I vantaggi dell’aria compressa, perché affidarsi a questa energia

I primi compressori conosciuti sin dai tempi dei primitivi non erano altro che i polmoni: gli uomini primitivi soffiavano sulla cenere per accendere il fuoco.

Con l’evoluzione da dei semplici polmoni siamo riusciti ad arrivare ai primi  mantici meccanici azionati manualmente e con il pedale fino ad arrivare all’impiego dell’aria compresa come fonte energetica destinata all’estrazione e la lavorazione dei metalli e ai processi di produzione.

In combinazione ad altre fonti di energia, l’aria compressa svolge un ruolo da assoluta protagonista in numerosi ambiti industriali, ma risulta utilizzata anche in contesti professionali, semi professionali ed hobbistici.

Per scoprire quali sono i principali vantaggi dell’aria compressa per la tua attività, non andare via e passa al paragrafo successivo per scoprirne di più!

I vantaggi di scegliere le qualità dell’aria compressa

Le molteplici qualità del compressore ad aria iniziano quando riesce ad agevolare e velocizzare i lavoretti fai da te e le semplici riparazione di manutenzione tra casa, giardino e il garage, non solo verniciando a spruzzo, gonfiare le ruote della bici e pulire gli interni dell’auto .

Collegando e abbinando i giusti strumenti puoi usare il compressore per portare a termine una grande varietà di progetti domestici, nello stesso tempo il compressore è irrinunciabile per applicazioni pesanti industriali, dei diversi settori: alimentare, chimico-farmaceutico e minerario.

Scegliere un impianto ad aria compressa invece che un impianto d’energia più convenzionale comporta vantaggi più tangibili: ecco alcuni dei più rilevanti.

Energia facile da trasportare e da immagazzinare

L’aria compressa è facile da immagazzinare e la si può  conservare in appositi serbatoi.

Grazie allo stivaggio dell’aria all’interno dei contenitori, i compressori devono mettersi in funzione solo quando la pressione scende al di sotto di una soglia molto bassa.

Attraverso a degli appositi tubi, l’aria è trasportabile e distribuibile anche a grande distanza e in molteplici punti di usura.

In mancanza di questi tubi, le bombole ad aria vengono in tuo aiuto (per esempio sott’acqua).

Efficienza e versatilità

È sempre più comune sbrigare piccole faccende e riparazione di manutenzione  dentro casa, in giardino o in garage da sé, senza chiamare tecnici o professionisti, e anche in questo caso il compressore ad aria sarà un ottimo alleato, dandoti un supporto notevole per le attività di bricolage.

Un compressore è l’aiuto di cui si ha bisogno quando si ha bisogno di velocizzare tutti i progetti che hai in mente, a seconda delle necessità potrai avere un utensile ad aria compressa dedicato.

Ergonomici e leggeri

Qualsiasi utensile ad aria compressa presenta il vantaggio di essere maggiormente leggero rispetto ai corrispettivi elettrici, essendo per l’appunto alimentati ad aria compressa tramite un compressore d’aria non richiedono ingombrante e pesante motore interno.

Questa caratteristica fa la differenza nel caso di utensili manuali e a percussioni come gli avviatori e martelli pneumatici.

Gli strumenti ad aria compressa sono più piccoli, leggeri ed ergonomici.

Maggiore sicurezza

Questo è uno degli aspetti più importanti; il fatto che gli strumenti ad aria non presentino un motore elettrico comporta l’eliminazione del rischio di shock elettrico dovuto ad una serie di problemi che il motore potrebbe presentare.

Maggiore sicurezza anche nell’utilizzo dei compressori ad aria anche in ambienti con la presenza di gas o in quelle situazioni in cui l’acqua, condensa ed umidità sono una costanza.

Risparmio energetico

Un tratto davvero distintivo e significativo degli impianti ad aria compressa è che garantiscono le migliori performance sfruttando una quantità minore di energia rispetto agli utensili elettrici o a gas.

La migliore efficienza energetica che li rende i migliori amici dell’ambiente, consentendo anche un risparmio monetario nel lungo termine.

Proprio per questo, la sua diffusione è in netto aumento sia nell’ambito industriale che in quello domestico.

Bagno chimico: cos’è? come funziona?

Il bagno chimico è la perfetta alternativa di un bagno convenzionale. Se partecipi ad una festa all’aperto o vai in vacanza in campeggio, scoprirai che è ciò di cui avevi bisogno.

Il suo funzionamento è molto semplice, infatti basta riempire il serbatoio del gabinetto che divide le acque chiare da quelle nere, inserire nel wc il liquido utilizzato come disinfettante e infine aggiungere circa 15 litri di acqua per il risciacquo.

Esiste anche un modello di wc chimico più basic, dove basterà svuotare un semplice sacchetto per farlo tornare come nuovo. I bagni chimici vanno incontro a diverse esigenze, infatti ci sono diversi modelli usati sia in ambienti aperti, sia in ambienti chiusi.

