Consigli per pulire i tappeti e preservarli nel tempo

Prendersi cura dei tappeti di casa, significa averli sempre belli nel tempo. Come ben sapete, i tappeti, sono uno dei complementi d’arredo più importanti per personalizzare le stanze di casa. Anche loro necessitano della giusta attenzione e cura. Pulire un tappeto regolarmente, vuol dire preservarlo nel tempo, mantenerlo in ordine e con i colori sempre brillanti. Vi assicuriamo che Il tappeto rimarrà splendente per tantissimo tempo, semplicemente con un po’ di cura e attenzione.

Pulizia quotidiana dei tappeti

Si inizia sempre con l’aspirapolvere. Il tappeto si può passare con l’aspirapolvere oppure, se preferite un’aspirazione più profonda, aggiungendo il battitappeto. Questa semplice operazione serve ad eliminare polvere e sporco. Ricordatevi di aspirare anche il retro del tappeto. Molto spesso lo sporco si annida proprio sul retro, la parte del tappeto che è sempre a contatto con il pavimento, rischiando di intaccarne le fibre. Prestate attenzione se il tappeto ha la frangia, perché se l’aspirate rischia di danneggiarsi. Cercate di non passare l’aspirapolvere troppo velocemente. Aspirate piano, con calma e accuratamente per catturare polvere e briciole, anche le più piccole. L’aspirapolvere, con o senza battitappeto, si passa in varie direzioni. Non solo lunghezza e larghezza ma anche in diagonale. Questo è l’unico modo per pulire completamente le fibre del tappeto. Per maggiori informazioni riguardo la pulizia dei tappeti clicca qui.

Come pulire i diversi tipi di tappeti

Ci sono alcune piccole differenze per quanto riguarda la pulizia, che varia a secondo del tipo di fibra di composizione di un tappeto. Se il tappeto è realizzato in una fibra sintetica, come ad esempio il polipropilene, è molto resistente e di facile manutenzione. Il polipropilene è una delle fibre maggiormente utilizzate per la produzione di tappeti. E’ noto anche come “lana sintetica” perché ha l’aspetto e la morbidezza della lana ma al tempo stesso è molto durevole e resistente. I tappeti in polipropilene si possono passare con l’aspirapolvere e battitappeto anche tutti i giorni, senza correre alcun rischio di rovinarli. Non si rovinano e non perdono “pelucchi” e si possono sistemare senza problemi in aree trafficate della casa come l’ingresso o sotto il tavolo da pranzo. Per conoscere tutti i vari tipi di tappeti potete visitare il sito www.webtappeti.it
Se il tappeto è shaggy, a pelo lungo, potete usare l’aspirapolvere con il beccuccio per eliminare la polvere alla radice.
I tappeti in lana richiedono qualche attenzione in più. Quando il tappeto in lana è nuovo può capitare che rilasci delle fibre. All’inizio si potrebbero formare dei “pelucchi” sulla superficie del tappeto. Non è un difetto e non compromette in alcun modo la struttura del tappeto. Tutto questo si risolverà spontaneamente con l’uso e la regolare pulizia del tappeto. Il consiglio è di utilizzare una spazzola a mano ma potete benissimo passare l’aspirapolvere a bassa velocità.

Eliminare le macchie

La prima cosa da fare, quando capita di rovesciare delle bevande o del cibo sul tappeto, è di tamponare e rimuovere l’eccesso il più possibile, con della carta assorbente. Si evita così che il liquido venga assorbito e impregni le fibre del tappeto rendendo la pulizia più complicata. Usate un panno bianco, di cotone, meglio se umido, da appoggiare sulla macchia e lasciate che assorba il liquido versato. Poi strofinate delicatamente la macchia con una spugnetta (o un panno) imbevuta di detergente delicato e acqua tiepida. Va bene anche il detergente per i piatti. Ripassate la spugnetta per risciacquare e togliere il detergente. Leggete questo articolo di casafacile per approfondire l’argomento. Vi consigliamo di non esagerare con l’acqua, per non rischiare che le fibre del tappeto se ne impregnino. E’ importantissimo lasciare asciugare bene il tappeto. Assicuratevi che sia completamente asciutto prima di sistemarlo nuovamente al suo posto.

Consigli per un tappeto sempre nuovo

Se desiderate rinfrescare le texture del tappeto e i colori, potete utilizzare i prodotti per tappeti o tessuti che trovate in commercio. Va benissimo anche il bicarbonato. Dopo aver aspirato bene, cospargete il tappeto di bicarbonato, in modo uniforme, e lasciate agire per circa 40 minuti. Passate l’aspirapolvere per togliere ogni residuo ed il tappeto sarà pulito e brillante. Invece, per un lavaggio più approfondito del tappeto, è meglio rivolgersi a lavanderie specializzate.