Cosa fare contro l’insonnia?

Il cambio di stagione, situazioni di stress psico-fisico possono causare insonnia e un riposo notturno non ottimale, con la conseguenza che al mattino si è stanchi, nervosi e di umore instabile. Per contrastare l’insonnia si può ricorrere ad alcuni rimedi naturali, come l’aromaterapia, un bagno caldo con qualche goccia di olio essenziale, bere delle tisane rilassanti prima di andare a letto e cercare di assumere uno stile di vita e un regime alimentare sano.

Insonnia cause

Le cause dell’insonnia possono essere legate a disagi emotivi, depressione, carichi di lavoro eccessivi, preoccupazioni, presenza di qualche malattia.

Esistono tre tipi di insonnia:

  • iniziale: rappresentata dalla difficoltà ad addormentarsi;
  • centrale: caratterizzata da risvegli notturni frequenti o nel cuore nella notte o sonno leggero poco riposante;
  • terminale: data da risvegli al mattino presto dopo poche ore di sonno.

L’insonnia può essere periodica e durare qualche giorno o fino a due o tre settimane, superato tale tempo diventa cronica. In quest’ultimo caso oltre ai rimedi naturali è consigliabile rivolgersi ad un medico per controllare lo stato di salute dell’organismo.

Erbe benefiche per conciliare il sonno

La fitoterapia offre la possibilità di curare l’insonnia attraverso l’utilizzo di piante con proprietà calmanti e ipnoinducenti che possono aiutare a conciliare il sonno, il riposo ed evitare risvegli notturni. Una valida alternativa naturale a farmaci e sonniferi è rappresentata dalle tisane o infusi alle erbe. In particolare, le più indicate sono:

  1. Camomilla: sicuramente l’erba più nota per calmare i nervi, efficace anche sui bambini.
  2. Tiglio: ha effetti sedativi, aiuta ad allentare la tensione e far passare il mal di testa, favorendo il sonno.
  3. Biancospino: ha proprietà sedative sul sistema nervoso.
  4. Iperico: aiuta a rilassarsi ed è indicato per contrastare depressione, ansia e stress.
  5. Luppolo: ha proprietà ipnoinducenti
  6. Arancio dolce: svolge azioni calmanti e antidepressive.
  7. Passiflora: ha proprietà in grado di agire sul sistema nervoso centrale, calmare le palpitazioni e contrastare l’ansia e lo stress, aiutando a prendere sonno facilmente.
  8. Melissa: allevia i disturbi nervosi, il mal di testa. la spossatezza, gli stati ansiosi all’insonnia.
  9. Escolzia: oltre a svolgere effetti analgesici e ansiolitici contribuisce a indurre il sonno.
  10. Valeriana: un tranquillante naturale, in grado di contrastare lo stress, l’ansia e aiutare a dormire sonni sereni.

Aromaterapia contro l’insonnia

Tra le soluzioni più efficaci per curare l’insonnia, c’è l’aromaterapia. Vaporizzare nell’ambiente oli essenziali con proprietà rilassanti, consente di sfruttare le proprietà benefiche delle varie essenze e migliorare il benessere psico-fisico della persona, allontanare i pensieri negativi, le tensioni, dormire meglio senza interruzioni e alzarsi riposati.

Gli oli essenziali oltre a essere diffusi nella camera da letto, sono ideali per fare dei massaggi rilassanti o un bagno prima di andare a dormire. I più efficaci contro l’insonnia sono: la lavanda e la rosa con le loro proprietà calmanti rilassati, la verbena con i suoi poteri antistress naturale, il gelsomino, il bergamotto e la maggiorana con i loro effetti sedativi, in grado di attenuare gli stati di tensioni, i nervosismi e aiutare a prendere sonno con maggiore facilità.

Dieta equilibrata e sport contro l’insonnia

In generale, per contrastare l’insonnia è importante seguire una dieta equilibrata, ricca di frutta e verdura, ma soprattutto evitare l’assunzione di alcool, caffè, bevande energizzanti e cioccolato che possono avere un effetto eccitante sull’organismo e impedire di prendere sonno. Per quanto riguarda la cena, deve essere consumata qualche ora prima di andare a letto e soprattutto deve essere leggera.

Andare a dormire sempre alla stessa ora, evitando di usare il pc o il cellulare mentre si è a letto o guardare la tv fino a tardi sono dei validi rimedi per non rischiare di passare la notte in bianco. Le luci emanate dai vari dispositivi hanno effetti negativi sul sistema nervoso e provocare i disturbi del sonno.

Svolgere regolarmente attività fisica o praticare nuoto, jogging o anche una camminata veloce all’aria aperta consente di stancare il corpo, produrre sostanze come endorfine e serotonina che migliorano l’umore e aiutano ad affrontare lo stress e facilitando il riposo notturno. Lo yoga e la meditazione possono essere due discipline utili ad alleggerire la mente dalle preoccupazione, raggiungere uno stato di pace interiore e combattere i disturbi del sonno.