Bagno chimico per casa

Il bagno chimico in casa può essere utilizzato per diverse ragioni. Quando ad esempio non è possibile allacciarsi alla rete fognaria o all’acquedotto, oppure quando in casa ci sono persone anziane o con problemi di deambulazione.

In questo caso il wc portatile è una vera salvezza, perché potrà essere posizionato nella stanza più utilizzata da chi ne ha necessità o spostato, grazie all’installazione di piccole rotelle. 

Bagno chimico per roulotte e campeggio

Sicuramente questo bene sanitario, è nato per venire incontro ad esigenze particolari soprattutto quando si è fuori casa. Hai programmato qualche giorno in roulotte con la famiglia? In questo caso il bagno chimico è una scelta necessaria poiché comodo e pratico da pulire. Può avere una durata di circa 3/4 giorni e può essere utilizzato regolarmente da 4 persone. 

Inoltre quando si è fuori casa e si ha necessità di avere un po’ di privacy, invece che correre per tutto il campeggio alla ricerca di un bagno, portando con te il tuo wc portatile risparmierai tempo e sarai meno stressato. 

Ricorda che, smaltire i rifiuti in aperta campagna sarà più facile, in dotazione ai bagni chimici vendono dei sacchi biodegradabili che contengono una polvere che trasforma i rifiuti da liquidi a solidi.

In seguito potrai seppellirli senza problemi a una adeguata profondità. Invece la carta igienica disgregabile la potrai acquistare insieme al wc chimico rispettando perfettamente l’ambiente. Puoi ottenere informazioni più specifiche sui bagni chimici per campeggio sul sito consiglicasa.com.

Bagno chimico per cantiere

Chiunque abbia un’impresa edile e allestisce un cantiere, deve assolutamente garantire ai propri dipendenti un wc chimico. I bagni chimici per cantiere hanno dei requisiti di legge da rispettare, ogni violazione comporta delle sanzioni: da una multa salata tra i 500€ i 2000€ fino a due mesi di fermo. Il datore potrà scegliere il wc chimico che più preferisce, esistono anche modelli che si attaccano alla rete fognaria, quindi avrà l’imbarazzo della scelta.

Per i cantieri grandi con molti lavoratori, è possibile installare più wc chimici o anche una struttura con due o più cabine, in modo che chiunque voglia utilizzarlo non debba attendere troppo a lungo il suo turno. Una tipologia di wc chimico molto comune tra i cantieri è quello “alla turca”, che garantisce comodità e igiene. Chi costruisce un wc chimico in un cantiere deve garantire:

  • spazio interno di un metro quadro con altezza di due metri;
  • visibilità interna;
  • ventilazione adeguata;
  • la porta si deve chiudere da sola e deve essere sbloccabile dall’esterno in caso di emergenza. 

Quanto costa noleggiare un bagno chimico

Per noleggiare un bagno chimico per un concerto o un festival, puoi rivolgerti a un’azienda specializzata in questo. Noleggiare un wc chimico permette di evitare di costruire tubature o strutture accessorie, posizionandoli e rimuovendoli facilmente.

Il costo di questa operazione varia in base alla durata dell’utilizzo e al numero di servizi igienici.

Se si parla di una giornata il prezzo gira intorno ai 100€, per un periodo più lungo si può arrivare fino a 400€.

Esistono però anche bagni chimici di lusso, dotati di servizi aggiuntivi, per esempio sala make-up per le signore, e i prezzi aumentano drasticamente.

Bagno chimico costo dei vari modelli

I costi dei bagni chimici variano in base al modello che sceglierai. Quelli con il sacchetto estraibile sono più economici e veloci da pulire, con un costo che si aggira attorno ai 20/30 €. 

Grazie ai diversi modelli presenti sul mercato, infatti, andare incontro alle tue esigenze è più facile. Se cerchi un wc chimico facile da pulire, comodo, con i cattivi odori che rimangono contenuti all’interno senza invadere l’ambiente circostante, verrai accontentato senza problemi. 

Tutto dipende molto dalle tue esigenze, se siete una coppia che trascorrerà una notte in campeggio basterà un wc chimico dal costo contenuto, circa 50/70€, se siete una famiglia allargata il costo sarà superiore girando intorno agli 80/100€.

I bagni chimici possono davvero accontentare tutti, basta solo capire quale si cerca. 

Come scegliere l’antifurto per la bici

Sia che tu vada in bicicletta fino al negozio di alimentari o che la utilizzi tutti i giorni per andare al lavoro, avrai sicuramente bisogno di un lucchetto di alta qualità. È indispensabile per mettere al riparo la tua bici dal rischio di furti, mentre esegui le tue commissioni quotidiane in tutta tranquillità e sicurezza.

C’è una grande varietà di antifurto per bici sul mercato, che può rendere anche difficoltosa la ricerca dell’antifurto più adatto. Tuttavia, devi tener conto di alcuni semplici aspetti per assicurarti di ritrovare sempre la tua bici dove l’hai parcheggiata.

