Come chiedere un preventivo per il trasloco

Un trasloco è stato classificato come terzo evento più stressante della vita di una persona. Questo perché richiede tantissime energie non solo fisiche ma anche mentali per trasportare la propria vita in una zona nuova, e per continuare a mettersi in cambiamento. Oltre a ciò, il trasloco richiede anche attenzione e massima organizzazione.

Insomma un evento di questo tipo può sembrare difficilissimo da gestire, ma la realtà è che è possibile impostarlo al meglio con il segreto della buona organizzazione. Organizzarsi per tempo è quindi uno dei segreti fondamentali per poter gestire al meglio un trasloco.

Fare un trasloco da soli diventa davvero molto impegnativo: oltre allo stress bisogna anche saper gestire lo spostamento dei beni, e tantissime specifiche diverse che possono mandarci in totale confusione. Come fare per poter organizzare bene un trasloco senza esagerare con lo stress e mantenendo una buona pianificazione? Il nostro consiglio è quello di rivolgevi a delle ditte di esperti del settore, che con la loro esperienza possono aiutarvi a rendere più semplice questo importante momento della vostra vita. Potete contattare aziende che si occupano di traslochi e richiedere preventivi per poter confrontare i prezzi, magari muovendovi con un certo anticipo per poter risparmiare e per gestire al meglio il trasloco limitando lo stress. A proposito di preventivo trasloco, quali sono le voci che incidono nella determinazione del prezzo?

Come chiedere un preventivo trasloco

Il trasloco è un servizio più o meno complesso che per sua natura si conforma alle esigenze specifiche e tecniche della persona che si sta muovendo di casa. Stabilire un prezzo unico quindi non è possibile: esso dipende dalla città di riferimento e da quella verso la quale ci si sposta, dal fatto che sia un trasloco nazionale o internazionale, dal fatto che si trasportino beni di un certo valore o no, dalla presenza dell’assicurazione, dai servizi integrativi richiesti. Insomma sono tanti i fattori che possono determinare il costo del trasloco. Il preventivo del trasloco è fondamentale perché consente di poter gestire al meglio il proprio budget in vista di questo momento così importante per la vita. Grazie ad un preventivo trasloco sapete che cosa dovete aspettarvi, quali servizi ed eventuali assicurazioni sono incluse e quali no e via dicendo. Inoltre se cercate di organizzare tutto con un certo anticipo avrete la possibilità di confrontare più preventivi e di risparmiare.

Un preventivo trasloco in genere richiede di indicare alcune informazioni indispensabili che sono:

  • la distanza fra le abitazioni, ovviamente, che è una delle fasi che determinano il prezzo del trasloco.
  • Il numero di stanze e il numero dei beni che si intende spostare.
  • Il tipo dei beni: il trasporto di mobili di pregio o beni speciali ovviamente fa alzare il prezzo. Sarà poi il tecnico durante il sopralluogo a definire meglio questi punti.
  • Le date del trasloco.
  • Eventuali servizi aggiuntivi come assicurazioni, montaggio e smontaggio ecc.

Quanto costa un trasloco?

Definire il costo del trasloco è davvero difficile perché come abbiamo visto dipende da tantissime variabili differenti e anche da città a città. In linea di massima difficilmente si superano i 20 euro all’ora per addetto. In ogni caso bisogna tenere conto anche del tipo di servizi aggiuntivi che vengono offerti assieme al trasloco, della presenza di assicurazioni, difficoltà di parcheggio in loco e presenza o meno di ascensore, uso di montacarichi, trasporti speciali, montaggio e smontaggio mobili e imballaggio sono elementi che ovviamente fanno salire il costo del preventivo trasloco. Nonostante ciò ricordatevi di affidarvi sempre ad esperti per fare in modo che questa esperienza non sia eccessivamente pesante e stancante, anche dal punto di vista mentale.