Seghe a nastro: mini guida su quale scegliere

Sei un appassionato del fai da te e stai pensando di acquistare una delle tante seghe a nastro in commercio? Hai aperto da poco una falegnameria e hai bisogno di macchinari all’avanguardia e di alta qualità?

Le seghe a nastro in legno sono il prodotto indispensabile per la tua attività imprenditoriale.  Grazie a questi macchinari è possibile eseguire dei tagli su diversi materiali tra cui acciaio, legno, plastiche e gomme, materiali refrattari e metalli come il ferro.

Questi strumenti  da lavoro hanno la capacità di compiere dei tagli di grandi dimensioni senza essere discontinui e di eseguire dei tagli sagomati in maniera perfetta.

Per chi non è del settore il problema principale per l’acquisto è scegliere quale segatrice acquistare. Sul mercato esistono talmente tanti prodotti dalle caratteristiche diverse che possono confondere il cliente tanto da farlo sbagliare.

E allora come scegliere la giusta sega a nastro professionale? Abbiamo pensato di facilitarti nella scelta e redigere una mini guida informativa che ti aiuti a fare l’acquisto adatto alle tue esigenze.

Vediamo nel dettaglio che cosa devi sapere prima di fare shopping.

La sega a nastro per legno: caratteristiche

La sega a nastro per legno deve avere delle caratteristiche specifiche in base al suo utilizzo. Sono due gli elementi da considerare prima dell’acquisto: le dimensioni e il tipo di lama.

Le dimensioni della segatrice a nastro

Le seghe a nastro di dimensioni ridotte sono ideali per un utilizzo hobbistico mentre quelle più grandi sono indicate per le lavorazioni di tipo industriale. Con un prodotto più piccolo, e un altezza di taglio utile di almeno 20 centimetri, è possibile organizzare la propria attività di bricolage e dilettarsi con la lavorazione del legno senza rivolgersi a un professionista. Solitamente le seghe a nastro di dimensioni più contenute  hanno un motore monofase che si adatta ai classici impianti domestici.

Ben diverso è il caso di un artigiano che ha necessità della sega a nastro professionale per il suo lavoro.

Il nostro consiglio è di orientare il tuo acquisto in relazione all’utilizzo del macchinario per evitare di comprare un prodotto troppo o poco potente o peggio non adatto alle esigenze specifiche.

Il tipo di lama della segatrice a nastro

La particolarità delle lame per le seghe a nastro è proprio nel taglio: consente di tagliare ininterrottamente per avere aperture perfette e non discontinue.

La lama delle seghe a nastro, però, va scelta in funzione del materiale con cui si deve lavorare. Si tratta di prodotti in legno massello, materiali in PVC o truciolato? Devi lavorare i metalli e nello specifico il ferro oppure materiali plastici o in gomma? In base al materiale da tagliare è possibile scegliere la lama giusta. In commercio ne esistono diverse:

  • Lama con denti a nastro
  • Lama a salto
  • Lama con denti seghettati
  • Lama ondulata
  • Lama senza gancio

La lama della segatrice a nastro va scelta anche in base alla dimensione. A questo proposito bisogna tener conto di diversi parametri tra cui:

  • i possibili surriscaldamenti durante il lavoro e in funzione al materiale su cui si esegue il taglio
  • l’evacuazione dei trucioli
  • la finitura che si desidera ottenere con il taglio
  • la sagoma che si vuole realizzare

Questa mini guida ti aiuterà a capire come scegliere il tuo strumento da lavoro a seconda delle dimensioni e della tipologia della lama. Per conoscere tutto sulle seghe a nastro, però, continua a seguirci sul nostro blog. Riceverai informazioni utili sul settore con aggiornamenti costanti e studiati per aiutarti a scoprire questo mondo.