Cosa cercare in un lucchetto per bici

  • Peso. Una delle qualità più importanti che dovresti considerare in un antifurto per bici è il peso. Generalmente, più pesante è la serratura, più difficile sarà per un ladro rubare la tua bici. Prima di andare a comprare il lucchetto per bici più grande e pesante che puoi trovare, assicurati di considerare come il peso del lucchetto influirà sulla tua corsa. Le serrature più pesanti sono spesso più ingombranti da trasportare. Se utilizzi la tua bici solo per andare al bar durante il fine settimana, potresti permetterti di risparmiare sul peso della serratura in favore di qualcosa di leggero e più comodo da usare.
  • Materiale. Le serrature per bici tradizionali sono generalmente costruite con una catena coperta da tubi di plastica. Fortunatamente, c’è stata un’ondata di lucchetti per biciclette ad alta tecnologia negli ultimi anni. Molte aziende stanno rivestendo i loro lucchetti di silicone per prevenire danni alla bicicletta e allo stesso tempo proteggerla dai furti.
    Dovresti mirare ad acquistare un lucchetto per bici in acciaio temprato o, se lasci la bicicletta incatenata per lunghi periodi di tempo, ancora meglio in titanio. Entrambi i materiali sono impossibili da tagliare usando le tronchesi. A meno che il ladro non riesca a utilizzare una smerigliatrice angolare nel mezzo di una strada trafficata, la bici dovrebbe essere relativamente sicura.
  • Stile. La tipologia più efficiente di blocco bici è un U-lock o D-lock. È un anello semplice e rigido a forma di U o D. L’alternativa è il blocco a catena. Questi lucchetti non solo sono fatti di materiale praticamente indistruttibile, ma sono anche facili da usare e possono essere regolati per fissare la tua bici a una vasta gamma di ancore. Altri stili includono lucchetti per cavi, bloccaggi delle ruote e blocchi intelligenti che utilizzano la tecnologia Bluetooth.

I vantaggi dell’U-lock

La stragrande maggioranza delle biciclette rubate viene in genere fissata con un cavo o una catena. State lontano dai cavetti, perché la maggior parte può essere tagliata con cesoie da giardino. I lucchetti a U offrono una protezione migliore, sebbene non impenetrabile: le smerigliatrici angolari alimentate a batteria sono diventate così buone ed economiche che sono un’opzione abbastanza praticabile per i ladri, in quanto consentono di rompere un U-lock in meno di un minuto.

Per questo motivo, alcuni potrebbero scegliere di usare due U-lock, uno che fissa la parte posteriore e l’altro la parte anteriore. I ladri vogliono sbrigarsela il più velocemente possibile e l’onere di tagliare un lucchetto aggiuntivo aumenta il rischio di essere arrestati.

Fissa il ??blocco a U attraverso il telaio, non solo attraverso una ruota. Se blocchi solo una ruota, il ladro rimuoverà semplicemente la ruota e se ne andrà con il telaio della bici. Per una maggiore protezione, metti il ??lucchetto sia sul telaio che sulla ruota anteriore quando parcheggi la tua bici.

La maggior parte dei lucchetti a U prevede una garanzia che funziona come un’assicurazione. Se la tua bici è bloccata correttamente e viene comunque rubata, la ditta produttrice potrebbe risarcirti della perdita della bici.

Guarda i portabici

Fai attenzione alle estremità dei portabiciclette. Alcuni portabiciclette sono costruiti con semplici dadi e bulloni alle estremità. Se si parcheggia la bicicletta sull’estremità di uno di questi, un ladro potrebbe disassemblare l’estremità del portabiciclette con una chiave inglese, quindi farla scivolare via. Allo stesso modo, controlla anche che la parte della griglia su cui stai bloccando la bicicletta sia solida e non rotta nella parte superiore o inferiore.

Proteggi tutte le parti della bici

Tantissime parti della bicicletta possono essere rimosse con un cacciavite o una chiave a brugola, a meno che non siano a sgancio rapido e possano essere rubate senza alcuno sforzo. Un buon modo per proteggere le ruote e il reggisella è quello di abbandonare viti e bulloni regolari per bloccare ogni parte con teste di bulloni complicate che richiedono una chiave speciale per la rimozione. Altre persone coprono i fori dei bulloni con la saldatura o la supercolla, il che aggiunge sicurezza ma anche possibili rincari sul conto quando un meccanico di biciclette deve rimuovere la carcassa indurita per la manutenzione ordinaria.

Trovare un lucchetto per bici resistente e duraturo è indispensabile se si desidera mantenere la bicicletta sicura e protetta. Sebbene un antifurto per bici di buona qualità possa sembrare costoso, la qualità della serratura è ineguagliata, in particolare rispetto alle alternative più economiche. In definitiva, un piccolo investimento in un lucchetto per bici di buona qualità ora, ti farà risparmiare centinaia di euro in futuro.

