Come preservare la fertilità prima della menopausa precoce

Per quelle donne che lottano per concepire o vanno incontro a una menopausa precoce, l’approccio migliore è contattare uno specialista in Preservazione della fertilità.

Mia madre ha avuto la menopausa precoce. Dovrei essere preoccupata?

La menopausa è una funzione naturale che ha inizio quando una donna comincia a verificare cambiamenti nel suo ciclo mestruale.

I periodi possono essere più brevi con flusso minimo o durare più a lungo e produrre un flusso pesante.

Man mano che la menopausa progredisce e i livelli ormonali oscillano, avvertirai altri sintomi, in particolare:

  • vampate di calore
  • insonnia
  • sudorazione notturna
  • affaticamento

Età della menopausa

Mentre questi sintomi possono durare fino a 10 anni, i segni ormonali della menopausa generalmente durano alcuni anni e, in genere, iniziano quando una donna si trova tra la metà e la fine dei 40 anni.

La maggior parte delle donne inizia la menopausa tra i 45 ei 55 anni, con un’età media che si aggira intorno ai 52 anni. Per alcune donne la menopausa colpisce prima dei 45 anni e si parla di menopausa precoce.

E ci sono alcune donne che soffrono di menopausa prematura che si verifica prima dei 40 anni. Ogni volta che si verifica la menopausa, sappi che la riserva ovarica è notevolmente diminuita e che una gravidanza naturale, per chiunque abbia una menopausa precoce o prematura, è estremamente improbabile.

Quando arriverà la menopausa?

La tua biologia e la tua storia familiare offrono le informazioni più attendibili sull’inizio previsto della tua menopausa. Sebbene non sia scolpito nella pietra, l’età in cui tua madre è entrata in menopausa, fornisce una stima di quando capiterà anche a te.

Secondo uno studio, le donne la cui madre, sorella, zia o nonna hanno avuto un inizio precoce della menopausa (prima dei 46 anni) hanno un rischio maggiore (+37,5%) di entrare in menopausa precocemente. C’è un rischio ancora maggiore per quelle donne che hanno avuto una parente diretta che è andata in menopausa prima dei 40 anni.

La menopausa precoce significa che non posso avere un bambino?

La menopausa precoce influisce sulla fertilità. Il periodo che precede la menopausa, noto come peri menopausa, dura in media circa quattro anni, ma può durare da pochi mesi a diversi anni.

Durante questo periodo i tuoi ormoni sono fluttuanti e, sebbene l’ovulazione sia in corso, le tue uova sono diminuite in quantità e qualità. Man mano che questa transizione progredisce, le tue possibilità di concepimento naturale sono significativamente ridotte.

Come per la maggior parte delle regole, anche per il concepimento in menopausa, c’è l’eccezione. Il concepimento naturale e la gravidanza si verificano, in alcuni rari casi, casi fino alla diagnosi di menopausa (la diagnosi si ha dopo 12 mesi consecutivi senza ciclo mestruale).

Segnali di menopausa precoce

Ci sono segnali e sintomi che dovresti conoscere se sospetti di poter andare in menopausa presto.

Sono gli stessi sintomi che indicano la menopausa anche nelle donne anziane:

  • Sanguinamento abbondante (più del solito)
  • Cicli mestruali più lunghi
  • spotting tra i periodi
  • periodi mancati

Questi segnali sono alcuni indicatori del fatto che ti stai avvicinando alla menopausa.

Altri sintomi indicatori:

  • Sbalzi d’umore
  • Vampate di calore
  • Insonnia
  • Sudorazioni notturne
  • Secchezza vaginale
  • Perdita o diminuzione della libido
  • Perdita di controllo della vescica

Per coloro la cui madre, sorella, zia o nonna siano andate in menopausa precoce e hanno dubbi sulla propria fertilità, esistono test per misurare i livelli ormonali e stimare quanto si sia vicine alla menopausa.

L’ormone anti-mulleriano (AMH) è un modo comprovato che i medici usano per identificare la tua riserva ovarica.

I tuoi livelli di AMH sono correlati al numero di uova che hai in riserva.

Se il tuo AMH misura nell’intervallo normale probabilmente hai un numero sufficiente di uova. Quando i livelli di AMH iniziano a diminuire, diminuisce anche la riserva ovarica, indicando che la menopausa si sta avvicinando o è già presente.

Gli estrogeni diminuiscono con l’avvicinarsi della menopausa quindi, misurare i livelli di estrogeni, può essere un’indicazione di dove ti trovi nella scala cronologica della menopausa.

Questo anche se, durante il periodo di transizione, il risultato potrebbe non essere totalmente affidabile.

I livelli di ormone follicolo-stimolante (FSH) aumentano con l’avvicinarsi della menopausa.

L’FSH, insieme ad altre misurazioni ormonali, può suggerire che la menopausa si stia avvicinando, sebbene i livelli non prevedano esattamente quando accadrà.

Le misurazioni dell’ormone stimolante della tiroide non possono confermare una diagnosi di menopausa precoce. Spesso le persone confondono l’ipotiroidismo con la menopausa poiché i sintomi sono molto simili.

Endometriosi in Menopausa

La menopausa è già, di per sé, invalidante per alcune donne ma, per alcune di loro questa situazione viene associata anche all’endometriosi. I sintomi di endometriosi in menopausa interferiscono con la capacità lavorativa della donna, la sfera riproduttiva e relazionale, fino a modificare il rapporto con il proprio partner.

Il trattamento della fertilità può aiutare il concepimento

Sebbene la menopausa precoce non sia reversibile, esiste un trattamento a disposizione delle donne colpite da questa diagnosi, per portare a termine una gravidanza.

La fecondazione in vitro svolge un ruolo importante nell’aiutare le donne in menopausa precoce, o in peri menopausa, a raggiungere il concepimento.

A seconda di quanto sei vicina alla menopausa, puoi usare i tuoi ovuli o, in caso contrario, il tuo medico può suggerire un’ovodonazione come opzione praticabile.

Se sai già che la menopausa precoce è uno scenario probabile ma non sei ancora pronta per iniziare ad avere una famiglia, puoi scegliere di congelare gli ovuli per una futura fecondazione in vitro.

Il processo di congelamento degli ovociti sta diventando sempre più diffuso ed è un modo sicuro per preservare la tua fertilità.