Curare i disturbi alimentari dallo psicologo

Quando si parla di disturbi alimentari s’individuano diverse patologie che si manifestano in coloro che hanno una visione controversa del loro corpo e del regime alimentare da seguire. Ogni malattia che prevede un disturbo alimentare è causata spesso da problemi emotivi o reminiscenze psicologiche.

Un tipico comportamento di coloro che soffrono di disturbi dell’alimentazione è cercare di controllare i sentimenti negativi che animano il loro corpo attraverso il cibo. Tutto ciò però porta in realtà più che ha un sano controllo della dieta ad una gestione completamente errata del piano alimentare.

I disturbi dell’alimentazione si distinguono principalmente in: anoressia nervosa, bulimia, disturbi del comportamento alimentare non specificati, disturbo d’abbuffata compulsiva (spesso causa dell’obesità).

Quando parliamo di anoressia o bulimia nervosa, ci sono altri sottotipi di malattie e varie tipologie di condotta del disturbo.

Le principali cause dei disturbi alimentari

Come abbiamo anticipato i disturbi del comportamento alimentare prevedono una gestione difficoltosa di problemi più profondi, di solito legati alla psiche dell’uomo. Alcune delle patologie psicologiche che portano alla cattiva gestione dell’alimentazione sono: le fobie, ansia e attacchi di panico, sintomi compulsivi ossessivi, disturbo borderline, disturbo affettivo.

Certo queste non sono le uniche cause della comparsa di un disturbo alimentare, spesso succede che questi siano causati da eventi traumatici che in poco tempo portano il soggetto a riversare e “curare” il dolore con il cibo o con la sua privazione. I traumi principali che portano a soffrire principalmente di bulimia, anoressia, o sindrome d’abbuffata compulsiva, sono: episodi di bullismo, conflitti familiari, abbandono, divorzio dei genitori, problemi sociali e relazionali, violenze sessuali, fisiche e mentali.

Infine, una malattia che va di pari passo o insorge poco dopo il disturbo alimentare è la depressione.

Come incidono i disturbi alimentari sulla salute

Il disturbo alimentare comporta non pochi problemi di salute oltre che svariate patologie psicologiche. Uno dei principali rischi di coloro che soffrono e sopportano in silenzio un disturbo alimentare e d’incorrere in una grave depressione.

Chi soffre di questa patologia spesso non vuole ricevere delle cure, non parla del disturbo e anzi tende a mostrarsi più gioioso e vitale di quanto sia in realtà. Per questo motivo, bisogna porre molta attenzione a chi ci circonda, fare attenzione agli aumenti di peso e ai dimagrimenti improvvisi, per riuscire a intervenire prima che la malattia degeneri.

Oltre ai problemi psicologici legati a questa malattia, si rischia anche di avere ripercussioni sul proprio stato di salute. Tra le patologie più diffuse legate a questi disturbi, ci sono: acidità di stomaco, ingiallimento dei denti, caduta dei capelli e dei denti, disidratazione, danni permanenti all’apparato digerente e ai suoi tessuti, ingrossamento delle ghiandole, emorragie interne, ipotermia ecc…

Come trattare e curare i Disturbi alimentari?

Per trattare i disturbi del comportamento legati all’alimentazione è necessario il lavoro in sinergia di diverse figure professionali come: medici specialistici e terapisti specializzati. Uno dei primi interventi prevede comunque di permettere al paziente di curare i disturbi alimentari dallo psicologo.

Lo psicologo è l’unico che può risalire alle cause di questo disturbo e soprattutto permettere al paziente di rimediare ai problemi interiori che alimentano la malattia.