Come guidare un veicolo elettrico per bambini in sicurezza

Anche se stiamo parlando di quello che è un veicolo per i bambini, essendo comunque un mezzo di movimento, può essere in grado di provocare danni gravi a cose e a persone, per cui deve essere utilizzato, nel rispetto di tutte le norme di sicurezza, così che possa essere un mezzo di divertimento per il bambino.

Ci sono delle regole che vanno dunque rispettate, per far sì che tutte le cose avvengano nel miglior modo possibile.

Spiegare al bambino i pericoli

Bisogna sempre tenere in considerazione, che le capacità di giudizio e la maturità dei bambini, non li porta a riconoscere quelli che possono essere eventuali pericoli, in quanto in loro, non è ancora sviluppata questa capacità, come potrebbe essere in un adulto.

Potrebbero quindi incorrere, in problemi di valutazione. Infatti un veicolo incustodito, può provocare delle gravi lesioni.

Quindi mentre il bambino si appresta a guidare il veicolo, per essere in totale sicurezza, dovrebbe essere sempre controllato da un adulto.

Nonostante infatti, possa avere tutti gli accorgimenti del caso, bisogna tenere in considerazione, che i bambini non sono in grado, né di prevedere o prevenire, eventuali pericoli.

Quindi l’unica alternativa è avere una supervisione diretta.

Bisogna assicurarsi, che tutte le norme di sicurezza siano rispettate, sia dal bambino stesso, che dagli altri ragazzi che potrebbero voler utilizzare o partecipare, a quello che l’utilizzo del mezzo.

Linee guida da Tenere presente per poter apportare una guida sicura

Bisogna assicurarsi che i bambini tengano presenti questi 11 punti, che andremo a descrivere.

  1. Un primo comporta l’assicurarsi sempre, che il bambino guidi quella che è la propria vettura, completamente seduto, non dovrà mai svolgere questa azione in piedi.
  2. Un secondo aspetto è quello che non dovrà mai guidarlo scalzo, ma dovrà sempre avere indosso delle scarpe sicure.
  3. Sul mezzo è consentito che siano presenti al massimo due bambini, quindi non è consentito che altri si portino sul mezzo o che stiamo in piedi, anche perché questi, potrebbero cadere o anche provocare, quello che è ribaltamento del veicolo, provocandone gravi conseguenze.
  4. I bambini non dovrebbero poi mai guidare il veicolo su strada o vicino a veicoli motorizzati.
  5. Dovrebbero anche evitare di guidare il veicolo, in prossimità di quelle che possono essere piscine o altre tipologie di ostacoli, come mobili, alberi e rami, o anche parti sporgenti di un edificio come ad esempio, possono essere le scale. Tutto ciò può provocare danni al veicolo ma soprattutto, al bambino, qualora ne venisse a contatto.
  6. Il veicolo non dovrà mai essere utilizzato al buio, visto che il bambino, potrebbe non accorgersi di pericoli legati alla scarsa visibilità o anche altri potrebbero non vederlo.
  7. Evitare quello che l’utilizzo del mezzo, sopra quelle che sono superfici irregolari, perché anche queste, potrebbero causare danni al veicolo e crearne dei cortocircuiti, o altre situazioni di pericolo.
  8. Non lasciare al bambino, la possibilità di cavalcare le scale o superfici scoscese, perché questo potrebbe causare, una velocità eccessiva del mezzo e dunque, molto pericolosa, anche se il pedale dell’acceleratore non viene premuto. Altra conseguenza grave è che potrebbe ribaltarsi e portare alla caduta del bambino. Altra situazione è che il motore potrebbe bloccarsi e quindi portare il veicolo a capovolgersi, provocando sempre la caduta del bambino.
  9. Un altro aspetto importante è che il bambino, non dovrà stare vicino a nessuna parte rotante del mezzo, come può essere il motore, o anche le ruote, perché queste potrebbero schiacciare le dita o tirare i capelli, provocandone quelle che sono delle lesioni anche gravi.
  10. Vietare l’utilizzo del mezzo, vicino a quelli che sono materiali infiammabili. Nei veicoli infatti, sono presenti, quelli che possono essere interruttori elettrici, che quindi potrebbero provocare scintille, portando all’innesco dei liquidi infiammabili e provocare degli incendi.
  11. Per evitare quello che è un qualsiasi utilizzo non sorvegliato del mezzo, si consiglia di staccare la batteria, quando questo non è in uso o quando non è sorvegliato.

Se terrete presente tutti questi aspetti, sicuramente si potrà guidare questo mezzo in assoluta sicurezza, così che il bambino possa divertirsi ed evitare in qualsiasi modo, quelle che possono essere eventi spiacevoli, provocati da un uso scorretto di questo strumento.

Come si suol dire sempre meglio prevenire che curare.

Se abbiamo uno di questi strumenti o ne vogliamo acquistare uno, dobbiamo essere determinati a rispettarne, quelle che sono le norme di sicurezza e a sorvegliarne costantemente i nostri bambini.

