Visitare Pistoia e dintorni alla scoperta della Toscana meno conosciuta

La Toscana è una regione davvero ricca di opportunità per una vacanza o un fine settimana di riposo. Città d’arte come Firenze, Siena e Pisa non hanno certo bisogno di presentazioni.

La riviera toscana offre spiagge per tutti i gusti e un mare splendido. Ci sono però, in Toscana, città magari meno “famose” in cui passare un bel fine settimana scoprendone le bellezze e i dintorni collinari. Pistoia è una piccola città toscana, molto bella, e a pochi chilometri da Firenze, quindi potrebbe costituire un punto strategico anche per andare alla scoperta di altre bellezze della regione. Non solo nei dintorni di Pistoia, da Quarrata ad esempio, si apre la zona del Monte Albano che può essere una buona base per qualche giorno di relax in collina a fare trekking e passeggiate rilassanti, oppure per andare per funghi come si dice in toscano o per scoprire i sapori gastronomici della terra dei fiori, visto che il pistoiese ed il territorio di Quarrata (a pochi km da Pistoia) sono noti anche per i vivai e per la vendita (al dettaglio e all’ingrosso) di fiori e piante.

Visitare Pistoia e scoprire le meraviglie della città

Pistoia è la capitale della cultura 2017 e presenta come ogni città toscana, numerose bellezze storico architettoniche tutte da scoprire. Una città in cui il centro storico racchiude numerose meraviglie architettoniche, circondato dalle spettacolari colline toscane che offrono panorami imperdibili. Tra rappresentazioni storiche e imponenti costruzioni di rara bellezza, sarà possibile fare una passeggiata di piacere in una delle città più intriganti d’Italia. Ecco una mappa completa delle bellezze da visitare nella città di Pistoia e nei suoi dintorni, tieni anche conto dei tanti eventi culturali (il più famoso è il Pistoia Blues) che si tengono in città e che attirano migliaia di turisti da tutta l’Italia.

Nei dintorni di Pistoia tra passeggiate ed itinerari gastronomici

Nei dintorni di Pistoia (tra Quarrata, Agliana, Vignole, l’Abetone ed altre località) parte l’appennino e delle colline ottime sia per andare a funghi sia per fare delle passeggiate rilassanti o per sciare d’inverno a prezzi contenuti e ad un passo dalla città.

In particolare segnaliamo per il particolare valore artistico Villa La Magia (a Quarrata), di proprietà del Comune, ma anche la chiesa di S. Michele Arcangelo che si trova Vignole (sempre nei dintorni di Pistoia), oppure lo splendido borgo Medievale di Tizzana, e le chiese di S. Michele Arcangelo di Buriano e di S. Maria Assunta. Da qui si apre parte del Montealbano e la distesa dei vivai che caratterizzano questa parte della Toscana, per conoscere meglio il territorio anche da un punto di vista di eventi e attività economiche, ti segnaliamo www.nontuttisanno.it un blog dedicato al territorio di Pistoia e Quarrata (e dintorni).

La Piazza della Sala il cuore e il simbolo di Pistoia

Chiamata semplicemente La Sala dai cittadini pistoiesi, questa piazza è il simbolo della città, situata nel centro storico.

Ospita il mercato settimanale e dopo il restauro negli anni ottanta è diventato il centro nevralgico delle attività commerciali come bancarelle, bar, caffè. Un luogo suggestivo dove passare per godere le splendide facciate dei palazzi antichi. La piazza è dominata dall’imponente Cattedrale di San Zeno, la facciata si presenta con caratteristiche decorazioni in stile trecentesco. Sulla torre Campanaria di San Zeno si potranno ammirare le splendide colline toscane e un panorama mozzafiato.

L’Ospedale del Ceppo

Poco distante da Piazza del Duomo sorge l’Ospedale del Ceppo, una costruzione del duecento ancora attiva la cui facciata è caratterizzata dall’opera della bottega dei Della Robbia fatta nel XVI secolo.

Un luogo da non perdere per gli amanti della storia e dell’architettura. Sarà possibile accedere nei sotterranei dell’Ospedale e visitare il Museo di Pistoia Sotterranea, un percorso stupefacente, percorribile grazie alle guide per circa 650 metri, un modo per comprendere meglio le attività collegate all’utilizzo dell’acqua nella parte antica della città.

La Fortezza Santa Barbara

Nella zona sud-est tra le mura cittadine, la Fortezza di Santa Barbara fu fatta costruire da Cosimo I de’ Medici nella metà del Trecento.

La Fortezza è delineata da possenti bastioni e le mura sono molto spesse e imponenti, un’architettura che corrisponde alle costruzioni militari dove non sono presenti decorazioni e soluzioni formali.

La Giostra dell’Orso

San Jacopo è il santo patrono della città e Piazza del Duomo si colora di storia con un’appassionante sfida a cavallo dove i rioni antichi si contendono la vittoria.

Una tradizione presente dal 1200 in cui cavalieri e nobili si sfidano per impossessarsi un drappo di stoffa in modo da onorare la gloria del vincitore. Al torneo partecipano tre cavalieri provenienti da ogni rione, la sfida consiste nell’abbattere con lancia il bersaglio a forma di orso.

Insomma, perché non passare qualche giorno nel pistoiese o farne una “base” di partenza per i tuoi spostamenti in Toscana, fuori dallo stress e dal kaos di altre città?