, e altri preziosi che conserva tra le sue mura. Per questo è una meta gettonatissima tra i turisti di tutto il mondo. Ed il turista, quando è in vacanza, spende e spande perché si vuole divertire senza rinunciare a niente.

In questo 2016, la città è ancora più invasa a causa dell’afflusso dei pellegrini in occasione del Giubileo della Misericordia. Milioni di persone in cerca di vitto e alloggio. E visto l’evento straordinario i prezzi degli alberghi saranno probabilmente di alta stagione.

Alloggiare a Roma può davvero costare troppo ed in alcuni casi, vuol dire anche ritrovarsi in ambienti non proprio 5 stelle ( potremmo dire nemmeno una stellina). In molti casi il rumore del traffico accompagna le orecchie tutto il giorno e parte della notte. Lo smog inoltre circola allegramente nell’aria, pronto per essere inalato ( ma questo è un problema di tutte le grandi città del mondo).

Come fare allora a non spendere una cifra esagerata per dormire a Roma e godersi la propria vacanza? La risposta è semplice: non dormire a Roma.

Il mio consiglio è quello di scegliere un alloggio in provincia. L’ideale sarebbe un Bed and breakfast che risieda in un paese ben collegato con Roma, dove sorga una stazione dei treni che in massimo 30 minuti ci consenta di addentrarci nel cuore della capitale.

Impossibile? No, basta saper cercare.

A venticinque-trenta minuti dalla stazione Ferroviaria Roma Termini, in direzione Cassino, ci si ritrova a Valmontone, nel cuore della campagna romana. Qui, sono presenti diverse decine di Bed and Breakfast e Case Vacanza, nate per far fronte alla richiesta di alloggi da parte dei visitatori del parco Giochi di Valmotone Rainbow Magicland. Si tratta, nella maggior parte dei casi di strutture nuove o ristrutturate da poco con servizi di livello alberghiero e prezzi da provincia (quindi più bassi).

Per quanto mi riguarda, mi sono trovato molto bene facendo questa scelta. Ho alloggiato in un delizioso B&B Valmontone, stanza comoda con bagno interno, tv, aria condizionata, wi-fi, ottime colazioni e simpatia a non finire.

Il prezzo? Cinquanta euro la matrimoniale. Ben meno rispetto alle richieste della quasi totalità delle strutture ricettive di Roma, parecchie delle quali di livello inferiore rispetto a questo (parola di viaggiatore).

A Valmontone inoltre c’è aria salubre che concede una sana rigenerazione ai polmoni provati dopo essere stato in mezzo al traffico della città, acqua buona che si può bere dal rubinetto, tranquillità, quiete, silenzio nella notte e traffico quasi vicino allo zero. Un paradiso.

Unico pegno da pagare è la distanza con Roma da coprire in treno in circa venticinque-trenta minuti o in automobile in 10 minuti di autostrada (ma poi dovreste affrontare il traffico e la ricerca del parcheggio). Il treno e la distanza sono quindi un piccolo sacrificio che si fa volentieri davanti ad una maggiore qualità della vita e del riposo.

A Valmontone poi si risparmia anche sul mangiare. Ottimi ristoranti presenti in zona propongono eccellenze enogastronomiche prodotte dai contadini e dagli allevatori locali. Il prezzo di una cena può variare dalle quindici alle trenta euro. Non è che a quindici euro si mangi male però. Ci sono vecchie trattorie dove si mangia a menù fisso la minestra della nonna e carne con contorni di verdure locali. Credetemi se vi dico che qui è tutto un altro mangiare rispetto ai locali economici per turisti a prezzo fisso che si trovano normalmente nei luoghi ad alta affluenza di turisti.

Questi sono i miei consigli. A questo punto vi auguro buone vacanze a Roma e buon Giubileo, sperando che troviate conferma delle mie parole se deciderete di eleggere a base per dormire e mangiare, uno dei graziosissimi B&B a Valmontone.