Per riuscire ad ottenere, tutti quelli che sono i dettagli, per poterlo utilizzare nella maniera migliore, si possono reperire maggiori informazioni, attraverso il sito internet di macchineelettricheperbambini.it, nel quale troveremo, accorgimenti che possiamo applicare, per rendere il mezzo sempre più divertente e sicuro.

Mobili per ufficio di design, dove comprarli online

I mobili per ufficio di design sono sempre più ricercati, poiché si presta un’attenzione crescente anche agli ambienti lavorativi. Del resto, un ufficio non è solo il posto in cui la mattina si va a lavorare. Per molti professionisti è anche uno spazio di rappresentanza che, quindi, deve essere arredato con attenzione e con gusto.

Come scegliere e dove acquistare i mobili? Sicuramente, oggi come oggi, la scelta di acquistare online gli arredi per qualsiasi tipologia di ambiente risulta vincente. Questo significa che anche quelli per l’ufficio possono essere scelti e acquistati direttamente negli shop online che vendono questi tipi di prodotto.

Ce ne sono tanti, ma bisogna sempre scegliere con attenzione il fornitore giusto, poiché in questo modo si potranno evitare problemi. Quando si desidera arredare un ufficio secondo quelle che sono le ultime tendenze in fatto di design, si deve sempre ricordare che è necessario scegliere un arredamento di qualità oltre che bello da vedere. La scelta ottimale, quindi, è quella di scegliere un fornitore online che sia in grado di coniugare i due aspetti, ossia un arredamento che rispecchia le mode ma che sia anche di buona qualità.

Consigli per gli acquisti di mobili per ufficio di design

Un ufficio moderno e funzionale è sempre una buona idea. Non resta, quindi, che tramutare il tutto in realtà, andando a scegliere quelli che sono i complementi e i mobili perfetti per lo spazio che si desidera arredare.

Il primo aspetto da prendere in considerazione quando si effettua questa scelta è il mood che si vuole dare. Se, come detto, si desidera un ufficio moderno, allora si dovranno scegliere solo mobili in linea con quelli che sono gli stili attualmente di tendenza. Non è difficile capire le ultime mode. Esistono, infatti, diversi cataloghi e riviste specializzate, che permettono di avere le idee ben chiare dal punto di vista delle scelte da fare.

Gli uffici di tendenza sono attualmente pensati per essere minimal. Niente orpelli inutili, soprammobili che un tempo andavano di moda e grandi sedie di pelle. Gli uffici di oggi sono arredati con cura e gusto e vengono spessi inseriti degli elementi di design che possono essere, ad esempio, dei quadri, dei divani particolari, delle sedie dalle forme lineari ma sinuose e così via. 

Scrivanie trasparenti o di materiali innovativi, lampade e lampadari d’arredo possono essere degli altri punti forti di un ufficio moderno che sia in grado di fare scena e di trasmettere, al tempo stesso, professionalità. Naturalmente molto cambia in base alla tipologia di ufficio che si vuole arredare. Esistono, infatti, uffici presidenziali, uffici operativi e, ancora, reception e molto altro ancora. 

Come detto in precedenza, sia gli arredi che i complementi di design possono essere acquistati online, cercando il miglior sito per procedere con la scelta. Per effettuare la scelta si deve in primis capire cosa offre un sito di arredamenti da ufficio (qui scopri il catalogo su Grupposmau.com) e, in secondo luogo, si deve andare a capire l’effettiva qualità offerta. 

La scelta di questi dettagli è fondamentale e farla online può rivelarsi la scelta migliore, sempre se si presta la dovuta attenzione a quello che si sta acquistando. Gli arredi verranno consegnati in pochissimo tempo direttamente all’indirizzo prescelto in fase d’acquisto e questo è un vantaggio che non può essere trascurato, dato che spesso si tratta di pezzi decisamente ingombranti e difficili da trasportare. 

Segnaliamo che online si ha anche la possibilità di effettuare la progettazione di interni con siti specializzati in modo tale da avere anche un’idea di quello che potrebbe essere il risultato finale. Quello che frena molte persone dall’acquisto nei vari shop online è proprio il fatto di non poter vedere dal vivo quello che si acquista e, in questo modo, il problema è risolto. 

Come proteggere i metalli dalla corrosione tramite la zinco nichelatura


La zinco nichelatura: la tecnica anti-corrosione

La zinco nichelatura consiste in una particolare tecnica anti-corrosiva dei metalli; essa è composta sia da nichel che da zinco, quest’ultimo è presente in piccole quantità comprese tra il 12% ed il 15%.
Il composto zinco-nichel, che permette l’elettrodeposizione, si crea grazie a delle soluzioni acquose composte da sostanze alcaline ed additivi.
La zinco nichelatura, in tale composizione, può avere plurimi utilizzi che, di seguito, sono illustrati.

