Come valutare il prezzo dell’oro usato

Sempre più persone decidono di vendere il proprio oro usato, tuttavia è sempre meglio conoscere il valore di ciò che vogliamo cedere prima di recarci nei classici “compro oro”. Scopriamo in questo breve approfondimento come calcolare il valore dei nostri preziosi in maniera piuttosto precisa.
Se hai dell’oro e hai deciso di cederlo ma non riesci a stabilire una cifra, probabilmente hai pensato subito di rivolgerti ad un compro oro per una valutazione: tuttavia si sente molto parlare di questi servizi che spuntano quasi quotidianamente nelle nostre città e sarebbe opportuno avere un’idea del valore per poter valutare l’adeguatezza dell’offerta.

Per stimare il valore da soli si possono utilizzare diversi metodi:

  • si può calcolare il numero dei carati
  • si può determinare la quantità dell’oro in grammi
  • ci si deve informare sul valore attuale dell’oro

Per quanto riguarda questo primo metodo bisogna dotarsi di una lente d’ingrandimento, in maniera da individuare il timbro inciso sul gioiello: si tratta di un simbolo circondato da un rombo che indica la quantità di oro presente.

L’unità di misura è espressa in carati oppure in finezza: in questo modo riusciamo a stimare il valore del nostro oggetto e scoprirne l’effettiva autenticità.

Se le cifre risultano però illeggibili bisogna far valutare l’oggetto da un orafo di fiducia, che attraverso specifici test chimici sarà in grado di dirci se si tratta di oggetti completamente in oro oppure semplicemente placcati. Un altro aspetto da sottolineare è che molti gioielli in oro realizzati prima del 1980, sono al di sotto del valore di carati dichiarato: ad esempio i gioielli a 18 carati corrispondono effettivamente ad una caratura compresa tra i 17 e i 17,5.

In caso di dubbio lo strumento più adeguato è il test acido: si può procedere anche da soli e acquistare il kit on-line oppure nei negozi di articoli di gioielleria al costo di pochi euro.

Grazie a questo kit, che a seconda del costo contiene anche una piccola bilancia, si possono testare diverse carature di oro. Il consiglio è quello di provare tutti gli acidi del kit e regolarsi a seconda dei cambiamenti cromatici: se l’acido 18 carati non sortisce effetto ma l’acido 22 carati cambia colore e diventa marrone, allora l’oro che abbiamo in mano è almeno a 18 carati.

Se l’acido 14 carati non ha effetto ma quello a 18 carati diventa marrone, allora l’oro sarà almeno a 14 carati e così via.

Calcolare il valore del tuo oro usato: pesare l’oro

Per quanto riguarda il peso dell’oro in grammi, non possiamo utilizzare le nostre bilance da cucina. I bilancini di precisione si acquistano dai gioiellieri oppure si possono trovare on-line o nei negozi di elettrodomestici più forniti. Gli oggetti vanno pesati in gruppi suddivisi per carati lasciando stabilizzare il valore della bilancia prima di annotare il peso.

Bisogna comunque sottolineare che il peso potrebbe non corrispondere esattamente alla cifra offerta, ma avresti comunque un valore di riferimento per iniziare la negoziazione.

Calcolare il valore del tuo oro usato: le monete

Se hai delle monete d’oro, tienile separate dal resto dei tuoi oggetti preziosi e falle valutare da un perito, poiché potrebbero avere un valore numismatico superiore a quello del metallo di cui sono costituite, a seconda di quanto sono antiche, rare e dello stato di conservazione.

Se hai esperienza nel commercio elettronico, potresti anche provare a fare delle foto ad alta risoluzione e venderle in rete: in tal caso è opportuno fornire un certificato di autenticità per rassicurare i compratori e chiedere le cifre più adeguate.

Se vuoi sapere il prezzo aggiornato delle maggiori monete da investimento prova questo tool.

Calcolare il valore del tuo oro usato: calcoliamolo

A questo punto possiamo calcolare il valore del nostro oro, individuando il prezzo al grammo oppure al chilo, ricordandosi in tal caso di dividerlo per 1000. Suddividendo gli oggetti in gruppi a seconda dei carati per 24, possiamo moltiplicare il risultato per i grammi di peso di ciascun gruppo. Se ad esempio abbiamo 10 g di oro usato a 18 carati e il prezzo dell’oro è di € 20 al grammo, si guadagneranno circa € 200.

Ma se non hai modo di fare questi calcoli prova questo tool per il calcolo del prezzo dell’oro usato.

Calcolare il valore del tuo oro usato: al “compro oro”

I negozi di “compro oro” pagano sul momento e in contanti, trasformando vecchi gioielli inutilizzati in investimento. Tuttavia è opportuno fare molta attenzione al negozio prescelto, informandosi prima sull’affidabilità del franchising e sul valore effettivo degli oggetti che vogliamo vendere. Bisogna ricordare che l’oro usato viene pagato il 75% in meno rispetto all’uomo ed è quindi sconsigliabile rivendere subito un anello appena acquistato perché da ogni € 100 se ne ricaverebbero solo 25.
Una volta giunti al compro oro, l’addetto verificherà l’autenticità dell’oggetto e domanderà il codice fiscale e un documento di identità: quando si trova l’accordo per la vendita, verrà compilato un modulo con la descrizione degli oggetti che consentirà all’occorrenza alle forze dell’ordine di eseguire controlli. L’oro venduto viene conservato per 10 giorni nel negozio prima di essere destinato alla trasformazione o alla rivendita, per consentire le verifiche della sua origine.

Se hai dell’oro da vendere prima di farlo ti consigliamo di visitare il sito DeshGold.com, il punto di riferimento italiano per gli investimenti in oro. Potresti decidere di cambiare idea e guadagnare molto di più attraverso le strategie di investimento che troverai sul sito.