I benefici del procedimento di zinco nichelatura

La zinco nichelatura, oltre a proteggere i metalli dalla corrosione, può avere differenti utilizzi che la rendono necessaria per la conservazione dei metalli, in special modo delle leghe ferrose.
Per completezza vediamo, adesso, quali sono nello specifico i benefici del trattamento di zinco nichelatura sui metalli.

La zinco nichelatura, ovvero una lavorazione di cui Zincatura Botter è specializzata, garantisce:

  • uno strato di conversione auto-cicatrizzante;
  • aggiunge ai materiali un film lucido, grigio che dona agli stessi resistenza;
  • il materiale di zinco nichelatura può ricevere, successivamente al trattamento, altri passaggi sigillanti;
  • la passivazione in cromo, derivante dalla zinco nichelatura, garantisce il rispetto della norme RoHS;

I benefici dei rivestimento zinco- nichel

Eseguire un rivestimento con la tecnica della zinco nichelatura vuol dire utilizzare un composto formato per l’85% da zinco e per il 15% da nichel.Tali sostanze vengono immesse all’interno di sostanze come l’acciaio al carbonio al fine di fornire protezione al pari e con le stesse caratteristiche di un rivestimento in zinco.

Bisogna specificare che il rivestimento zinco-nichel è formato da tre strati: il primo è lo strato che sta alla base, il secondo quello passivato trivalente ed il terzo è quello sigillante; tale composizione determina, nel procedimento di zinco nichelatura, tantissimi benefici per il metallo, favoriti dal fatto che il trattamento zinco- nichel ha una buona forza penetrante anche nelle cavità più strette e profonde.

Nello specifico, tale trattamento permette la presenza di tre elementi che garantiscano maggior protezione rispetto agli altri rivestimenti, essi sono:

  • maggiore protezione del metallo dalla corrosione;
  • maggiore resistenza all’usura delle parti in movimento;
  • limitazione dello stress termico delle parti sottoposte a fonti di calore ed a temperature di esercizio elevate.

Una volta definiti i benefici del trattamento zinco-nichel è bene analizzarli nel dettaglio.Per quel che riguarda la protezione dalla corrosione dei metalli, in special modo del ferro, bisogna sottolineare che la zinco nichelatura nasce proprio per prevenire tale problematica; difatti, rispetto agli altri rivestimenti, quello composto da zinco e da nichel garantisce una protezione anche tre volte maggiore rispetto alle altre tipologie di rivestimento in zinco esistenti.

A ciò bisogna aggiungere che per tali rivestimenti vi è una caratteristica molto particolare, concernente la creazione di depositi di zinco e nichel che danno vita ad una struttura cristallina uniforme per tutta la superficie; questo vuol dire che il rivestimento composto da zinco e nichel è sottile, unico e compatto ed avvolge tutto il metallo proteggendolo per interno.

Date queste caratteristiche si può affermare che proteggere il metallo tramite la tecnica della zinco nichelatura vuol dire tutelarlo per un lasso di tempo maggiore, pari al doppio, rispetto a quello che sarebbe garantito utilizzando un altro tipo di rivestimento.
Analizziamo adesso il secondo beneficio garantito dal procedimento di zinco nichelatura: si tratta della maggiore resistenza all’usura del metallo. Tale garanzia è determinata dalla struttura stessa dello zinco e del nichel che, uniti, danno vita ad un composto liscio, sottile ed uniforme in grado di limitare, se non addirittura eliminare, ogni possibilità che il rivestimento venga rovinato.

Tale caratteristica è dovuta non solo, come già detto, alla presenza di un composto liscio e sottile ma anche ad altre caratteristiche che sono:

  • la durezza maggiore dei materiali impiegati per il rivestimento;
  • la creazione di una superficie di rivestimento che elimina ogni traccia di attrito;
  • la creazione di una superficie in cui sono assenti regolarità e possibilità di abrasione;

Tutto questo porta ad affermare che, secondo l’unità di misura determinata dalla scala scala di durezza di Vickers, il composto nichel-zinco presenta una durezza tre volte superiore rispetto al composto formato solamente da zinco. Nello specifico, grazie alla zinco nichelatura, le parti ricoperte da zinco e nichel raggiungeranno sino a 450 Hv contro i soli 150 Hv raggiunti dalle parti dei metalli ricoperti solo da zinco.
Come si vede la presenza del nichel è fondamentale per dare resistenza, durezza, levigatura e regolarità all’intera copertura, al fine di coprire al meglio il metallo che si sottopone al trattamento di zinco nichelatura.

Passiamo, adesso, all’analisi dell’ultime dei benefici determinati dal procedimento di zinco nichelatura che è quello inerente la maggiore resistenza termica del metallo, sottoposto a tale trattamento, alle alte temperature. Bisogna sottolineare sin da subito che la resistenza alle alte temperature deriva proprio dalla presenza sia del nichel che dello zinco; tali elementi permettono di garantire al metallo una protezione maggiore dalle alte temperatura.

A corroborare tale affermazione vi sono molti test che dimostrato che il rivestimento fatto da zinco e nichel permette al metallo di resistere alla corrosione anche nel momento in cui lo stesso viene esposto a temperature che raggiungono anche i 300°.
Tale affermazione dimostra ulteriormente come la zinco nichelatura sia maggiormente efficace rispetto al solo rivestimento in nichel che garantisce una resistenza alle temperatura minore, determinando più facilmente la corrosione del metallo.

Conclusione

Da quanto detto si può affermare che rivestire i metalli con la tecnica della zinco nichelatura garantisce una serie di aspetti positivi e di successi che preservano il metallo stesso per lungo tempo.
Proprio per questo motivo nell’ambito delle infrastrutture, costruzione degli immobili, ambito industriale ed ingegneristico si utilizzano tali componenti per rivestire il metallo, come l’acciacio o il ferro.

Si aggiunge, inoltre, che date le proprietà anti-corrosive del nichel e dello zinco, in via sperimentale, anche nel settore agricolo e nella costruzione di alcuni materiali si sta provvedendo ad adottare tale tecnica di rivestimento al fine di dar vita a strutture metalliche più resistenti, sicure e durture nel tempo.

Artic cube: info utili e opinioni di chi l’ha provato

Moltissime persone si stanno affidando alla soluzione contro la calura del caldo estivo messa a disposizione da Artic Cube. I condizionatori fissi presentano un prezzo di mercato elevato, dovuto anche alla necessità di un’installazione da parte di un professionista e al rincaro sulla bolletta elettrica. L’unica soluzione per rinfrescare l’aria all’interno degli ambienti chiusi, come la casa e l’ufficio, senza spendere una fortuna è quella di affidarsi ad un condizionatore portatile.
Artic Cube promette di rinfrescare in pochi minuti gli ambienti più piccoli fino a 20 metri quadri, senza interventi murari e, soprattutto, senza rifarsi sulla bolletta elettrica. A differenza della maggior parte dei condizionatori portatili Artic Cube presenta dimensioni ridotte e compatte, per una potenza in grado di soddisfare le esigenze di tutti gli acquirenti.
Andiamo, quindi, ad approfondire il motivo per cui Artic Cube è il vero protagonista di questa estate 2019, partendo dalle informazioni e recensioni su Artic Cube presenti sul sito di notizie online Marsalaoggi.it.

Artic Cube: qualche informazione utile

Le sue dimensioni ridotte consentono il trasporto fuori casa, ad esempio in ufficio, oppure in viaggio, senza rinunciare alla qualità di un’aria sempre fresca in pochi minuti. Artic Cube risolve una volta per tutte i problemi legati al costo elevato dei condizionatori fissi e portatili tradizionali e dispone di una presa tramite cavo USB, ideale per i computer fissi, portatili, oppure per gli adattatori da poter utilizzare in qualsiasi luogo.
Il condizionatore portatile Artic Cube è esteticamente simile ad un cubo, in colore bianco e azzurro adatto a qualsiasi tipologia di arredamento casalingo o professionale. Il livello di rumorosità particolarmente basso si adatta anche al riposo notturno per difendersi dalle notti più calde. Artic Cube funziona grazie all’innovativa tecnologia di raffreddamento ad acqua, avviandosi tramite il pratico pulsante di accensione. Oltre alle dimensioni ridotte e compatte questo condizionatore portatile vanta dalla sua parte anche un funzionamento estremamente facile. Qualsiasi soggetto può utilizzare il condizionatore portatile andando a riempire il serbatoio d’acqua integrato prima di premere il pulsante di accensione. La ventola di raffreddamento può essere regolata in tre diversi livelli a seconda delle esigenze personali.
Artic Cube raffredda in pochi minuti qualsiasi ambiente fino ai 20 metri quadri. A spingere il motore è un filtro bagnato, che lascia evaporare l’acqua all’interno del serbatoio per garantire una sensazione di freschezza, ottenibile dopo aver spinto un unico pulsante.
Artic Cube integra anche una luce notturna soft per garantire il riposo notturno con un livello di rumorosità particolarmente ridotto.
Artic Cube può essere ordinato esclusivamente online sul sito web ufficiale del brand produttore, in sconto al 50% per tutti i primi ordinativi, a soli 59,00 euro. La spesa di spedizione è gratuita e il pagamento avviene in completa sicurezza al momento della consegna presso il proprio domicilio.
Ma che cosa ne pensa la maggior parte degli acquirenti che ha testato con mano il prodotto?

Testimonianze reali su Artic Cube

Se nonostante le spiegazioni, visionabili sul sito web ufficiale di Artic Cube, vi ritrovate ancora indecisi sul suo acquisto potrebbe rivelarsi utile basarsi sulle numerose recensioni presenti. All’interno di diversi siti autorevoli e forum è possibile valutare attentamente le esperienze dirette degli acquirenti di questo prodotto.
La maggior parte delle testimonianze vere che si possono trovare sul web si dichiara estremamente soddisfatta della scelta, esaltando soprattutto l’ottimo rapporto qualità prezzo del prodotto. Nelle recensioni viene sottolineata l’estrema facilità di utilizzo e la facilità di trasporto anche per chi lavora a molta distanza da casa.
Dunque, stando alle numerose opinioni positive, se state cercando un condizionatore portatile in grado di unire freschezza e risparmio energetico Artic Cube sembra fare proprio al caso vostro!
Artic Cube, infatti si dimostra un condizionatore economico ed ecologico tra i più venduti sul mercato, altamente competitivo e funzionale.

Cuffie da gaming per PS4, i pregi e i difetti dei collegamenti con cavo e wireless

Avete una PS4 e state pensando di acquistare delle cuffie per poter giocare a qualsiasi ora del giorno e della notte senza infastidire gli altri e immergendovi completamente nell’esperienza di gioco, ma non avete le idee molto chiare sulla tipologia di prodotto acquistare.

Le cuffie da gaming sono sicuramente quelle più adatte per divertirsi con la console, in quanto sono state progettate e realizzate appositamente per offrire il meglio della resa sonora e dei dettagli audio dei giochi.

A tal proposito, potrebbe esservi utile approfondire il discorso leggendo questo articolo che vi guida nella scelta delle cuffie da gaming, dandovi suggerimenti sulle specifiche tecniche da tenere in considerazione per acquistare il miglior prodotto in base alle vostre esigenze.

Un punto sul quale vogliamo soffermarci è quello relativo al tipo di collegamento delle cuffie alla PS4, vi sarà capitato di chiedervi se acquistare un modello con cavo o wireless, cerchiamo di far chiarezza su questo aspetto molto importante.

Tipi di collegamento delle cuffie alla PS4

In commercio troviamo cuffie da gaming di vario genere, con forme, dimensioni, specifiche e tipologia di collegamento diverse.

Ogni tipo di collegamento ha pro e contro che possono influenzare l’esperienza sonora durante le sessioni di gioco, analizziamoli più da vicino.

Porta USB

Ci sono molte cuffie che sono dotate di uscita USB che si collegano alla PS4 tramite le apposite porte sulla console, possono essere con cavo o wireless, la qualità del suono è ottimale in quelle via cavo, mentre può essere variabile in quelle senza fili, in quest’ultimo caso molto dipende dalla qualità dell’adattatore.

Jack Audio

Il controller della PS4 ha un jack da 3.5 mm che permette il collegamento delle cuffie alla console e di ricevere l’audio in modalità wireless. Questo tipo di collegamento è molto veloce ed economico, tuttavia si ha una perdita della qualità del suono, poiché l’audio viene trasferito tramite Bluetooth.

Bluetooth

Dovete sapere che la PS4 non supporta molte cuffie Bluetooth, queste devono utilizzare la tecnologia Bluetooth 4.0 e il protocollo HSP.

Tutti i modelli che non usano questo protocollo, che hanno una versione più vecchia dello standard Bluetooth, che supportano l’accoppiamento simultaneo a più dispositivi e che sono con profilo A2DP non sono compatibili con la console.

Wireless o con cavo?

Le cuffie con cavo e quelle wireless hanno delle differenze importanti che possono indurre a optare per un tipo invece che per un altro, molto dipende anche dalle vostre esigenze.

La differenza principale tra queste tipologie di cuffie sta nell’autonomia, quelle con cavo non hanno bisogno di essere ricaricate, mentre quelle wireless funzionano con una batteria che necessita di ricaricata.

Un aspetto negativo delle cuffie wireless sta nel fatto che potrebbero spegnersi improvvisamente durante una sessione di gioco intensa o importante, per questo motivo, prima di procedere all’acquisto, vi consigliamo di controllare il grado di autonomia e i tempi di ricarica del modello di cuffie scelto.

Se non avete ancora le idee chiare su che modello e marca di cuffie wireless scegliere, provate a seguire i consigli di wizblog.it che, suggerisce alcune cuffie wireless per la PS4 di ottima qualità per godersi a pieno l’esperienza sonora dei giochi.

Le cuffie da gaming wireless sono quasi sempre basate sulla tecnologia wireless 2.4 GHz, queste prevedono l’utilizzo di un dongle o di una base da attaccare direttamente alla presa USB della console.

Le cuffie con cavo possono avere il doppio jack o l’attacco USB, sono facilissime da utilizzare, poiché è sufficiente collegarle alla console, la resa sonora è quasi sempre eccellente, ovviamente dipende sempre dalla qualità del prodotto scelto.

Alcune cuffie wireless possono anche essere utilizzate tramite cavo, in questi casi alcune funzioni vengono sacrificate. Le cuffie da gaming con collegamento Bluetooth vengono scelte raramente, poiché è facile imbattersi in qualche lag e in un abbassamento della qualità del segnale.

Ricordiamo che prima di acquistare delle cuffie da gaming, è importante verificare il grado di compatibilità con la console, alcuni prodotti potrebbero essere compatibili solo con il PC o essere state ottimizzate soltanto per delle console specifiche.